Alimentazione, Ambiente e prevenzione delle malattie croniche

Alimentazione_AmbienteAlimentazione, Ambiente e prevenzione delle malattie croniche

Giovedì 26 marzo 2015

ore 21:00
Cremona, Teatro Monteverdi – Via Dante, 149

Convegno organizzato da Filiera Corta Solidale in collaborazione con Lumen, dedicato al tema cibo-salute-agricoltura. Durante la serata avremo l’opportunità di confrontare e integrare approcci e prospettive differenti:

Carlo Maurizio Modonesi, docente di “Ecologia umana e della salute” presso l’Università di Parma, affronterà gli effetti dell’agricoltura industriale sulla salute e sull’ambiente, con particolare attenzione all’uso di pesticidi;

Davide Maria Pirovano, presidente dell’associazione culturale Lumen, ci parlerà di comunicazione efficace e falsi miti;

Simona Panzacchi, ricercatrice presso l’Istituto Ramazzini di Bologna, ci aggiornerà sugli ultimi studi in ambito di cancerogenesi da OGM.

L’evento è organizzato da Filiera Corta Solidale, in collaborazione con Lumen, nell’ambito del progetto Costruire comunità capaci di futuro: ripartiamo dal cibo – Bando associazionismo 2014, con il patrocinio del Comune di Cremona.

Filiera Corta Solidale

Gli Ormoni: dalla Saliva misuriamo i cicli della vita”

Gli Ormoni: dalla Saliva misuriamo i cicli della vita”

Sabato 22 marzo 2014

Imgep Srl – Istituto di Medicina Genetica Preventiva Personalizzata

organizza

presso Umanitaria- Sala Bauer (entrata Giardino) in Via San Barnaba 38, a Milano

PROGRAMMA e RELATORI

09.30-10.00 Dr. Alessio Tosatto. Biologo Nutrizionista staff dell’Istituto di medicina Biologica di Milano – Cortisolo: come non stressarsi mediante l’alimentazione.

10.00-10.30 Dr. Sacha Sorrentino . Biologo Nutrizionista staff dell’Istituto di medicina Biologica di Milano – Donne ed Estrogeni: gioie e dolori.

10.30-11.00 Dr. Daniele Orlandoni. Consulente in Medicina anti-aging, naturopata, nutrizionista, shitzuka, farmacista – Cortisolo: una visione funzionale dell’ormone dello stress.

11.00-11.15 Coffee break

11.15-11.45 Dr. Davide Iozzi. Biologo Nutrizionista collaboratore dell’Istituto di medicina Biologica di Milano – DHEA e Testosterone: il loro ruolo nell’organismo.

11.45-12.15 Dr.ssa Cecilia Pedroni . Biologo Nutrizionista collaboratore dell’Istituto di medicina Biologica di Milano – Gli ormoni dell’alimentazione: Leptina e Grelina.

12.15-12.45 Discussione. 12.45-13.45 Pranzo a buffet.

14.00-14.45 Dr. Claudio Tozzi. Preparatore atletico e Personal Trainer – Maestro di Phisical Fitness & Body Building presso CONI-Libertas. Diplomato alla Scuola dello Sport di Roma.

Come incrementare la performance sportiva manipolando naturalmente gli ormoni.

14.45-15.30 Prof. Giuseppe Di Fede. Direttore Sanitario I.M.Bio Istituto di Medicina Biologica Milano e Istituto Medicina Genetica Preventiva I.M.G.E.P Milano; Docente nel Master di Nutrizione Umana c/o Univ. Pavia; Vice Presidente Associazione Ricerca Terapie Oncologiche Integrate A.R.T.O.I. – Dalla Saliva la misura innovativa dello stress ossidativo.

15.30-16.00 Discussione.

Tel 02 58 30 03 76

e-mail segreteria@imgep.com – www.imgep.com

Crudo e felice: la cucina crudista-vegana e i suoi benefici – Cremona

Crudo e felice: la cucina crudista-vegana e i suoi benefici – Cremona
21 marzo 2014
A cura di Angelo Domaneschi, chef vegano, autore del libro “Crudo e Felice”.
venerdì 21 marzo, ore 20.45
Centro per le Famiglie di Cremona
Largo Madre Carelli, 5 (ex Via Brescia, 94), fronte San Bernardo.

Seminario di Primo Livello Reiki a Fermo

Seminario di Primo Livello Reiki a Fermo
Sabato 8 e domenica 9 febbraio 2014
Un week end per ritrovare la salute e la per tornare ad essere felici e realizzati, nonchè pienamente padroni della Vita

Terra nuova
http://www.aamterranuova.it

Ecorinascimento: Urban Design e Mobilità Ecosostenibile a Firenze

Ecorinascimento: Urban Design e Mobilità Ecosostenibile a Firenze
Da venerdì 7 a giovedì 27 febbraio 2014
Esposizione di progetti innovativi, convegni, dibattiti, workshop. Presenti molti autori di Terra Nuova Edizioni
Terra nuova
http://www.aamterranuova.it

Nuovi stili di vita: la sfida del biologico – San Pietro in Cariano (VR)

30 ottobre 2013

Ciclo di conferenze su salute dei bambini, giardinaggio terapeutico, ecocosmetici, finanza etica, software libero ecc.

Esperti internazionali a confronto al 1° Meeting scientifico

Il 28 giugno 2013

La Fondazione InScientiaFides e l’Ospedale San Raffaele hanno promosso il 1° Meeting scientifico con la partecipazione di prestigiosi scienziati internazionali che hanno condiviso le loro attività di ricerca sulle cellule staminali.

 

Ais Toscana, il wine in progress tour per presentare il 47° Congresso Nazionale Fa Tappa all’Isola D’Elba – Ufficio Stampa AIS Toscana

logo congresso ais 2013.JPGNuova tappa per il Wine in Progress Tour, la presentazione itinerante del 47° Congresso Nazionale AIS che avrà luogo a Firenze alla Stazione Leopolda il 16 e 17 novembre. Dopo Palazzo Panciatichi a Firenze, la Sala dei Grandi della Provincia di Arezzo, Palazzo Granducale della Provincia di Livorno, ieri pomeriggio è toccato alla Sala della Gran Guardia a Porta a Mare di Portoferraio all’Isola d’Elba ospitare la conferenza stampa, a cui sono intervenuti il Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli, il delegato dell’Isola d’Elba Antonio Arrighi, l’Assessore comunale di Portoferraio Alessandro Mazzei, la Presidente di Confcommercio Isola d’Elba – e fondatrice di AIS Elba – Franca Rosso, il Presidente di Confesercenti Portoferraio Franco De Simone, il Presidente del Consorzio di Tutela Vini Elba DOC Marcello Fioretti, il Presidente dell’Associazione Albergatori Roberto Olivari e la delegazione AIS dell’Isola d’Elba al gran completo.

“Sarà un evento unico per qualità e portata – ha commentato il Presidente AIS Toscana, Osvaldo Baroncelli – un momento d’incontro importante per sottolineare la propria identità all’interno del grande scenario vitivinicolo ita­liano, con inedite e interessanti occasioni di approfondimento che saranno un elemento di attrazione per migliaia di visitatori e winelovers nelle due giornate ricche di incontri, degustazioni, esposizioni e visite, idee e ispirazioni. Anche perché – ha continuato Baroncelli – la principale novità del 47° Congresso Nazionale AIS sarà l’a­pertura alla città per l’intera durata dell’evento: dodici ore al giorno per far degustare al grande pubblico l’eccellenza enologica italiana raccontata dai produttori dei territori viticoli italiani più rappresenta­tivi, ma anche e soprattutto da quei sommelier AIS che ogni giorno comunicano con impeccabile professionalità e passione il vino italiano nel mondo”.  

“Siamo orgogliosi e onorati di accogliere qui oggi la presentazione del 47° Congresso Nazionale AIS  – ha aggiunto il delegato AIS dell’Isola d’Elba Antonio Arrighi – anche perché quest’isola è da sempre culla di vini eccellenti e di qualità. Una cultura enologica che si è tramandata nel tempo e anche oggi siamo di fronte a un vero e proprio Rinascimento di questi vini, grazie alla lungimiranza e alla fiducia che i produttori hanno riposto in questa terra investendo nella viticoltura nonostante essa sia oggettivamente impegnativa per la conformazione morfologica del territorio”. 

Durante la conferenza stampa alla Sala della Gran Guardia si è parlato degli elementi che stanno alla base della filosofia AIS come cre­scita, unione e aggregazione, capacità di comunicare il valore delle idee e l’autorevolezza delle tradizioni non solo tra sommelier ma anche con produttori, giornalisti e opinion leader, ma soprattutto si è parlato del programma delle due giornate, articolate in quattro aree principali: l’area degustazione con gli espositori di vino, l’area relax & food, con degustazioni di eccellenze gastronomiche, le sale degustazioni e – nello spazio Alcatraz – un’area interamente dedicata all’olio extravergine italiano di cui Fausto Borella, presidente dell’Accademia Maestro d’olio, degustatore e docente AIS, curerà l’esposizione e la degustazione. Particolarmente fitto dunque il ca­lendario dell’evento fiorentino: sabato 16 novembre alle 10.00 sarà l’Assemblea Nazionale a fare da ouverture alla manifestazione, prima dell’apertura delle porte al pubblico per una lunghissima sessione di degustazione libera che andrà avanti fino alle 22.Sabato sarà anche la giornata del convegno su “Clima e Vino” con illustri ospiti, dove si parlerà dell’incidenza dei mutamenti climatici nelle varie fasi della maturazione dell’uva e quin­di sulla qualità del vino. Domenica mattina dalle ore 10 alle ore 12 grandi nomi e celebrities saranno invece protagonisti della tavola rotonda su “Wine Trend”: personaggi del mondo della cultura, dell’imprenditoria, della musica, dello sport che si sono innamorati del mondo del vino e che hanno compiuto la coraggiosa scelta di iniziare a produrlo nelle tenute di proprietà o acquisendo ex novo terreni su cui praticare la viticoltura. In entrambe le giornate, alle degustazioni libere si affiancheranno due degustazioni guidate di grandi vini italiani e internazionali, due incontri con altrettanti sommelier noti per la loro professionalità che racconteranno la loro esperienza in giro per il mondo e il valore di questa professione, l’AIS Wine School, degustazioni guidate di olio extravergine di oliva e uno “Spazio Libero” a disposizione dei produttori che vorranno promuovere con eventi ad hoc i propri vini.

 

Ufficio Stampa AIS Toscana

 

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti & C.

 

Tel 335 6130800 – 320 6434045

 

Email marzia.morganti@gmail.com

 

Presentazione di libri e show cooking – Cristina

Dal 21 al 23 Giugno 2013, a Genova, debutta la prima edizione del Salone del Libro e delle Eccellenze  Enogastronomiche “Sapori da Sfogliare” che si prepara a diventare un appuntamento fisso con il mondo della enogastronomia italiana “mangiata, scritta e parlata”.

Uno spazio dedicato a operatori del settore: produttori alimentari, editori, autori di pubblicazioni, associazioni, consorzi, accademie e scuole di cucina, e chiunque sia protagonista attivo della crescita del comparto agroalimentare tenendo sempre alto il livello del “Made in Italy”.

Workshop, incontri letterari, itinerari e percorsi di degustazione, tutte iniziative che nei tre giorni della fiera avranno un unico comune denominatore: il gusto.

In questo microcosmo di eccellenze enogastronomiche italiane, saranno parte integrante le presentazioni dei libri di cucina e di vini, di tradizioni agroalimentari , di curiosità, di storia e cultura enogastronomica… per tutti i gusti.

 

LARGO AI BLOGGER

Il Salone “Sapori da sfogliare” ha voluto dare spazio alle nuove forme di comunicazione e ai suoi protagonisti: i blogger, o meglio, in questo caso ai foodblogger. C’è un vero e proprio esercito di foodblogger italiani che spopola sul web, sono le menti di siti gettonatissimi sia dagli addetti ai lavori (ristoratori, giornalisti enogastronomici, produttori alimentari…) sia da chi ha poca fantasia in cucina. Per i foodblogger, il cibo è davvero il nutrimento dell’anima e sempre più spesso capita che questo grande amore si trasformi in qualcosa di più, in un vero e proprio lavoro. E’ così che i migliori, quelli che sanno farsi amare dagli internauti, si trasformano in consulenti enogastronomici, autori di guide gourmand e food photographer. Sapori da sfogliare li ha coinvolti e, alcuni di loro, saranno presenti al salone per presentare i loro libri, le loro esperienze e per esibirsi in coinvolgenti ed interessantissimi show cooking: davanti ai fornelli daranno il meglio di sé, interagendo con il pubblico e creando un vero e proprio spettacolo dela cucina!

Ecco alcuni interventi. 

 

Venerdì

Ore 15.30  Largo ai Blogger- Giulia Scarpaleggia autrice del libro ‘I love Toscana’ – Presentazione del libro e Show Cooking

Giulia Scarpaleggia si definisce sognatrice e ottimista. Uno dei suoi sogni è divenuto realtà con l’apertura di Juls’ kitchen che l’ha trasformata, in pochi anni, in una food blogger a tempo pieno, fra le più seguite in Italia. Vive in Toscana ed è appassionata di cucina sin da quando era bambina.

Collabora con riviste e aziende per lo sviluppo di ricette e organizza corsi di cucina toscana per stranieri e italiani.

Giulia presenterà il suo ultimo libro ‘I love Toscana’ a Sapori da Sfogliare e si esibirà in uno showcooking.

 

Ore 16.30  Largo ai Blogger- Francesca Varisco e Sonia Piscicelli autrici del libro ‘Il Pasto Nudo’ – Presentazione del libro

Il pasto nudo

Sin dal suo concepimento ‘il pasto nudo’ è stato pensato per acquisire consapevolezza attraverso l’alimentazione. Le conoscenze importanti che riguardano il cibo sono state lentamente perse negli anni: Sonia Piscicelli crede sia fondamentale recuperarle e saperle padroneggiare.

Il suo blog parla di ‘cibo consapevole’:
- carne, latte e uova che provengono da animali allevati senza l’utilizzo di sostanze sintetiche di alcun genere, senza cibo OGM, all’aria aperta e al sole e in generale nel più assoluto rispetto per le inclinazioni di ogni singolo animale
- frutta, verdura e cereali coltivati in regime di permacultura o simili, piccoli appezzamenti senza l’aiuto di concimi e diserbanti sintetici, e possibilmente neanche naturali, allo scopo di preservare (e dove possibile, migliorare) lo stato del terreno nel quale vengono coltivati
- acqua con un residuo fisso molto basso e priva di metalli inorganici

Venerdì 21 giugno 2013 Francesca Varisco, che insieme all’autrice Sonia ha curato la pubblicazione, presenterà il libro sulla cucina consapevole a Sapori da Sfogliare.

 

Sabato

Ore 15.30  Largo ai Blogger- Veruska Anconitano autrice del libro ‘La Cucina a modo mio’ – Presentazione del libro e show cooking

La cuochina sopraffina

33 anni, romana trapiantata a Dublino: è ‘La Cuochina Sopraffina’, ma anche e soprattutto Veruska Anconitano.

Dal novembre 2010 il suo foodblog è uno dei più seguiti in Italia anche se -come lei stessa afferma- Veruska non presenta molti dei tratti caratteristici della foodblogger classica: non ha rubato il posto a sua nonna in cucina a quattro anni; non vive circondata dalle verdi campagne; non mangia solo prodotti a Km zero o bio; non prepara tutto quello che usa per cucinare; non sa fare fotografie.

Il successo del suo blog è dato da ricette semplici, veloci e molto gustose, proposte in due versioni: classica e senza glutine.

 

Ore 16.30  Largo ai Blogger- Francesca Martinengo, giornalista, autrice del libro ‘Fornelli in Rete. La Cucina italiana dei foodblog’ (ed. Malvarosa) Presentazione del libro

Fornelli in rete. La cucina italiana dei foodblog

I foodblog: ovvero come ti servo e cucino piatti raccontandoli sul web. Il fenomeno arriva in Italia nei primi anni 2000, un movimento all’inizio quasi clandestino e per pochi ‘eletti’ che ben presto cresce e diventa il modo più pop ed easy per parlare di cibo e cucina nello sterminato mondo della rete. Proprio in un Paese come il nostro, dove il ‘fattore C’ ha sempre avuto un ruolo sociale e culturale di primaria importanza, il mondo dei foodblog è divenuto un punto di riferimen- to, oltre che per gli addetti ai lavori (chef, giornalisti), anche per tutti i semplici appassionati (foodies) di enogastronomia, di tutte le età e che nella vita fanno altro (caso classico il commercialista), ma che vogliono saperne di più su materie prime, ingredienti, cotture, produttori, territorio… Oggi i foodblog, con il loro linguaggio semplice e immediato, le fotografie curate ma non ‘patinate’ di piatti e tavole apparecchiate che potrebbero essere quelle della cucina di casa nostra, riescono ad avvicinare quotidianamente migliaia di followers. Gli argomenti? Ricette con i prodotti di stagione, spunti di cucina attinti dai viaggi, dai libri, dagli incontri con i grandi chef… ma anche la cucina di casa, le ricette semplici della nostra infanzia rivedute e corrette con pochi tocchi di creatività. E ancora: consigli per l’acquisto ‘giusto’, trucchi per una cena last minute, ingredienti di stagione e a km zero… Tutti temi sui quali i consumatori, sempre più attenti e interessati, vogliono essere continuamente informati. Questo libro vuole essere un’istantanea di questo fenomeno: un guida, da nord a sud, degli oltre 50 foodblog italiani più significativi, con focus sulle/sui blogger e sulle loro specializzazioni: c’è l’appassionata di dolci, c’è chi realizza solo primi piatti, c’è chi ha fatto di necessità virtù e ha costruito un blog con sfiziose ricette per quanti soffrono di intolleranze alimentari… Insomma, un piccolo vademecum per orientarsi nella navigazione fra questi web – diari di cucina

L’autrice

Francesca Martinengo. Toscana (anzi, versiliese di Forte dei Marmi), vive e lavora da sempre a Torino, città che ama moltissimo. Laureata in Lettere Moderne, autrice e giornalista, si occupa di comunicazione di progetti relativi alla promozione del territorio attraverso la cultura materiale, l’enogastronomia e i protagonisti dell’alta ristorazione e del mondo food (leggi: chef & foodblogger). Collabora con diverse riviste e magazines, per i quali firma articoli e rubriche legate ai viaggi, al lifestyle e al food. Ama il mare, leggere, e in particolar modo il contatto con la gente che porta a scoprire sempre cose nuove e meravigliosamente inaspettate. Odia la monotonia, la mancanza di creatività, e di entusiasmo… adora la leggerezza e l’ironia ‘intelligenti’.

 

SALOTTO DI BAROLO&CO

La società editrice Sagittario di Agliano Terme (Asti) pubblica la rivista trimestrale Barolo & Co., che divulga a livello nazionale le produzioni, la storia, le tradizioni, la cultura e il paesaggio del vino e degli altri prodotti tipici del Nord-Ovest (Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta).

Negli ultimi anni alcuni volumi hanno accompagnato la rivista nella descrizione di alcune eccellenze piemontesi: la cucina autentica di Asti; il tartufo nero come nuova risorsa della gastronomia locale; i primi 50 anni delle doc del vino in Italia, una storia soprattutto piemontese.

Le presentazioni di questi volumi si svolgono a “Sapori da sfogliare”nel salotto di Barolo & Co., compreso nell’area degli espositori piemontesi.

 

Venerdì

Ore 11.00  Salotto di Barolo & Co. – Presentazione del libro

Figli dei territori – 50 ANNI DI DOC DEL VINO, UNA STRATEGIA ITALIANA

Nella storia italiana contemporanea ha una rilevanza particolare la legge 930 del

1963, istitutiva delle denominazioni di origine dei vini, cui fa riferimento per diritto e per orientamento culturale tutto il sapere odierno in materia di qualificazione dei prodotti, di economia del gusto, di valorizzazione dei territori di eccellenza del nostro paese. La sigla doc è così entrata nella consapevolezza degli italiani, da diventare di fatto un aggettivo qualificativo di cose e persone, un neologismo sinonimo di carattere esemplare e di stile di vita. “Figli dei territori” nasce per celebrare questa ricorrenza (cinquant’anni in cui i vini doc italiani sono passati da 1.158.461 ettolitri a 13.063.000 ettolitri, circa il 28% del totale enologico nazionale).

Orgogliosi del proprio lavoro editoriale sono i promotori, coordinati da Andrea Desana (figlio del senatore che curò la prima norma delle doc e poi presiedette il Comitato apposito), Angelo Arlandini, Elio Archimede, Vittorio Camilla, Giusi Mainardi, Ettore Ponzo. Sono tutti piemontesi, ma del resto l’apporto dei pensatori piemontesi (Dalmasso, Marescalchi, Calissano, Ratti) fu fondamentale per il programma legislativo delle denominazioni d’origine dei vini, approdato infine alla legge 164 firmata dal ministro Giovanni Goria.

Il libro è realizzato a cura del Comitato promotore del cinquantenario delle doc, del circolo culturale Ottavi e dell’editore Sagittario, in collaborazione con Regione Piemonte e Vignaioli Piemontesi. In 128 pagine presenta un’analisi sullo scenario internazionale del vino a cura dell’OIV, una serie di opinioni a confronto sull’esperienza delle doc firmate da oltre 30 protagonisti del panorama enologico italiano (produttori, enologi, giornalisti, studiosi, pubblici amministratori) e una documentazione sulle doc, docg e igt riconosciute, regione per regione.

 

 

 

Ore 15.00 Salotto di Barolo & Co. – Presentazione del libro

‘L’altro tartufo del Piemonte’ – Una strategia per la coltivazione programmata del ‘nero’ in collaborazione con il Centro Nazionale Studi sul tartufo. Partecipano Giacomo Oddero e Mario Palenzona

Nero Piemonte: il tartufo da coltivare e cucinare

Un manuale completo su un prodotto sempre raccolto ma poco utilizzato in Piemonte. I tecnici insegnano a coltivarlo e i cuochi a cucinarlo, in vista di una nuova interessante stagione gastronomica subalpina.

Appuntamento a “Sapori da sfogliare” con chef e giornalisti a confronto.

Se ne parlava di più nelle cucine reali dei Savoia e ai tempi dell’avvio dell’Unità d’Italia, centocinquant’anni fa, poi il tartufo nero, amatissimo dalla cucina aristocratica, è molto sceso nell’interesse dell’era borghese, a vantaggio del tartufo bianco. Questo, che da 80 anni viene celebrato da una fortunata fiera di valore internazionale ad Alba, ha finito per assumere la denominazione della città langarola, diffondendo il profumo del suo mito a livello mondiale.

La vicenda regressiva del tartufo nero è stata una perdita per la gastronomia piemontese, che in questi ultimi anni si è limitata a “grattare” il bianco sui pochi piatti che lo consentono, invece di seguire le buone pratiche di impiego del nero in cottura. Ma il business del Nero Piemonte è continuato in questi anni, malgrado la disattenzione dei cuochi, e si ripropone ora con grande evidenza.

Infatti si è anche consolidata una ricerca scientifica, condotta soprattutto dalla società IPLA, compartecipata e finanziata dalla Regione Piemonte, che in 40 anni ha messo a punto per il Nero Piemonte tecniche di coltivazione guidata e assistita nelle aree collinari e montane.

Il libro dell’editore Sagittario “L’altro tartufo del Piemonte” in 320 pagine ricorda miti e leggende, le citazioni letterarie e i dati di mercato di questo comparto speciale e approfondisce due temi di fondo: la coltivazione del Nero Piemonte e il suo corretto impiego in cottura, con 110 ricette firmate da cuochi piemontesi e non. Gli autori sono il giornalista Elio Archimede, il direttore del Centro Nazionale Studi Tartufo Mauro Carbone, la scrittrice Cetta Berardo, il ricercatore Mario Palenzona direttore fino a ieri dell’IPLA, e Sergio Maria Teutonico, docente di cucina.

Un manuale didattico d’interesse per più professioni, con tempi diversi di utilizzo: un cuoco può immediatamente operare, partecipando a questa nuova stagione gastronomica piemontese, mentre un coltivatore di tartufi neri dovrà spendere i prossimi 7-8, anche 10 anni a preparare il terreno, a piantare alberi, a curare l’ambiente, ma con prospettive certe e abbastanza interessanti (ai prezzi attuali oltre 2 mila euro di utile netto ad ettaro).

Gli autori auspicano questo sviluppo che sarà colturale ma anche culturale, perché crea una professione nuova per il Piemonte, di nuova agricoltura integrata al turismo e all’artigianato. Se il fenomeno si consolida, ne ricaveranno beneficio non soltanto l’economia rurale piemontese, ma anche l’ambiente e la coscienza ecologica, perché il NERO pretende lavoro di governo di questi terreni marginali e soprattutto tutela del territorio.

 

Sabato

Ore 10.00 Salotto di Barolo & Co. – Presentazione di 

‘A lecca’, rivista-annuario della Valle Impero (Imperia), dove si concentra il meglio della produzione dell’olio di oliva taggiasco. A cura dell’Associazione omonima.

Ore 12.00  Enoteca e cultura del territorio. A Canale: grandi cuochi del mondo presentano il loro orto

Ore 15.00Murazzano, un ambiente e la cultura del formaggio, in collaborazione con il Comune e con il Consorzio di Tutela

 

Domenica

Ore 11.00  Salotto di Barolo & Co. – Presentazione del libro

Codice della cucina autentica di Asti – seconda edizione

800 ricette create nelle cucine della provincia di Asti

La prima edizione del CODICE DELLA CUCINA AUTENTICA DI ASTI è stata una rivelazione editoriale oltre che un bel momento diorgoglio dellaprovincia piemontese. Erano 700 ricette e molta storia del cibo e della cultura materiale, ora se ne aggiungono circa 100 nuove, che portano il totale delle ricette censite a circa 800, insieme ad ulteriori approfondimenti sulla carne di razza Piemontese, sui vini speciali di queste colline, su ortaggi unici, sul pane, sulla pasticceria e su una grande competenza di ristorazione.

La prima edizione del Codice aveva anche ottenuto due importanti riconoscimenti culturali: il primo, dal concorso “Libri da gustare” promosso dall’Associazione culturale Ca dj’Amis di La Morra, che ogni anno nel corso del Salone del Libro di Torino segnala una serie di opere sulla gastronomia e l’alimentazione; il secondo dal concorso internazionale “Gourmand World Cookbook Awards 2007”: la giuria internazionale (un americano, uno svedese e due francesi) su un totale di oltre 6.000 titoli, aveva attribuito il primo posto al Codice della cucina autentica di Asti tra tutte le raccolte italiane di ricette nella categoria Best Easy Recipes Book.

 

Tanti sono stati i riconoscimenti ottenuti dalla prima edizione che è stata quindi realizzata una seconda edizione, integrando la prima raccolta di 680 ricette e portandole a 761 ricette, di cui soltanto 85 sono delle varianti; per la precisione: 141 antipasti, 129 primi piatti, 22 tipi di agnolotti, 46 piatti unici, 190 secondi, 168 dolci, 40 prodotti della dispensa, 25 soluzioni per la “merenda sinoira”. Soltanto per gli antipasti si registrano 144 ingredienti, le materie prime complessive sono 325.

La nuova edizione si presenta con una serie di indici per nome, per materia prima, per genere di piatto che la rendono un manuale obbligatorio per lo scaffale di chi lavora per la tavola di qualità e per gli appassionati.

 

Ore 15.00   Salotto di Barolo & Co. – Salvatore Marchese, recensore di ristoranti e autore dei libri ‘Benedetta Patata’ e ‘Cucina di Lunigiana’

 

 

 

AMORE DI VINO

 

Sotto il titolo “Amore di Vino” l’autrice Ilaria Bertini, figlia d’arte nel settore vitivinicolo, legge alcuni passaggi delle sue opere, edite da DeAgostini, dedicate a tre dei dei vini più ambiti e conosciuti delle terre del Piemonte: Barbera, Barlolo e Passito di Stremi. La lettura sarà inframezzata dai commenti dell’autrice e di uno tra i più quotati giornalisti del settore che accompagnerà piacevolissime ed accurate degustazioni dei vini che hanno ispirato i libri.

 

Venerdi 

Ore 18.00  

‘Barbera, passione rossa’ Ed. DeAgostini – Lettura, commento e degustazione a cura dell’autrice Ilaria Bertini

 

Sabato 

Ore 11.30 e 18,30  

‘Tra le colline del Barolo’ Ed. DeAgostini – Lettura, commento e degustazione a cura dell’autrice Ilaria Bertini

Domenica

Ore 11.00 e 17,30  

‘Il Passito di Strevi’, Ed. DeAgostini – Lettura, commento e degustazione a cura dell’autrice Ilaria Bertini

Amore DiVino

Ilaria Bertini è nata a Torino nel 1989. Dopo il liceo classico ha conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Torino. Attualmente sta svolgendo un master in giornalismo scientifico e ambientale alla Lincoln University, nel Regno Unito.

Coltiva una grande passione per le tematiche ambientali e sociali, alle quali si è dedicata negli anni di studio universitario. Inizia a scrivere nel 2007 e, con la collaborazione del padre enologo, pubblica Il Passito di Strevi (2008) e Tra le colline del Barolo (2009), entrambi editi da De Agostini.

 

 

 

STARBOOKS LAB

Sabato

Ore 11.00  STARBOOKS LAB – ‘Libri di cucina alla prova del fuoco. Le ricette dei libri di cucina verificate ogni mese sul web. Oltre la grafica, oltre la foto, dalla parte di chi cucina per davvero’. Al suo interno recensione del libro di Sergio Rossi ‘La Cucina dei Tabarchini’ – Sagep Editore alla presenza dell’autore e dell’editore

 

MONDADORI ELECTA

Sabato

Ore 12.00 Presentazione del libro di Fabio Picchi  ‘Ostriche Rosse per Napoleone’ Mondadori-Electa

 

COMUNE DI ANDRIA

La Puglia, grazie al Comune di Andria -attivissimo a Sapori da sfogliare con appuntamenti teatrali, degustazioni, aperitivi e dimostrazioni- si presenta con un libro che farà innamorare il pubblico.

Sabato

Ore 18.00  Presentazione del libro ‘Buon Vento – Viaggio nel Gusto’ Luoghi e protagonisti per scoprire la Puglia – parteciperà l’autrice Sabrina Merolla – presso lo Stand del Comune di Andria– GAL Casteldelmonte

 

MONDADORI

Sabato

Ore 19.00 Aperitivo Mondadori – Le autrici Daniela Vitta, Enrica Melossie Caterina Giavotto, presentano il volume ‘Cucina con il trucco’ e offrono un aperitivo gustoso e furbo.

Per chi di corsa o distratta, alle prese con un invito a cena, si trova davanti al supermercato nel giorno di chiusura; e, soprattutto, vuole fare bella figura anche se la maionese fatta a mano rimane un insondabile mistero e la cottura a puntino una meta inarrivabile.

Non siamo Cracco né Bastianich e non parteciperemo mai a Master Chef, ma con i nostri consigli anche i più impreparati potranno trovare spunti per fare un figurone in breve tempo e senza fatica, conquistando amici, fidanzati e fidanzate in un batter d’occhio!

Daniela Vitta 

Regina della comunicazione (sulla sua agenda anche il cellulare di Gorbaciov), generosa e pronta a tutto. Mitica l’organizzazione dei suoi viaggi – si porta il parmigiano e l’olio extravergine anche in Africa – parla correntemente sei lingue, con chiunque incontri.

Enrica Melossi

Intrepida, è passata spericolatamente dall’iconografia alla gastronomia: la fortuna aiuta gli audaci!  Si sposta in metropolitana e in treno, spesso non giungendo a destinazione, ma trova sempre il modo di organizzare cene improvvisate con gli amici.

Caterina Giavotto

Editor di cucina per professione, cuoca per passione, buddista per vocazione. Nel tempo libero suona il pianoforte, prepara dolci di ogni tipo e accudisce gerbilli. Viaggia di preferenza nei deserti del mondo e non si perde mai.

Acquistando il libro aiuterai CasaOz di Torino (www.casaoz.org) e Vidas di Milano (www.vidas.it), due Associazioni Onlus che si occupano rispettivamente di aiutare i bambini malati e le loro famiglie, e di assistere gratuitamente a domicilio e in hospice i malati terminali. Le autrici infatti devolvono interamente il loro compenso a queste due associazioni.

RAI ERI

Sabato

Ore 19.00  Presentazione del libro di Fabio Picchi ‘Soffriggo per te’ – Rai Eri. Sarà presente l’autore

 

MERENDA SINOIRA

A “Sapori da sfogliare” si scoprono anche le antiche tradizioni dei vari territori italiani: è il caso della “Merenda sinoira”, antica tradizione contadina, di origine piemontese.

La “Merenda sinoira” è un pasto pomeridiano che, per l’abbondanza degli alimenti rispetto a una normale merenda, tende a sostituire la cena (per questo “sinoira” o «cenoira»). 

D’estate, dovendo lavorare i campi anche dopo il tramonto, i contadini organizzavano delle chiassose e ricche merende, sul tardo pomeriggio. Al ritorno dal lavoro in campagna, o dalla caccia, quando il sole iniziava appena a tramontare, si era soliti fermarsi per fare ancora “due parole” a casa dell’uno o dell’altro vicino. Le donne di casa offrivano un boccone di quel che c’era di già pronto, mentre si accingevano a preparare la cena vera e propria.

Quindi nei cortili e sotto i pergolati, arrivavano formaggi, salumi, carne cruda in insalata, acciughe al verde, frittate e anche qualche carpione; e poi pane casareccio e un pintone di barbera a completare il tutto.

Da questa base poi si è partiti man mano per arrivare a soluzioni più ricche, specialmente al giorno d’oggi, quando la Merenda sinoira non è più un’improvvisazione al ritorno dal lavoro, ma un evento conviviale organizzato in piena regola.

Oggi, la “Merenda sinoira” ha luogo solitamente nei giorni di festa e vi regnano sovrani i formaggi e i salumi, ma può completarla qualsiasi altra specialità, dolce o salata … purché tipicamente piemontese. Insomma gli Americani con il loro brunch si sono svegliati tardi!

 

Sapori da sfogliare propone una full immersion in questa gustosissima tradizione piemontese abbinata alla presentazione e alla lettura teatrale del libro “Bacialè”. 

ll bacialè’ è Il sensale piemontese. L’antesignano delle agenzie matrimoniali. Un personaggio folkloristico, di fiducia che conosceva tutti e tutto nelle varie borgate limitrofe e si prendeva l’incarico di far convolare a nozze i single di un tempo, quando ancora venivano chiamati signorini e signorine.

 

Sabato

Ore 17.30  Merenda Sinoira con la lettura teatrale del libro ‘Il Bacialè’ di Fermo Tralevigne, con la ‘musica’ e i cibi delle Langhe

Merenda Sinoira

Ognuno ha una storia da raccontare, se c’è qualcuno capace di ascoltarla.

E tutti, ogni giorno, possono avere una ragione per morire, ma anche una ragione per vivere.

In una valle di collina, vicino a un piccolo paese delle Langhe, intorno alla ricerca di un uomo sparito, si dipanano le storie di persone apparentemente qualunque, ognuna delle quali però svela qualcosa di speciale, che riempie il racconto di mistero, emozione, sorrisi, tristezza, felicità.

Ognuno di loro racconta la sua storia al maresciallo Scarcella, anche lui un personaggio sorprendente, arrivato su quelle colline della Calabria per fare solo il carabiniere, ma poi trasformato, più per necessità che per intenzione, in un combinamatrimoni, un bacialè.

 

 

 

L’autore: Fermo Tralevigne, noto alcuni anni fa ai lettori con il nome di Felice Travaglio, ritorna con questo secondo romanzo, ambientato nuovamente negli anni sessanta del Novecento, per raccontare con ironia e disincanto una nuova vicenda corale, nella quale le voci si sovrappongono ma non si confondono. La cinquantina non è ancora finita, e ci sono ancora molte storie da raccontare.
Appuntamento a tutti alla prossima storia… chissà e al prossimo pseudonimo.

 

 

Incontri e seminari – Suggerito da Cristina

Il cibo è piacere, è nutrimento, è salute, ma è anche cultura, storia, tradizioni… poi è sviluppo, è turismo, è futuro.

Questi e molti altri temi verranno trattati nell’ambito dei seminari e degli incontri che si terranno alla Fiera di Genova, al Salone del libro e delle eccellenze enogastronamiche “Sapori da sfogliare”, dal 21 al 23 giugno 2013.

Oltre alla presenza di editori e produttori dell’agroalimentare che espongono prodotti e libri, “Sapori da sfogliare” offre un ricco programma di incontri letterari, appuntamenti con la tradizione enogastronomica e degustazioni. 

La fiera propone una vastissima scelta di libri dedicati a cucina, prodotti, vino, olio, territori e itinerari dei sapori. 
Ed è proprio collegato a questi temi che si sviluppa una nutrita proposta di appuntamenti per crescere.

Venerdi 21 giugno al termine dell’inaugurazione  si terrà la conversazione dedicata a “La comunicazione delle eccellenze. Nuovi modi di sfogliare gusti e luoghi” curata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio e condotta dalla giornalista Egle Pagano. Obiettivo dell’incontro è quello di aiutare le imprese a valorizzare l’agroalimentare italiano, adottando forme e formule di comunicazione vincenti.

 

Alle 17.00  il Presidente dell’Accademia Carlo Montrucchio, l’Amministratore Delegato di Piemonte Risorse srl Marco Cavaletto  e il giornalista RAI Orlando Perera  interverranno nel corso del Seminario ‘Il recupero e la valorizzazione delle ricette autentiche della tradizione piemontese’. 

 

Sabato 22 alle 18.00, verrà dato spazio al Convegno ‘Naturaid Energy Water’: un valore aggiunto per la tua salute’ un’acqua che sgorga da una fonte effervescente naturale (Fonte San Lorenzo – Terme di Bognanco nella Provincia del Verbano, Cusio, Ossola) che è tra le più antiche registrate in Italia (1923) ed è caratterizzata per essere la n. 1 in Europa per il contenuto di magnesio (356 mg/lt) e la n. 1 in Italia per il contentuo di bicarbonato (1997 mg/lt). Il magnesio è un elemento di fondamentale importanza per gli sportivi, ma non solo: anche nella vita quotidiana l’uso corretto di magnesio è generalmente indicato in caso di stati carenziali, per cui la “NATURAID ENERGY WATER” può consentire un perfetto ed immediato recupero sia fisico sia mentale.

Ad illustrare le caratteristiche, le potenzialità e le modalità di fruizione di quest’acqua saranno:

il prof. Attilio Giacosa (Direttore Scientifico del Dipartimento di Gastroenterologia del Gruppo Sanitario ‘Policlinico di Monza’), la prof.ssa Mariangela Rondanelli (Professore in Nutrizione Clinica. Università di Pavia), e il dott. Antonio Germano (Amministratore Delegato ABEKOM srl). Orlando Perera, giornalista RAI, modererà il convegno.

 

Domenica dalle 10.30 alle 12.30  le conversazioni vertiranno su: ‘Il cibo buono, biologico e solidale’ e ‘Vie Sacre:  cibo per il corpo, nutrimento per l’anima’ – a cura di Città del Bio.

 

Ancora domenica, alle 17.00 l’appuntamento è “Di pane, di vino, di olio. Liguria del gusto tra passato e presente”. Conversazione del gusto con Umberto Curti, autore del volume “Il cibo in Liguria dalla preistoria all’età romana”.

L’incontro con Umberto Curti, saggista di marketing, formatore ed etno-gastronomo, è occasione per scoprire o riscoprire alcune delle più antiche tradizioni gastronomiche regionali, dalla farinata alle salse nel mortaio. 

Ore 13.00  Inaugurazione Stand del Comune di Andria – GAL Casteldelmonte, destinato a visitatori, buyers e media. A seguire ‘Happy oil, wine and cheese!’, degustazione di prodotti caseari andriesi

 

 

A Sapori da sfogliare domanda e offerta si incontrano sotto l’insegna del prestigioso Made in Italy e delle sue eccellenze. Sono previsti anche incontri B2B tra gli espositori e buyers italiani e stranieri del settore, giornalisti e tour operators.

 

 

 

 

Distretto della sedia: Design tra passato e futuro – Biblioteca della Moda

2032_newsletter_up.jpgMartedì 9 aprile 2013

Martedì 9 aprile è lieta di ospitare la presentazione del libro

 

Distretto della sedia: Design tra passato e futuro

 

Edizioni Franco Angeli.

 

 

Interverranno :

Anna Lombardi, autrice del libro e 

Giusto Maurig, presidente di Italian Chair District.

Modererà l’incontro Alessandra Beltrame, che presenterà la proiezione del filmato “Cjadreis” da lei diretto.

 

 

Ore 18,30

 

presso

 

Biblioteca della Moda 

 

Via Alessandria n°8

 

20144 Milano

 

 info@bibliotecadellamoda.it tel (+39) 02 83311200 / 211 

www.bibliotecadellamoda.it 

  

 

Incontro sul tema “La cittadinanza europea”

26 marzo 2013

L’Università della Terza Età di Acquaviva opera da 14 anni nel campo della promozione socio culturale delle persone in età adulta. Nel corrente anno accademico vanta 440 soci ordinari iscritti ai circa 50 corsi ordinari, tenuti da altrettanti docenti volontari. Oltre all’ordinaria attività corsuale, organizza durante l’anno vari seminari di studi su tematiche di attualità o per celebrare eventi o personaggi celebri locali o di levatura nazionale o internazionale.

Uno spunto alla programmazione lo fornisce quest’anno l’Unione Europea con la promozione dell’Anno Europeo che per il 2013 è dedicato alla “Cittadinanza Europea” e con il conferimento del Nobel per la pace all’Europa (Oslo 10.12.2012)

E’ proprio su tale tematica che si terrà il prossimo seminario, martedì 26 marzo con inizio alle ore 18,00. 

Uno spunto alla programmazione lo fornisce quest’anno l’Unione Europea con la promozione dell’Anno Europeo che per il 2013 è dedicato alla “Cittadinanza Europea” e con il conferimento del Nobel per la pace all’Europa (Oslo 10.12.2012)

E’ proprio su tale tematica che si terrà il prossimo seminario, martedì 26 marzo con inizio alle ore 18,00.

Il relatore sarà il Prof. Ennio Triggiani, docente del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e Responsabile scientifico dello “Europe Direct Puglia”, Centro di Informazione creato dalla Commissione europea per fornire un agevole accesso alle informazioni in tutti i settori di attività dell’Unione Europea.

Le tematiche che l’U.T.E. di Acquaviva dovrà affrontare in seguito, in corsi specifici e seminari saranno: La nascita e la struttura dell’Europa; l’Europa e i problemi dell’economia e della finanza; Europa, crogiolo di culture e popoli perché tramite la conoscenza si attivi il ruolo di cittadino europeo e si rafforza il senso di identità dell’adulto maturo e responsabile.

Il seminario si terrà presso la Sala “Prof. Cesare Colafemmina” di Palazzo De Mari, sede del Municipio di Acquaviva delle Fonti.

La Sala si trova al piano terra e si accede dall’atrio interno del Palazzo De Mari.

L’ingresso all’atrio è di fronte al Palazzo Vescovile che, a sua volta, si trova a fianco della Cattedrale.

 

 

Dott.ssa M. Irene Paolino

Europe Direct Puglia

Sportello informativo dell’Unione europea

Università degli Studi di Bari Aldo Moro

c/o Teca del Mediterraneo

Via Giulio Petroni, 19A I-70124 Bari (IT)

(: +39 080 5402786

*: europedirect@bcr.puglia.it

:: http://biblioteca.consiglio.puglia.it/europedirectpuglia

Descrizione: cid:image003.jpg@01CD9A68.651120B0facebook.com/europedirectpuglia

Cinque Diamanti DiWineTaste

Prestigiosa degustazione verticale di tre annate di San Leonardo, vino d’eccellenza della Tenuta San Leonardo: si inaugura la stagione 2013 dei seminari “Cinque Diamanti DiWineTaste”,sette vini d’eccezione che provengono dall’antico sapere

Il primo appuntamento del 2013 si svolgerà a Milano

il 12 marzo alle ore 19.30 presso Viola Enoteca con i vini della Tenuta San Leonardo:

Vette di San Leonardo 2012, Terre di San Leonardo 2009, Villa Gresti 2006, Villa Gresti 2001,

San Leonardo 2006, San Leonardo 2001, San Leonardo 1996.

 

 

Milano, 26 febbraio 2013 – Con DiWineTaste, pubblicazione mensile di cultura e informazione enologica, prosegue la serie di seminari di successo dedicati alla degustazione dei vini da “Cinque Diamanti”, vini che vantano il massimo punteggio conferito dalla Guida della rivista, oggi più che mai, orgoglio dei produttori enologici.

Il primo seminario che apre il 2013, si inaugurerà il 12 marzo alle ore 19.30 a Milano, presso Viola Enoteca, e sarà completamente dedicato all’illustre cantina Trentina Tenuta San Leonardo, nota a livello mondiale per il prestigioso San Leonardo, vino capace di competere e vincere il confronto con i più grandi vini del mondo.

Il seminario vedrà l’eccezionale degustazione in anteprima del Vette di San Leonardo 2012, al quale seguirà il Terre di San Leonardo 2009, il Villa Gresti 2006 e il 2001, e si concluderà con un’esclusiva e straordinaria verticale del celebre San Leonardo, che abbraccerà 10 anni dell’evoluzione di questo grande vino, nelle annate 1996, 2001 e 2006.

Antonello Biancalana, direttore di DiWineTaste, condurrà l’incontro di degustazione con la collaborazione del Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, figlio del Marchese Carlo, proprietari della Tenuta San Leonardo dal 1724. Gli esperti accompagneranno i partecipanti lungo il viaggio dell’assaggio sensoriale e dell’approfondimento di sette nobili vini della Cantina trentina, con annate dal 1996 fino al 2012 e saranno avvolti dall’affascinante narrazione di una storia che ha le sue radici antiche e nobili, del territorio estremo sud del Trentino, in Vallagarina e delle sue uve.

I sette vini degustati e oggetto dell’incontro saranno il Vette di San Leonardo 2012, Terre di San Leonardo 2009, Villa Gresti 2006, Villa Gresti 2001, San Leonardo 2006, San Leonardo 2001, San Leonardo 1996.

La degustazione dei primi tre vini, prevederà l’abbinamento di piatti espressamente studiati da Antonello Biancalana e preparati dallo chef di Viola Enoteca, così da esaltare gli eccezionali sapori e profumi del calice.

“Inaugurare il ciclo di seminari 2013 Cinque Diamanti con un nome di così alto prestigio come Tenuta San Leonardo e la verticale del loro eccezionale San Leonardo, con la presenza del Marchese Anselmo Guerrieri Gonzaga, è certamente uno straordinario evento che desidero condividere pienamente con gli amanti del vino che seguono DiWineTaste da 10 anni.” – dichiara Antonello Biancalana, fondatore e direttore di DiWineTaste – “Un incontro di così alto livello a Milano è un augurio per proseguire con successo tutti i prossimi eventi in programmazione ispirati ai grandi nomi dell’enologia italiana che desidero far conoscere agli appassionati della bevanda di Bacco e a chiunque abbia a cuore il prestigio della qualità e del buon vino”.                                                                         

La Tenuta San Leonardo (http://www.sanleonardo.it) è stata fondata nel 1724 là dove un tempo sorgeva il monastero dei Frati Crociferi, da allora è sempre appartenuta alla stessa famiglia e oggi è proprietà del diretto discendente il Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga. La tenuta, situata in Vallagarina, estremo sud del Trentino, comprende in tutto 300 ettari di cui 25 destinati a vigneto: vi sfilano Cabernet Sauvignon, Carmenère, Cabernet Franc e Merlot, vitigni in parte già presenti fin dalla fine dell’800 ai quali i Guerrieri Gonzaga hanno sempre affidato la loro aspirazione a produrre vini che si distinguessero per equilibrio ed eleganza.

Luogo: Viola Enoteca, Via Pavia 6/2 – Milano http://www.violaenoteca.com

 

Data: 12 marzo 2013

 

Orario: 19.30

Durata: 2 ore circa

Costo partecipazione/persona: €32,00

Il seminario è a numero chiuso e la prenotazione è obbligatoria al link:

 

http://www.diwinetaste.com/italiano/Eventi.php?t=d&m=s&id=82

 

DiWineTaste

È una pubblicazione mensile online di cultura e informazione enologica in italiano e in inglese, che conta una media di 155.000 lettori al mese. Diretta e fondata nel 2002 da Antonello Biancalana, a oggi ha recensito oltre 4200 vini e 200 distillati. Da più di 10 anni organizza mensilmente per i propri lettori eventi enogastronomici con le più importanti cantine e birrifici d’Italia, oltre a seminari di degustazione e di cucina. Nel settembre 2012, pubblica la propria app per smartphone e tablet Android. Da ottobre 2012, DiWineTaste apre il proprio canale podcast in italiano e inglese. http://www.diwinetaste.com

 Contatti:

Ufficio stampa:

GiffoniPR – PR&Communications

Elena Giffoni

 

M: +39 347 2626681

E: elena.giffoni@giffonipr.com

 

Elena Giffoni

PR&Communications

Elena.giffoni@giffonipr.com

http://www.giffonipr.com

http://vizualize.me/Elenagiffoni

http://it.linkedin.com/in/elenagiffoni

http://www.facebook.com/elena.giffoni

http://twitter.com/#!/elena_giffoni

Skype: Lagiffa

M: +39 3472626681

 

Iscrizioni al BarnunIt, BuckleyIt, Report e ZuckerIt

Scadono il 25 gennaio le iscrizioni per BarnunIt, BuckleyIt, Report e ZuckerIt, i quattro laboratori di Giornalismo e Comunicazione voluti da Teca del   Mediterraneo.

Giornalisti, operatori della comunicazione, fotoreporter, copywriter e art director, forniranno agli studenti delle scuole superiori che frequentano le classi quarte e quinte,  gli strumenti per comunicare in modo corretto ed efficace.

Particolare rilievo sarà dato alle tematiche legate all’Europa e all’applicazione delle tecniche di comunicazione in ambito europeo.

L’iscrizione gratuita al laboratorio potrà  essere fatta online entro il 25 gennaio 2013,

nella sezione eventi di http://biblioteca.consiglio.puglia.it  oppure inviando l’adesione  all’indirizzo e-mail: comunicazione@bcr.puglia.it.

Gli studenti, nelle date stabilite dal calendario, potranno scegliere tra:  BarnunIt per il laboratorio di ufficio stampa, BuckleyIt  per il laboratorio di giornalismo, Report  per il  Laboratorio di Comunicazione Istituzionale ed      infine ZuckerIt per il laboratorio di Social Media.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il progetto Lettera 22 e il      calendario delle sessioni su http://biblioteca.consiglio.puglia.it

Per informazioni 080.540.27.15 – fax 080.540.2775   Twitter: @TecaMediterrane – YouTube: Teca del Mediterraneo – Facebook:    Biblioteca Cons. Reg. Puglia. www.biblioteca.consiglio.puglia.it

 Infopoint del Consiglio Regionale della Puglia

Servizio Biblioteca e Documentazione, Comunicazione Istituzionale del

Consiglio

Via Giulio Petroni 19/A 70124 Bari (Italy)

Tel: +390805402772

Fax: +390805402775

Email: infopoint@bcr.puglia.it

Sito Web: http://biblioteca.consiglio.puglia.it

 

Tavola rotonda sul tema “Comunicare il cibo” al Forum sul cibo e la nutrizione – Ufficio stampa Barilla Center for Food and Nutrition

28 e 29 novembre 2012

Barilla Center for Food and Nutrition da quattro anni organizza il Forum sul cibo e la nutrizione

In occasione della nuova edizione del Forum   che si terrà in Bocconi i prossimi 28 e 29 novembre, segnaliamo la tavola rotonda sul tema “Comunicare il cibo. Il ruolo di scrittori, chef e blogger” che ci sarà il 29 novembre , alle ore 17.  

Un tema decisamente attuale e sarà affrontato da esperti di vari settori, che discuteranno su quale sia, in particolare, il ruolo dei nuovi media come veicolo informativo e quali gli impatti di questo nuovo strumento di conoscenza sulle scelte alimentari e sulla comunicazione del cibo, anche tra i più giovani.

Tra i relatori, ti segnaliamo la presenza di Mitchell Davis, il vice presidente di “the James Beard foundation”, l’associazione che difende e promuove l’identità culinaria americana al fine di migliorarne la conoscenza e l’apprezzamento nel mondo.

Interverrà anche la chef e blogger turca Defne Koryürek che racconterà la sua esperienza.

SALA A

17.00 – 18.30 COME COMUNICARE IL CIBO. IL RUOLO DI SCRITTORI, CHEF E BLOGGER

Modera: Franca Roiatti – Giornalista, Panorama, Italia

Massimo Montanari – Professore di Storia dell’Alimentazione, Università di Bologna;

advisor, Barilla Center for Food & Nutrition, Italia

Mitchell Davis – Cookbook author and food journalist; Vice Presidente, The James Beard Foundation, USA

Carlo Antonelli – Direttore, Wired Italia

Defne Koryürek – Chef e Attivista su tematiche alimentari, Turchia

Potete seguire gli interventi anche in streaming al sito www.barillacfn.com

http://www.barillacfn.com/forum/forum-2012/

 

Burson Marsteller

Via Tortona, 37 20144 Milano

+39 02.72143531  – +39 349.7668037  

www.Burson-Marsteller.it

Girolio D’Italia 2012, Giro di Boa a Cerreto Sannita – Ufficio Stampa Nazionale Girolio d’Italia 2012

Un momento del convegno a Cerreto Sannita.jpgPaesaggio olivicolo in primo piano nel convegno sul marketing territoriale

E’ andata in scena questa mattina a Cerreto Sannita, in provincia di Benevento, la tappa di metà percorso del Girolio d’Italia 2012, la staffetta del gusto organizzata dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio in collaborazione con i coordinamenti regionali. Una tappa contraddistinta da due appuntamenti importanti: l’Assemblea Annuale delle Città dell’Olio e un interessante convegno su “Il Paesaggio olivicolo come strumento di marketing territoriale”, L’incontro, moderato dal direttore de Il Denaro Alfonso Ruffo, si è aperto con i saluti del Sindaco di Cerreto Sannita Pasquale Santagata il quale ha  ringraziato i delegati dell’ Ass. Nazionale Città dell’Olio “per aver scelto Cerreto Sannita quale unica tappa campana di Girolio 2012”, evidenziando come “il Comune di Cerreto Sannita sia rinomato per la sua storia e la sua arte, pur con un’ispirazione sostanzialmente agricola, legata alla pregevole produzione olivicola”. Dopo di lui, ha preso la parola il Presidente del Gal Titerno Aurelio Grasso che ha invece ribadito “il valore che ha per il nostro territorio l’olio d’oliva e la vite, un potenziale da sfruttare in termini di attrazione turistica. Esiste la necessità di tutelare la figura dell’olivicoltore e di valorizzare il paesaggio olivicolo nella sua totalità”.  Il giro degli interventi è iniziato con Enrico Lupi, Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, che ha gradito l’entusiasmo, la professionalità e la passione con cui Cerreto Sannita ha accolto il passaggio di Girolio 2012, evidenziando la necessità di valorizzare gli uliveti come bene economico che dev’essere riconosciuto dalla Comunità Economica Europea: “Il campo di conquista è vastissimo, visto che oggi solamente il 3,8% dei consumatori mondiali consuma l’olio d’oliva, ma bisogna puntare sull’agricoltura perché rappresenta il nostro futuro”.

 

A seguire, gli interventi di Angelo Lumelli sulla programmazione europea e dell’Assessore all’Agricoltura della Provincia di Benevento Carmine Valentino, che ha definito l’olio di oliva “punta di diamante del settore agroalimentare sannita e punto di forza del sistema economico regionale”, la presentazione del progetto de “Il marchio di qualità territoriale della Provincia di Benevento” con gli interventi di Elio Mendillo, amministratore delegato GAL Titerno – che ha illustrato il percorso necessario alla creazione del marchio d’area Terra Sannio, fondamentale per un’immediata identificazione del territorio e per la promozione delle attività economiche e produzioni tipiche del settore alimentare e dell’artigianato del Titerno –  e Gennaro Masiello, presidente CCIAA Benevento. In chiusura, la presentazione del nuovo portale a cura della responsabile comunicazione web dell’Associazione Città dell’Olio Natascia Maesi e le conclusioni di Pietro Foglia, presidente commissione agricoltura Regione Campania, che ha lanciato un invito alla cooperazione tra le piccole realtà economiche locali.

Al termine del convegno, la firma della Pergamena simbolo di Girolio 2012, filo conduttore concreto che, trasferito di città in città, racconta l’Italia e anche Cerreto Sannita, attraverso la riscoperta dei migliori oli extravergine.

 

Ufficio Stampa Nazionale Girolio d’Italia 2012

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini

Tel  335 6130800       – Tel  320 6434045       Email marzia.morganti@gmail.com

www.cittadellolio.it – www.martecomunicazione.com

 

Referente per la comunicazione della tappa campana del Girolio d’Italia 2012

Raffaella Vitelli – Tabularasa Eventi

Email: info@tabularasaeventi.net

 

 

La cultura e la catastrofe – Siena

convegno.jpgMercoledì 21 novembre 2012

Presso il Foyer del Teatro dei Rinnovati di Siena

Una giornata per riflettere su come attraverso la produzione di saperi e arti si può risorgere dalle macerie. In programma dalle 17.30 in poi, un incontro pubblico e la proiezione del documentario “Rebirth, storia della rinascita di Tuzla” 

“La cultura e la catastrofe” è questo il tema del convegno che si terrà mercoledì 21 novembre alle 17,30 presso il Foyer del Teatro dei Rinnovati di Siena. Un incontro pubblico, organizzato da MOTUS per riflettere su come anche le più terribili catastrofi – in natura e nella storia dei popoli – possono trasformarsi in occasioni di rinascita. Attraverso la costruzione di una “memoria della crisi” si compie il riscatto che risiede nella capacità di non ripetere gli stessi errori. E della memoria – del terremoto dell’Aquila così come della guerra nei Balcani che ha messo in ginocchio città come Tuzla – la narrazione, il racconto attraverso l’arte è parte essenziale, che ci restituisce  la drammaticità della tragica fine ma al tempo stesso anche la bellezza di un nuovo inizio. All’incontro parteciperanno Raffaele Morabito (Università degli Studi de l’Aquila) che interverrà sul tema “Il gran tremore. L’ Aquila e altri terremoti”, Roberto Venuti (Università degli Studi di Siena) con un intervento centrato su “Catastrofi della natura e catastrofi della storia”, Orlando Paris (Università degli Studi di Siena) con una relazione su “Sismografie Ritornare a l’Aquila mille giorni dopo il sisma”, Antonio Vannini (Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei”) con un intervento dal titolo “Studiamola bene” e Tiziana Tarquini (Visionaria) che relazionerà sull’esperienza del festival “Cineterra – il cinema si occupa di ambiente”. Seguirà la proiezione del documentario-intervista “Rebirth, storia della rinascita di Tuzla”, realizzato con il contributo di: Provincia di Siena, Assessorato alla cooperazione internazionale Comuni di Siena, Assessorato alla Cooperazione Internazionale. E con il sostegno di Comune di Tuzla, Regione Toscana e Comune di Siena. Nell’occasione sarà allestita anche la mostra fotografica “..e or siam fatti sterpi” di Carlo Pennatini. 

Il convegno “La cultura e la catastrofe” rientra nel quadro delle iniziative del Patto per il Riassetto del Sistema Teatrale della Toscana ed è realizzata con il sostegno del Comune di Siena e della Regione Toscana in collaborazione con l’Università degli Sudi di Siena, Facoltà di Lettere e Filosofia. L’incontro è inserito nel Progetto di Residenza Artistica della Compagnia MOTUS presso i Teatri Comunali di Siena.

 Promozione MOTUS

P.tta Don A. Perucatti, 5

53100 Siena, Italy

Tel. e Fax: 0577 286980

Mob. +39 347 1758248

www.motusdanza.it

 

Il primo “Cinque Diamanti DiWineTaste” concluso con successo

Seminario_CinqueDiamanti_DiWineTaste_bassa.jpgIl primo “Cinque Diamanti DiWineTaste” concluso con successo
apre le porte ai prossimi appuntamenti
 
Bere vino in modo consapevole diventa passione grazie a DiWineTaste.
 
Milano, 14 novembre 2012 – DiWineTaste, pubblicazione mensile di cultura e informazione enologica, ha inaugurato con grande successo i seminari Cinque Diamanti DiWineTaste per enoappassionati, avviati domenica 11 novembre a Milano.
 
Il primo appuntamento, svolto con grande passione, ha visto come ospite d’onore e di eccezione, il grande Sagrantino di Montefalco della cantina Arnaldo Caprai, che più volte è stata capace di conquistare il massimo riconoscimento dalla commissione di degustazione di DiWineTaste.
 
I vini oggetto del seminario sono stati il Montefalco Rosso Riserva 2007 – da uve Sangiovese, Sagrantino e Merlot – il Sagrantino di Montefalco Collepiano 2008 e il Sagrantino di Montefalco 25 Anni 2007.
 
I due Sagrantino, degustati con la tecnica comparativa, hanno consentito ai partecipanti di comprendere le caratteristiche principali della grande uva rossa di Montefalco, mettendo in risalto come un solo chilometro di distanza fra i vigneti – e le diverse condizioni ambientali, microclimatiche ed enologiche – possano portare alla creazione di due vini molto diversi da loro, nonostante entrambi prodotti con la stessa uva. Il seminario e la degustazione dei vini sono stati condotti da Antonello Biancalana, che ha inoltre illustrato le principali tecniche di degustazione sensoriale e la loro applicazione al Sagrantino.
A raccontare il territorio di Montefalco e l’uva Sagrantino, il dott. Mattia dell’Orto, responsabile dei programmi di ricerca della cantina Arnaldo Caprai. Il seminario ha avuto come protagonisti, non solo due Sagrantino, ma anche l’altro prestigioso rosso che si produce in questo territorio: il Rosso di Montefalco. Mattia dell’Orto ha condotto i partecipanti alla scoperta della grande uva di Montefalco, sottolineando le sue qualità uniche e storiche, fra queste, la caratteristica dominante del Sagrantino e del suo elevato contenuto di polifenoli, e come questi influiscano le fasi viticolturali, enologiche e sensoriali. Il percorso di studio ha inoltre trattato la storia della cantina, ripercorrendo le fasi che hanno consentito ad Arnaldo e Marco Caprai di raggiungere i più ambiti e prestigiosi traguardi a livello planetario. Questo successo, ottenuto da una brillante lungimiranza viticolturale e imprenditoriale, è stato raggiunto anche grazie dalla pluridecennale collaborazione con il Dipartimento di Produzione Vegetale dell’Università Statale di Milano e al lavoro svolto dalla squadra di ricerca guidata dal prof. Leonardo Valenti.
 
DiWineTaste
È una pubblicazione mensile online di cultura e informazione enologica in italiano e in inglese, che conta una media di 155.000 lettori al mese. Diretta e fondata nel 2002 da Antonello Biancalana, a oggi ha recensito oltre 4100 vini e 200 distillati. Da più di 10 anni organizza mensilmente per i propri lettori eventi enogastronomici con le più importanti cantine e birrifici d’Italia, oltre a corsi di degustazione sensoriale. Nel settembre 2012, pubblica la propria app per smartphone e tablet Android. http://www.diwinetaste.com.
 
Contatti:
Ufficio stampa:
GiffoniPR – PR&Communications
Elena Giffoni
M: +39 347 2626681
E: elena.giffoni@giffonipr.com

Convegno “Riprendiamoci l’economia” – Soncino (CR)

Venerdì 23  novembre 2012

Ufficio turistico comune di Soncino 
Largo Salvini – Soncino (CR)
0374 83188 340 6611257
per info sul sito:
www.soncino.org/
turismo@comune.soncino.cr.it