L’arte del tempo a Monaco Le nuove collezioni di Century Time Gems al Crem Club

barrL’arte del tempo a Monaco Le nuove collezioni di Century Time Gems al Crem Club

A Monaco, per amanti e collezionisti di orologi, il tempo è un’arte che potrebbe essere il claim di un trend, tendenza che fa impazzire signore e signori chic e vip in cerca di oggetti design dei loro desideri, architetti glamour, o semplicemente appassionati in cerca di accessori con le lancette.
Il Century Time Gems Event, luxury brand svizzero, ha presentato le nuove linee di orologi di prestigio da donna, accessorio di tendenza, presso l’esclusivo Crem Club di Monaco, ospitando l’artista Lorena Baricalla.
“Sono stata affascinata dall’universo della Century Time Gems, che mi è stato dettagliatamente spiegato da Nicole Chuat, communication manager del brand – ci racconta Lorena Baricalla – la quale ha saputo trasmettermi tutta la passione, l’arte e la Dragon_Stone_672.7.S.13.66.WDC_1-300x469[1]precisione che si cela nella realizzazione di ogni pezzo. Gli orologi di Century Time sono dei veri e propri gioielli che fanno riflettere anche sul senso del tempo, infatti la tecnologia è di moda ed io che sono abituata, nella danza, a calibrare ogni gesto e ogni attimo, ho chiesto se per me potevano creare un orologio che regalasse 48 ore al giorno!
Artista a 360°, Lorena Baricalla, moltiplica la sua presenza fra i mille impegni portando avanti una carriera di etoile e coreografa, attrice e cantante nonché di produttrice di nuovi progetti di entertainement.
Attualmente Lorena è stata richiesta per un progetto cinematografico in America nel ruolo da protagonista che dovrebbe debuttare a breve. E’ in previsione anche la sua partecipazione a febbraio ad una trasmissione televisiva su una rete nazionale francese. Inoltre sta divulgando il proprio metodo d’insegnamento della danza classica, la Méthode Russe de Monte-Carlo de Lorena Baricalla ed i suoi esami riuniranno Prime_Time_606_7_Q_A1_13_15D_QZN_1-300x469ad Aprile, nel Principato, numerosi giovani ballerini provenienti dalle scuole affiliate.
“Al Century Time Gems Event ho ritrovato Federica Nardoni Spinetta, a capo della Camera della Moda di Monaco ed organizzatrice della Fashion Week di Monaco con la quale abbiamo ammirato le creazioni della Century ed in particolare la linea PrimaDonna ispirata alla Pompadour, la favorita di Luigi XIV”.
E Lorena Baricalla, leggera come una farfalla, è sempre un ospite gradita, sia perché famosa, sia per i suoi outfit, guardati e copiati da tutti, la sua è la voglia di descrivere una donna più sensuale, più disponibile a mettersi in gioco, meno severamente imprigionata in tailleur austeri, che diventano all’improvviso più sciolti, dinamici, gentili, disponibili a descrivere una sensualità del resto mai repressa. Come sempre molto stylish, Lorena ha indossato in questa occasione un abito da sera blu di Eles Italia, giovane brand italiano, mentre l’hair style è stato curato da Daniele Rao Parrucchieri.

A Belgrado la “24 Hours of Elegance “

palazzo Bianco a belgradoA Belgrado la “24 Hours of Elegance ”
Si è rinnovato, alla sua sesta edizione, l’appuntamento delle “24 Ore di Eleganza” a Belgrado dal 9/11 settembre, con un Gala di apertura, di quello che è considerato uno degli eventi europei più glamour, presso il Palazzo Bianco a Belgrado. La manifestazione si snoda come un viaggio affascinante tra collezioni e suggerimenti delle aziende più importanti italiane, la moda e il fashion tramandati attraverso generazioni e il loro impegno, segnali di lusso nell’elegante ambiente principessa Katharina di Jugoslavia e Cris Eggerdel Palazzo Bianco di Belgrado, da sfondo la bellezza incantata della sua storia, e di scena un patrimonio di manodopera eccezionale, per una scenografia creata dalla Degorsi Luxury Consulting 24 Sata Elegancije, Alexandre Djordevic e Cristina Egger, che ripercorrono insieme, lui con la sua grande classe ed charme e lei, bella ed elegante in un abito couture di Roxana Pansino Couture e calzature di Duccio Venturi Bottier nero e oro, una storia di genialità, artigianalità e lavoro manuale, soprattutto una storia di Famiglie italiane che hanno radicato il senso del Madame Cris Egger Rolls Royce interni giallo Hermes shoes Duccio Venturi Bottiermade in Italy. La sesta edizione della 24 Ore di Eleganza di Belgrado ha fatto della capitale serba, proprio nel periodo delle sfilata in tutto il mondo, un punto importante , dove l’attenta regia della Degorsi, spaziando da abiti e calzature, design, arte, gioielleria e orologi, auto d’epoca e whisky e champagne, oltre ad un intermezzo charity di un asta di beneficenza di prodotti offerti da aziende italiane a favore della Fondazione Lifeline Organizzazione Umanitaria della Principessa Katherina di Jugoslavia; infatti nel corso degli anni, Lifeline ha fornito elementi quali le macchine a ultrasuoni neonatali, unità mobili di mammografia, radiologia formazione del personale medico, letti elettrici per unità di terapia intensiva e dispositivi per i bambini con problemi di udito e computer per gli orfani. L’asta ha visto la “coffa” siciliana di Tizzini aggiudicata da un ospite giapponese.
Nella serata di venerdì 9 settembre, al Palazzo Bianco e alla presenza del Principe ereditario di Serbia Alessandro e alla principessa Katherina, è stata presentata la mostra asta x la coffa di Tizzini“Maestri dell’Eccellenza” dedicata all’ Italian Style e al fatto a mano, in particolare le aziende di Milano, protagoniste del grande show, la sartoria A. Caraceni, la calzoleria Rivolta, la camiceria Siniscalchi e il Lanificio dei Fratelli Cerruti, serata bagnata dallo Champagne G.H. MUMM; la serata organizzata in partnership con il Gran Casinò di Belgrado, con il supporto della Federazione serba di auto storiche (FIVA), della Città di Belgrado, del Museo dell’Automobile e dell’Ufficio Turistico di Belgrado, ha visto come protagonista Zenith, la celebre Maison svizzera presente con i suoi segnatempo, in particolare con El Primero 36.000 VPH Classic Car, erede del primo cronografo automatico della storia dedicato al mondo delle auto storiche, un segnatempo in cui tradizione ed eleganza trovano la loro perfetta sintesi.
Una serata di così alta classe ed eleganza è stata “bagnata” da ottimi drink, con il sottofondo di una grande musica: Ken Lindsay, Chivas international brand ambassador ha sfilata Roxana Pansini scalinata palazzo reale (1)seguito gli ospiti in una degustazione del famoso whisky, mentre il talentuoso pianista italiano Alessandro Martire scandiva con le sue note lo stile e il glamour della sfilata del brand Roxana Pansino Couture, ospitata per la prima volta sulla scalinata del Palazzo Bianco, in una notte che poteva sembrare una favola con abiti di sogno in una location piena di storia.
E la parte maschile e sportiva della 24 Hours of Elegance esprime la sua allure con una esposizione di spettacolari auto d’epoca, veri gioielli, evento che, da quest’anno, è stato inserito alla lista dei prestigiosi eventi Unesco – criteri di evento FIVA – punto di riferimento Cris Egger Alexander  Dijordevic e Pupi D'Angieri ambasciatore Belize in Italia e Vaticanoper l’automobilismo mondiale: il 10 settembre si è svolto il Degorsi Memorial Grand Prix 1939 nel Parco di Kalemegdan, il più importante evento automobilistico, che ha preso nome da un famoso e storico Grand Prix per le strade di Belgrado nel 1939.
L’evento ha avuto il suo culmine nella giornata di sabato dove collezionisti provenienti da tutta Europa hanno presentato auto storiche, i loro gioielli, e con lo Zenith Concours d’Elegance 2016, premio  a cui hanno partecipato cinque esclusive vetture di altrettanti collezionisti: Corrado Lopresto, Paolo Bianchi, Alfredo D’Angieri, Franco Lombardi e Saso Hrovat. La premiazione si è tenuta davanti al Gran Casinò con l’assegnazione del Chivas Best Show 2016.
Cris Egger abito Roxana Pansino shoes Duccio Venturi Bottier (2)Organizzazione: Degorsi Luxury Consulting 24 Sata Elegancije, Alexandre Djordevic e Cristina Egger,
www.degorsi.com
Crediti ph: Edoardo Tranchese I Fotografi
Press: Cristina Vannuzzi

Carte Blanche to Maddalena Rocco

logo scontornatoCarte Blanche to Maddalena Rocco

Dal 5 dicembre 2015 e rimarrà visibile fino al 23 gennaio 2016

Carte Blanche to Maddalena Rocco presso Design-E- Space

Oltre ai gioielli per il corpo verranno esposti i gioielli per la tavola, frutto di un lungo progetto, che alcuni di voi han visto nei disegni, e che ora ha preso corpo.
La mostra inaugura il 5 dicembre 2015 e rimarrà visibile fino al 23 gennaio 2016. Dal martedì al sabato dalle ore 14 alle ore 19.
Se riuscirete a vincere il timore di recarvi in luoghi duramente colpiti, vi consiglio di fare una capatina alla Galerie, nel troisième arrondissement, presso il Marais.

Design-E- Space
rue de Forez, 6 bis a PARIGI.

maddalenarocco@gmail.com

Compleanno di favola a Montecarlo Luxury Showcase per i 25 anni del Monaco Yacht Show

flavia cannata alberto adonai e cris egger (1)Compleanno di favola a Montecarlo  Luxury Showcase per i 25 anni del Monaco Yacht Show

Montecarlo non ha bisogno di presentazioni, racchiude tutta una serie di elementi che ne fanno una location da favola abbinando il mare che la circonda, quasi a proteggerla, la Rocca dove vive la Famiglia Reale, il ricordo affascinante di Grace Kelly, il Casinò, capolavoro del celebre architetto Charles Garnier. costruito nel 1863, l’aria retrò dei grandi alberghi che ricordano la Belle Epoque, e da secoli Montecarlo vive, emoziona e affascina, coniugando l’estensione del pensiero che si tramuta in magia.

Ogni evento ha un fascino speciale e La DeGorsi Luxury ha presentato la Luxury Showcase per festeggiare i 25 anni del Monaco Yacht Show, al Palais de La Scala, evento che, sotto l’abile regia di Cris Egger, ha scompigliato le carte, e portato la modernità di grandi aziende e artigianato di lusso, creando un ponte joao Rolo (1)immaginario tra la “24 ore dell’eleganza” appena terminata a Belgrado e la Luxury Showcase a Montecarlo.

Dal ticchettio delle scarpine di favola di Duccio Venturi Bottier, che, a Belgrado, hanno ammaliato il pubblico si arriva, come un filo rosso che coniuga l’artigianato couture, ad Alberto Adonai, anche lui un creativo di sogni, scarpe che è quasi un peccato mettere per terra, tanto sono preziose e glamour, i suoi gioielli firmati da un celebre fotografo, Patrick Varotto…..per un evento “bagnato” dai vini toscani di Fassati, uno splendido Nobile Montepulciano Riserva, che ha riscaldato i cuori, 2 modelle che indossavano gli abiti del talento portoghese Joao Rolo, aon shooting del fotografo Patrick Varotto su maestose Rolls Royce d’epoca.

irina Koshkina ph Ermin BjorkmanL’organizzazione di Cristina Egger, ormai famosa cool hunter, coadiuvata da Flavia Cannata, è stata precisa e accurata nel trovare aziende che hanno fatto bella mostra delle loro produzioni, capolavori di alto artigianato, dettagli couture, materiali, abilità artigiana per definire uno stile unico, una mostra armoniosa nei dettagli: i cappelli di Irina Koshkina, utopia definirlo cappello, ma gioco, divertimento, creatività, trasgressività, accenti unici per definire la donna che indossa queste creazioni, modista couture, decisamente un capriccio, adorabile!
Ma la Egger riesce ancora a stupirci inserendo altre mani, altro genio, altri talenti veri, come Haveney, un “made in France” che racchiude tutto il glamour della moda parigina, abbinando i gioielli di Essenze Gioielli, ricerca, colore, preziosità, accenti moderni incantevoli, e poi Joao Rolo, non abiti ma sogni reali su modelle bellissime immortalate dagli scatti della fotografa Ermin Bjorkman, che ha rubato l’anima di questo talentuoso stilista portoghese fissandola nei suoi shooting, haveney 1 (1)scattando foto ironiche su una Rolls Royce d’epoca davanti ad un maestoso Hotel Hermitage, la bella Epoque che guarda estatica, abiti, accessori, gioielli, la couture studiata, per ogni abito un accessorio creato da Rosamaro, borse ed infine Saritz….ma avrà mai fine il talento di Cristina Egger per scoprire a sua volta nuovi talenti?????Ecco Saritz, studi a Londra e Roma per approdare alla corte di Fausto Sarli, dopo la teoria la pratica, per vestiti perfetti fatti di punti e cuciture, colori, accostamenti armoniosi di materiali diversi, Saritz è veramente l’arte.

Press: cristina.vannuzzi@gmail.com
Organitation by Cris Egger & Aleksander Djordjevic
Ph: Patrick Varotto
Ph: Ermin Bjorkman

Una 24 di eleganza, glamour e solidarietà a Belgrado…

sebastiano Di RienzoUna 24 di eleganza, glamour e solidarietà a Belgrado…….
Lifeline Organizzazione Umanitaria è stata la protagonista dell’evento charity al Palazzo Reale alla presenza di Sua Altezza Reale il Principe Alexander e Sua Altezza la Principessa Katherine di Serbia, con la presenza insolita ma emblematica del Principe Emanuele di Savoia, parente della famiglia reale, nella veste di stilista della sua nuova linea di Tshirt.
La raccolta fondi è stata a favore delle equipe mediche pediatriche degli ospedali in Serbia. Per oltre 30 anni, cioè sin dall’anno di fondazione – nel 1980 – ad opera di Bob e Gretchen De Voe, Lifeline Christian Mission ha ridato speranza e risposte ai bisogni spirituali e fisici delle persone di ogni parte del mondo, coinvolgendo in prima persona personalità dagli Stati Uniti e dal Canada.
Nel 1993 la Principessa Katherine fonda Lifeline Organizzazione Umanitaria con sede _MG_3783oknegli Stati Uniti (Chicago e New York), Canada (Toronto), Regno Unito (Londra) e in Grecia (Atene), ma la nostalgia per il suo paese è forte e quando le Altezze Reali tornano a Belgrado, nel luglio 2001, è stato naturale espandere le loro attività umanitarie.
All’inizio di agosto 2001 nasce la Fondazione di Sua Altezza Reale la Principessa Katherine, perché, come afferma Sua Altezza “Non ci sono confini alla sofferenza umana perché razza ed etnia con contano. Con la Fondazione abbiamo ampliato le attività verso le istituzioni culturali, scuole e università includendo borse di studio ed inoltre cerchiamo di migliorare la comunicazione tra studenti ed esperti _MG_4221okprovenienti da paesi stranieri. Altre attività importanti sono la raccolta di fondi per le apparecchiature mediche che noi consegniamo a numerosi ospedali. E poi noi cerchiamo di offrire cose utili ai bambini, oltre ai regali: migliaia di bambini provenienti da orfanotrofi in tutto il paese sono ospiti presso il Palazzo Reale ogni Natale e Pasqua per cercare di farli sentire meno soli in questi giorni in cui si riuniscono le famiglie di tutto il mondo intorno ad un albero di Natale. Nel corso degli anni, Lifeline ha fornito elementi quali le macchine a ultrasuoni neonatali, unità mobili di mammografia, radiologia formazione del personale medico, letti elettrici per unità di terapia intensiva, e dispositivi per i bambini con problemi di udito e computer per gli orfani. In Serbia c’è un disperato bisogno di attrezzature e forniture mediche, purtroppo il paese sta affrontando una grande crisi nel settore sanitario, in Europa la Serbia ha uno dei più alti tassi di cancro al seno”.
_MG_4036okLa Principessa, instancabile nel suo progetto di charity, in occasione dell’evento 24 ore di Eleganza a Belgrado ha coinvolto alte personalità del mondo imprenditoriale e importanti sponsor come Martell Chivas Zenith e Mumm, oltre alla presenza del rappresentante della Camera Buyer Italiana Giampiero Molteni, da sempre un importante supporto agli eventi italiani, soprattutto quelli del PITTI Fashion Frames, oltre ai brand italiani Duccio Venturi Bottier, Stefano Bemer, Pasquale Bruni gioielli, Prince Tees di Emanuele di Savoia, la Sartoria fiorentina Liverano, l’Antica Barbieria Colla di Milano, gli abiti del Museo Capracotta del maestro sartore Sebastiano Di Rienzo Couture, oltre ai make up di HM di Luciano e Miriam Carino, e i magici shooting di Edoardo Tranchese oltre ad un prezioso parterre di auto d’epoca del Club Rolls Royce di Montecarlo per un evento unico nel suo genere, un serata che ha visto una cena placè al Palazzo Reale; l’evento, organizzato da Alexander Djordjevic e Cristina Egger, è una dimostrazione che il mondo del glamour, la moda e l’eleganza si dedicano con generosità alla solidarietà e alla beneficenza.
Press: Cristina Vannuzzi
HM Make-up Italy di Luciano e Miriam Carino
Foto by Edoardo Tranchese
Organitation by Cris Egger & Aleksander Djordjevic
WWW.24HOURSOFELEGANCE.COM

Concours D’elegance & Salon of Excellence a Belgrado

tshirt donnaConcours D’elegance & Salon of Excellence a Belgrado

Zenith presenta
24 ore di eleganza- Concours D’elegance & Salon of Excellence
a Belgrado, powered by Chivas- Palazzo Reale di Belgrade, 11-13 settembre.
La quinta edizione della manifestazione glamour “Zenith 24 ore di Elegance – Concours d’Elegance & Salon of Excellence powered by Chivas” , evento esclusivo fondato da Alex Djordjevic in collaborazione con Cristina Egger, della DeGorsi Excellence advisory, si terrà il prossimo 11/13 settembre a Belgrado presso il Royal White Palace il Palazzo Reale con il patrocinio di Sua Altezza Reale il Principe Ereditario Alessandro e la moglie principessa Katherine, supportato dal duccio venturi bottierGrand Casinò di Belgrado.
Dopo 4 edizioni, dato l’enorme successo della manifestazione, questa quinta edizione, da 24 ore, passerà alla durata di 3 giorni, nei quali si evidenzierà il talento di Cristina Egger e Alex Djordjevic, cool hunter “scopritori di talenti”, aziende nuove oppure già affermate, un Team sempre alla ricerca in tutto il mondo di brand unici, artigianato di alto target, prodotti di nicchia, e, celebrando l’alta qualità, si riuniscono il famosissimo marchio dei orologi ZENITH con il 150 anniversario del loro movimento ed El Primero con MARTELL cognac, che celebra 300 anni della storia.
La loro mission è quella di insegnare la bellezza del fashion, diffondere l’eleganza, con i suoi codici, i simbolismi, le sue dietrologie, proprio come se fosse un dictat, una filosofia, da capire e in cui immergersi per ritrovarsi arricchiti.
Occhiali OP Mood di Luca Pagni.Il Salone dell’Eleganza, nato da 5 anni, proprio per “educare” i visitatori, sceglie l’alto Artigianato come icona di approfondimento culturale per suggerire il concetto di una moda che, in questi tempi, non è mai stata meno superficiale. Lo si intuisce certo dalla selezione di brand effettuati da Alex Djordjevic e Cristina Egger, rigorosi e puntuali nelle loro scelte, in relazioni ai brand scelti e presenti alla manifestazione, stagione dopo stagione, sempre più ricchi di novità italiane e straniere con un focus sull’artigianalità che combatte l’idea di un abbigliamento omologato e di poca qualità creando un’interessante selezione di designer che portano freschezza e attualità, rendono omaggio alla cultura Italiana.
A Belgrado la parte del leone la fanno sicuramente le aziende italiane, che evidenziano stile, artigianato e creatività del made in Italy.
antica barbieria collaUna delle prime uscite al pubblico per Prince Tees, per una capsule collection di t.shirt di cachmere, un gioiello imprenditoriale creato e pensato da Emanuele di Savoia ed Enzo Fusco, una partnership che propone la figura del principe in una inedita veste imprenditoriale: “Ho accolto l’invito di Cristina Egger e sono bel felice di partecipare a questo evento in Serbia, paese con il quale la famiglia Savoia è legata, sia per storia che per parentela”.
Lusso ed eleganza per Pasquale Bruni Gioielli e le sue creazioni delicate e raffinate, la cura del design che evidenzia la tradizione italiana, tecniche ormai secolari fatte rigorosamente a mano, ogni gioiello rappresenta l’espressione più elevata del made in Italy sartoria Liveranoe il lavoro dei maestri orafi; Duccio Venturi Bottier, un talento arrivato dalla Marche, una sensibilità naturale per capire che, anche se l’abito può essere low cost o meno appariscente, sono proprio le scarpe che rimangono il vero accessorio fashion, la donna che si riappropria della propria femminilità, “ritorna sui tacchi” e torna ad essere l’oggetto del desiderio che fino dal Medio Evo è sempre stata. La Sartoria Fiorentina Liverano, per un gentleman, un uomo perfetto, rimasto ai tempi che “vestirsi” voleva dire indossare e non coprirsi frettolosamente, un insieme di elementi….il taglio, la stoffa, le fodere, le cuciture, i bottoni, le asole, che costituisce un mondo racchiuso in un capo, un capo spalla, la sartoria di capi da uomo, poi, sempre da Firenze, Stefano Bemer, un marchio storico per scarpe fatte a mano, la storia di un artigiano prematuramente scomparso e il proseguo delle sue idee portate avanti dai nuovi proprietari, la Scuola Del Cuoio in Santa Croce, Tommaso Melani e il nipote Filippo Parri: il brand Stefano Bemer che ha attirato vip e attori, che arrivano da tutto il mondo per scoprire le sue magiche scarpe, e tutto il mondo che le circonda, tomaie, tacchi, pellame antica barbieria colladi grande qualità, cere, aghetti, un mondo infinito, unico e segreto, il segreto del “fatto a mano”, segreti che all’estero forse conoscono prima di noi, infatti ebbe una grande risonanza sulla stampa che l’attore Daniel Day-Lewis, Film del 1992 “L’Ultimo dei Mohicani”, in cura per un esaurimento, fosse arrivato in Italia per uno stage nel suo laboratorio dell’Oltrarno, un ciabattino di lusso!!!!
Sempre italiana l’Antica Barbieria Colla, di Milano, una “bottega” storica e non un negozio, come ama chiamarla il suo proprietario, Franco Bompieri, che ti fa vedere una Milano che non c’è più: entri in questo santuario dell’eleganza e ti sembra di vedere quella Milano degli spazzini di “Miracolo a Milano”, quella dei ladruncoli e degli immigrati di “Rocco e i suoi fratelli”, per finire con la Milano raffinata do Luchino Visconti, Franco Bompieri, un “artigiano dell’eleganza”, che ha conosciuto la fame ma anche la Scala, gli spazzini e i principi, i ladri ed i grandi banchieri.
Presenti in mostra gli orologi Zenith, e sfido chi di noi non ha avuto il suo orologio Zenith alla sua prima comunione, il brand con la stella, al polso, che si è evoluto, modificato e reso perfettamente moderno, in linea con i tempi, e qui in Serbia festeggia i suoi 150 anni zenithdi attività ed infine un italiano, da Napoli, bello e talentuoso, Luciano Carino, un artista del make up, che, insieme alla figlia Miriam, ha creato il Brand HM e “disegna” sul viso delle sue clienti, una magica mano che esalta, corregge, evidenzia i tratti di un volto, per lui un viso è una pagina bianca che lo fa sognare, un vero talento. E poi gli occhiali, il trend di moda oggi, un accessorio irrinunciabile, gli occhiali OP Mood di Luca Pagni,
pezzi unici e fatti a mano, materiali inediti, come l’alluminio, e ricoperti di pelle di cavallino stampato, gioielli sul viso, per personalizzare in maniera unica uno sguardo.
Non italiani il brand del libanese Abed Mahfouz, l’alta moda fashion, un brand ormai internazionale, che sfila a Parigi, a Roma, in tutto il mondo, che ti mostra donne sognanti, come ci si vestiva un tempo, abiti fatti di stoffe raffinate, suntuose, linee da sirena ma studiate e costruite, ricami fatti a mano, flash luccicanti e intriganti, un mondo da farfalla, da sirena, da donna glamour fatta e concepita per “donne che si vestono” ed infine la abed mahfouzcollezione di auto d’epoca del Club Rolls Royce di Montecarlo, anche questa presenza è una rappresentanza di come ci si vestiva, si usciva, quando la macchina era uno status symbol, da mostrare, e non un quattroporte per spostarsi velocemente in città.
Un evento emblematico, la 24 ore dell’eleganza, per una Belgrado diversa, un mondo completamente cambiato, una memoria che tutti vogliono dimenticare, 15 anni di guerra, e la voglia di ricominciare partendo con forza e con coraggio dalla cultura del bello e dell’eleganza.
Press: cristina vannuzzi
www.24hoursofelegance.com

A San Patrizio il mondo si fa verde. Irlanda

A San Patrizio il mondo si fa verde. Irlanda

17 marzo 2015

Per un giorno all’anno, il 17 marzo, l’intera isola d’Irlanda festeggia il suo santo patrono, San Patrizio, con parate, feste ed eventi. Il Festival di San Patrizio si svolge in quattro giorni con un inebriante mix di céilí (balli tradizionali irlandesi), musica, parate di bande provenienti da tutto il mondo durante le quali migliaia di persone ballano e cantano per la strada vivendo momenti unici e indimenticabili…

Torun risplende nel buio della notte

La statua di Copernico a TorunTorun risplende nel buio della notte

È stato il salentino Luciano Mariano a curare di recente gli effetti di luce del “matrimonio del secolo” di Ritika e Rohan, celebrato in Puglia e costato circa 10 milioni di dollari per l’allestimento, gli alberghi e i resort, le guardie del corpo, gli abiti e gli inviti in oro massiccio, e la scenografia magnifica. Intanto l’artista delle luci Luciano Mariano lo abbiamo incontrato a fine agosto nella cittadina polacca di Torun dove personalmente e solo con l’aiuto di cinque la posta di Toruncollaboratori ha fatto sì che le luminarie sono diventate opere d’arte. « La Galaxy Gallery con il suo fascino barocco – ci ha detto l’artista salentino – ha illuminato il buio della notte con l’arte delle luminarie grazie ad un allestimento che ricorda la nostra tradizione salentina». I visitatori sono stati invitati ad entrare nella galleria di luci, che ha interpretato la teoria copernicana, attraverso un gigantesco portale, che ha voluto rappresentare la navata centrale di una chiesa, guidati dalla voce inconfondibile del grande Luciano Pavarotti in un applauditissimo “Buongiorno a te” come “buongiorno alla vita”. Si è concluso a fine agosto la VI edizione del Festival internazionale Bella Skyway, dal tema panorama di Torunstimolante: “Toccare l’orizzonte, per sperimentare l’infinito”, che ha trasformato Torun, che si affaccia sul fiume Vistola, attraverso giochi di luce, in un enorme laboratorio sperimentale, basato su scienza e astronomia, con l’obiettivo di comunicare con i visitatori in modo insolito e stimolante attraverso l’esperienza della bellezza. Gli impianti presentati sono diventate vere e proprie macchine del tempo, così da accompagnare i trecentomila visitatori in un viaggio temporale. Per cinque giorni alcune costruzioni effimere sono diventate parte del paesaggio urbano, mentre alcune facciate degli edifici si sono trasformate in schermi cinematografici 3D.
La Galaxy Gallery  di Torun di Luciano Mariano«Il turismo è in crescita – ha detto il direttore dell’Agenzia Informazione Turistica di Torun (www.it.torun.pl), Szymon Wisniewski – e la città attira oltre un milione e seicentomila visitatori all’anno di cui l’ 80% è polacco, anche se attualmente solo il 20% proviene dall’ estero e per la maggior parte dalla Germania». Situata a circa 200 chilometri a nord di Varsavia, la cittadina polacca è collegata con diversi treni alla capitale. È un luogo magico da visitare che affascina quanti cercano una Polonia vivace al passo con i tempi pur sempre legata al suo importante passato. Qui si possono incontrare tanti giovani che frequentano l’Università Nicolò Copernico, erede della ricca tradizione dell’Università Stefan Batory di Vilna. Torun, da non dimenticare, è il luogo di nascita del geniale astronomo padre della teoria eliocentrica. E naturalmente non poteva mancare nella piazza del Mercato il monumento a lui dedicato, tutto realizzato in bronzo come anche merita una visita la casa-museo, ricco di cimeli astronomici e documenti appartenuti allo scienziato e di arredi medievali. Il complesso urbano di Torun è costituito dalla Città vecchia e dalla Città nuova e dovunque si avvertono i segni del glorioso passato fatto di arte e cultura, inserito dall’Unesco nel 1997 nella lista bandiera_polaccadel patrimonio mondiale dell’umanità. Grazie ai suoi numerosi monumenti è una delle città più belle ed artistiche della Polonia, fondata nel 1233 sulla riva destra della Vistola. La cittadina visse un periodo di forte sviluppo con l’Ordine dei Cavalieri Teutonici e successivamente fece parte della Lega Anseatica, divenendo uno dei più grandi centri commerciali dell’Europa dell’est, costituendo la principale rotta di comunicazione sia per la navigazione fluviale, che in parte per quella marittima, nel tratto che va dal Baltico a Torun.
Harry di Prisco

Zurich Film Festival

Zurich Film Festival
Dal 25 settembre al 5 ottobre 2014

Dal 25 settembre al 5 ottobre si svolgerà il decimo Zurich Film Festival. Lo scopo dell’evento è quello di offrire al pubblico una panoramica del lavoro dei registi più promettenti provenienti da tutto il mondo nonchè di promuovere lo scambio di idee tra i cineasti affermati ed il pubblico. Registi emergenti hanno la possibilità di presentare i loro film per tutto il mercato di lingua tedesca. Il concorso internazionale wittnesses registi sono in competizione per il “Golden Eye” , il premio più ambito del festival. Numerosi eventi collaterali, come ad esempio la “Zurigo Master Class”, il “Forum Film Finance” o il mercato cinematografico GST “ZFF Filmboutique” completano il nutrito programma.

Harry di Prisco

La lunga notte dei musei Zurigo

La lunga notte dei musei Zurigo

6 settembre 2014

La lunga notte dei musei si terrà per la quindicesima volta il 6 settembre e concorre a far parte del calendario culturale della città. Il percorso museale notturno invita ad esplorare tutte le forme di arte e cultura, dalla pittura al disegno. I musei aprono le porte ai visitatori con il loro bagaglio di arte, architettura, design, storia, scienze naturali. Per l’occasione sono 46 le istituzioni coinvolte che offriranno, inoltre, un ricco programma di musica dal vivo.

Calici di stelle 2014

calici 2014_locandinaCalici di stelle 2014

Sabato 9 e Domenica 10 Agosto 2014
Il brindisi più atteso dell’estate quest’anno raddoppia!
Sabato 9 e Domenica 10 Agosto torna nel Centro storico di Castelvetro di Modena CALICI DI STELLE un appuntamento, organizzato da Consorzio Castelvetro di Modena e Associazione Dama Vivente in collaborazione con il Comune di Castelvetro, che riunisce produttori vitivinicoli e specialità di gastronomia tipica, in una serata magica tra degustazioni e stelle cadenti. L’evento si svolgerà in contemporanea in molte piazze italiane e si conferma l’evento estivo di maggiore rilevanza nel panorama dell’enoturismo nazionale promosso da Associazione Nazionale Città del Vino e Movimento Turismo del Vino.

dalle 20.00 CENA PRESSO I RISTORANTI DEL CENTRO STORICO
Bicér Pîn boutique gourmet, Locanda del Feudo, L’Église Café, Il Cappero alle Mura
Per visualizzare i menù clicca qui

dalle ore 21.30 PERCORSO DEGUSTAZIONE E SPETTACOLI
sarà possibile acquistare presso i tre ingressi il “Kit Calici di Stelle”, contenente un calice in vetro con la comoda tasca portabicchiere e la guida al percorso al costo di € 15.00; si avrà così la possibilità di passeggiare liberamente degustando le eccellenze del territorio ed assistere agli spettacoli.
Per visualizzare gli spettacoli in programma clicca qui

Novità 2014: CENA SULLA PIAZZA DELLA DAMA Domenica 10 Agosto
Nella Notte di San Lorenzo, verrà allestita una elegante cena a lume di candela proprio sulla suggestiva Piazza della Dama. Accompagnerà la cena NEARLY…JAZZ AND BOSSA (Greta Bortolotti, Alessandro Lampitelli) percorso musicale che è anche un incontro tra il sentimento della musica nera e il ritmo coinvolgente di Rio.
Sotto un cielo stellato, un menù raffinato accompagnato dalla degustazione dei vini locali, per una serata magica e indimenticabile.
A cura di Ristorante Il Cappero alle Mura
Info e prenotazioni: tel. 059 790842 – 059 758880

Festival del Jazz St. Moritz

Festival del Jazz St. Moritz

Dal 10 luglio al 10 agosto 2014

Palcoscenico ad artisti nazionali e internazionali: musica dal vivo nell’intima atmosfera dei club con un insieme di 30 concerti.
Harry di Prisco

Copenaghen e l’ambiente, un binomio vincente

Copenaghen e l’ambiente, un binomio vincente

La capitale danese porta l’innovazione anche negli hotel “green”, nel cibo biologico e altro ancora. È una delle città più ecologiche al mondo e continua ad essere in prima fila in fatto di ambiente ed eco-sostenibilità, per essere stata nominata Capitale Verde d’Europa per il 2014 dalla Commissione Europea per l’Ambiente. Durante tutto l’arco dell’anno ci saranno molti eventi per sottolineare le soluzioni sostenibili della capitale, che possono essere utilizzate anche altrove. «Tra gli eventi degni di nota – ci segnala Erica Kircheis, responsabile dell’Ufficio Stampa di VisitDenmark (www.visitdenmark.com) – il Festival del raccolto ad agosto, quando i giardini pubblici e privati della città, i produttori locali e gli agricoltori inviteranno tutti i residenti e visitatori ad una festa gigantesca del raccolto nel cuore di Copenaghen». La capitale danese è candidata a diventare la prima città al mondo “carbon free” entro il 2015, avendo sviluppato un lifestyle incentrato su modi di pensare e di vivere ecosostenibili.

 

Harry Di Prisco

Faroe Islands Musical Meeting

Faroe Islands Musical Meeting

L’Orchestra Sinfonica Giovanile del Levante è lieta di porre all’attenzione delle SV il Faroe Islands Musical Meeting, Festival per giovani musicisti professionisti di tutta Europa, che si terrà il prossimo agosto 2014 nell’incantevole scenario delle Isole Faroe

The Orchestra Sinfonica Giovanile del Levante (Italy) in cooperation with Lihula Muusikapäevad (Estonia), the Nordic House in Faroe Islands, the Music School of Tórshavn (Faroe Islands) and thanks to the support of NORDEN – Nordic Cultural Point,

Is glad to announce the first edition of the FIMM Festival, Faroe Islands Musical Meeting 2014, the first European Orchestra Academy for young professional instrumentalists.

Open to applicants of university level for the following instruments:

VIOLIN, VIOLA, CELLO, BASS, FLUTE, OBOE, CLARINET, BASSOON, HORN and TRUMPET

 

Masterclasses / Workshops / Concerts: Mon 18 – Sun 24 August 2014

Henry Raudales, first concertmaster of the Brussels Philharmonic Orchestra and Munich Radio Orchestra

Kristina Blaumane, principal cellist of the London Philharmonic Orchestra

Guntis Kuzma, first clarinet of Latvian National Symphony Orchestra

Miina Järvi, violinist, Lihula Muusikapäevad (Estonia)

Federico S. Morresi, conductor, founder of the Levante Youth Symphony Orchestra (Italy)

Application deadline: June 16th 2014

Please check out the pdf file attached for details, and go to: www.fimm-festival.com

https://www.facebook.com/fimmfestival

Wishing you all an exciting musical experience and welcome you in Faroe Islands, one of the last paradises on Earth.

Federico S. Morresi, Artistic Director

Miina Järvi, Leading Manager

Engadinwind – St. Moritz

Engadinwind – St. Moritz

Il 13 e 14 agosto 2014

I migliori atleti del mondo nelle discipline windsurfing, kitesurfing e sailing si affronteranno a squadre all’“Engadinwind”, sul Lago di Silvaplana.
Nel quadro di queste competizioni si svolgerà inoltre la più antica regata di windsurf del mondo, l’“Engadin Surf Marathon”.

BSI Engadin Festival St. Moritz

BSI Engadin Festival St. Moritz

Dal 2 al 15 agosto 2014

Eventi di musica classica. Il BSI Engadin Festival offre dieci concerti esclusivi nelle più belle località dell’Alta Engadina

Harry di Prisco