Pasqua alla fattoria del Colle, tra spiritualità e peccati di gola

cinelliPasqua alla fattoria del Colle, tra spiritualità e peccati di gola

Il programma del fine settimana pasquale in Val d’Orcia nella pace della tenuta di Donatella Cinelli Colombini

Dalle degustazioni itineranti di Chianti Superiore e Orcia DOC ai canti gregoriani dell’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, dalle verticali di Brunello al trekking nel parco della Fattoria del Colle: questo e molto altro nel programma di Pasqua pensato da Donatella Cinelli Colombini per quanti sceglieranno di trascorrere con lei il ponte primaverile per eccellenza. Un mix tra sacro e profano per una esperienza indimenticabile adatta a tutta la famiglia, quattro zampe compresi.
Un soggiorno che accontenta allo stesso tempo i gourmet, gli enoappassionati e gli amanti del relax nel verde, comprendente tre giorni e due notti a scelta (con possibilità di notte aggiuntiva) dal venerdì 14 aprile al lunedì 17 con colazione a 187€ a persona in camera doppia o 172€ in appartamento con due camere.
Protagonista assoluto del pacchetto è naturalmente il vino, nelle sue migliori espressioni: tra le attività previste infatti, l’esperienza multisensoriale nella Cantina del Casato Prime Donne di Montalcino, ovvero una degustazione itinerante con 4 assaggi di Chianti Superiore, Rosso di Montalcino, Brunello e Passito, accompagnati da spiegazioni e ascolto di brani musicali selezionati appositamente da Igor Vazzaz, oltre alla possibilità di visionare nella nuova tinaia l’installazione artistica di Roberto Turchi The Dove’s Flight.
Ma non solo: Montalcino continua ad essere protagonista altresì in una esclusiva degustazione verticale in programma nella giornata di Pasqua nella cantina storica della Fattoria del Colle: dal 2016 appena nato, Rosso di Montalcino DOC 2015, futuro Brunello riserva 2012, Brunello di Montalcino DOCG 2012, Brunello di Montalcino riserva 2008. Una ulteriore occasione di degustazione itinerante – sempre alla Fattoria del Colle – è in programma anche nel giorno di Pasquetta e a fare la loro parte nel bicchiere saranno in tal caso altri 4 vini ovvero Leone Rosso Orcia Doc, IGT Il Drago e le 8 colombe, Cenerentola Doc Orcia, Brunello riserva.
Tra le attività previste durante il soggiorno, anche una piccola lezione sui pinci – la tipica pasta fresca senese – una visita guidata della villa cinquecentesca, un assaggio di olio nuovo DOP Terre di Siena e la tradizionale scarpinata di Pasquetta lungo i percorsi di trekking segnalati intorno alla Fattoria del Colle, da cui si scorgono suggestivi panorami.
Piatti della tradizione del territorio e assaggi di cucina creativa si propongono nel Pranzo di Pasqua all’Osteria di Donatella (costo a parte 38€ a persona, vini esclusi), preceduto da un aperitivo nella cantina della Fattoria con la tradizionale schiacciata di Pasqua della Valdichiana con uova benedette e rose di capocollo. Tuttavia non sono previsti solo peccati di gola nel lungo week end pasquale alla Fattoria del Colle: assaggi di profonda spiritualità si potranno vivere partecipando alla Santa Messa all’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore accompagnata da canti gregoriani (12 km dalla Fattoria) la domenica mattina.
Per chi invece cerca il relax più assoluto, può sempre approfittare del centro benessere della Fattoria del Colle ricavato nei sotterranei settecenteschi della villa e attrezzato con bagno turco, sauna, jacuzzi panoramica, sala massaggi di coppia e vasca in ginepro per la vinoterapia.

Per informazioni e prenotazioni
Fattoria del Colle, Località Colle 53020 Trequanda (SI)
0577662108 info@cinellicolombini.it

Addetta stampa
Marzia Morganti Tempestini Tel 335 6130800
marzia.morganti@gmail.com

La Fattoria del Colle a Trequanda-Siena
Copyright © 2017 Marte Comunicazione snc, All rights reserved.
Siete presenti nella lista perchè giornalisti di rilievo nazionale del settore turistico enogastronomico

Our mailing address is:
Marte Comunicazione snc
via Grocco 5
Prato, Toscana 59100
Italy

Pasqua alla fattoria del Colle, tra spiritualità e peccati di golaultima modifica: 2017-04-12T09:10:59+00:00da viaggiesvaghi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento