Una nuova tappa del viaggio in Sicilia e dell’ospitalità di Casa Planeta apre nel capoluogo La Foresteria Palermo

images2Una nuova tappa del viaggio in Sicilia e dell’ospitalità di Casa Planeta apre nel capoluogo La Foresteria Palermo

Un elegante apartment hotel nel salotto nobile della città è pronto ad accogliere i turisti in visita alla Capitale italiana della Cultura 2018, con i percorsi esclusivi pensati e guidati dalla famiglia del vino

E a Menfi il wine resort e il Ristorante de La Foresteria, tappa de Le Soste di Ulisse hanno in serbo numerose novità per i viaggiatori dell’estate 2017

Nel cuore della città che è stata scelta come Capitale italiana della Cultura 2018, la famiglia Planeta compie una nuova tappa del proprio “viaggio in Sicilia” e apre La Foresteria Palermo, pensata per chi vuole scoprire l’Isola da viaggiatore o per chi frequenta il capoluogo per lavoro ed è alla ricerca di una soluzione per sentirsi come a casa propria.  Un palazzo storico, costruito nei primi anni del ‘900 in via Principe di Belmonte, alle spalle di quello che domina piazza Florio e ospita la residenza di famiglia, accoglie sette eleganti e confortevoli appartamenti che racchiudono l’essenza dell’accoglienza di casa Planeta, come già avviene nel wine resort La Foresteria Menfi e nelle cantine dell’azienda, in cinque diversi territori della Sicilia.

L’inconfondibile stile delle dimore familiari contraddistingue anche le suites de La Foresteria Palermo, grazie all’eleganza degli arredi, frutto di un’attenta selezione di tessuti, materiali e oggetti dell’artigianato mediterraneo, e alla dotazione dei servizi, realizzata per il pieno comfort degli ospiti. E per rendere ancor più originale la loro esperienza palermitana, la famiglia Planeta è pronta a guidare i viaggiatori attraverso esclusivi percorsi culturali, gastronomici, sportivi, che intersecano solo in parte i circuiti ufficiali, per raccontare le tante anime della città di Palermo con gli occhi di chi ne ha toccato la storia per images3generazioni.
Circondati da un’ospitalità familiare e informale, gli ospiti avranno a portata di mano tutte le imperdibili esperienze che il capoluogo offre: da via Principe di Belmonte, ancor oggi l’unica isola interamente pedonale di Palermo, attraverso i luoghi monumentali dell’itinerario arabo-normanno patrimonio dell’Unesco, allo shopping di lusso, nell’elegante salotto di via Libertà e via Ruggero Settimo, tra gli storici caffè e le soste gourmet, fino alla città più verace, quella dei rioni e dei mercati.

Un’idea di viaggio, per l’estate 2017, che ben si combina con la destinazione Menfi, dove il wine resort La Foresteria e il suo Ristorante, che da quest’anno è anche tra le tappe gastronomiche de Le Soste di Ulisse, hanno in serbo numerose novità per gli ospiti della nuova stagione.
La tradizione di famiglia, già racchiusa nel libro “Sicilia, la Cucina di Casa Planeta”, offre numerosi piatti alla carta e come sempre si intreccia in chiave contemporanea alla cucina dello chef Angelo Pumilia, saldamente legata al territorio anche grazie alla rigorosa selezione delle migliori materie prime tra i produttori d’eccellenza dell’Isola.
Dal pranzo a bordo piscina o in veranda, al menu della cena che si arricchisce di due percorsi degustazione in abbinamento ai vini Planeta, i piatti del menu estivo – dalla Minestra di tenerumi agli Gnocchi ceci e seppia, dalle Mezze maniche 2 gamberi all’Insalata che diventa un sasso di mare con alghe e salsa di vongole – interpretano l’estate siciliana con un occhio ancor più attento a coniugare freschezza, leggerezza e intensità: accanto alle erbe aromatiche del giardino de La Foresteria, si fanno ancor più protagonisti l’orto e la frutta, con riguardo alla salute e al benessere oltre che alla qualità e al gusto. E tra i dolci arriva “Terra di Etna”, un gelato ai fiori dell’Etna leggermente affumicato con tartare di fragole e sesamo nero, che fa parte della “Collezione terre” ispirata ai territori di Planeta e alle loro zolle così diverse, con la loro struttura e i loro colori, generatrici di ingredienti diversi, così come di diverse varietà.

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni seconda domenica del mese.
Mercatino equobiolocale ‘A Fera Bio.

Artigianato tradizionale e prodotti tipici siciliani

Presso l’Istituto per ciechi Ardizzone Gioeni di Catania.

Mercato dell’Artigianato a Palermo: Artigiani a Palazzo

Mercato dell’Artigianato a Palermo: Artigiani a Palazzo

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni prima domenica del mese
Dentro a alazzo Asmundo a Palermo si svolge il mercato dell’artigianato

Il Festival della Cucina Italiana sbarca a Siracusa

marina-siracusaIl Festival della Cucina Italiana sbarca a Siracusa

Dopo il successo a Cesenatico, per la prima volta il Festival concede il bis nello stesso anno e approda nell’isola di Ortigia.

Dal 21 al 23 ottobre alla scoperta dei tesori enogastronomici siciliani con grandi firme della cucina, incontri, mostra mercato, degustazioni guidate, Sudest Wine Festival.

Siracusa – Dopo avere fatto tappa a Cesenatico (23-25 settembre), il Festival della Cucina Italiana concede il bis e si sposta a Ortigia, nello stupendo scenario di Siracusa. Appuntamento dal 21 al 23 ottobre con il meglio del cibo e del vino italiano, in uno degli eventi che meglio raccontano la qualità della cultura agroalimentare italiana.
Organizzato da La Madia Travelfood (storicamente la prima rivista per la ristorazione, l’accoglienza e l’enogastronomia di qualità in Italia, l’unica a essere distribuita alla ristorazione italiana in Gran Bretagna) e giunto alla 16° edizione, il Festival a Siracusa si avvale della collaborazione dell’Associazione Culturale Elisir.

Un weekend dedicato al must dell’enogastronomia e agli importanti tesori culinari siciliani (olio, grano, agrumi, mandorle) raccontati attraverso degustazioni guidate, mostra mercato, show cooking con emergenti firme della cucina, convegni, Streef food, Festival del vino, e Cene stellate insieme ai due stelle Michelin Gianfranco Vissani dell’omonimo ristorante umbro e Massimiliano Mascia dello storico San Domenico di Imola.

Insomma, una tre giorni di wine&food immersion nella tradizione enogastronomica siciliana, per scoprire da vicino questa incommensurabile ricchezza, in buon equilibrio tra cibo e vino.

Il Programma

Tante le proposte per tutti i palati con un trait union a fare da filo conduttore della manifestazione: i sapori della Sicilia. L’Antico mercato di Ortigia sarà un fiorire di “Cose buone di Sicilia” con mostra mercato di prodotti artigianali ed enogastronomici del territorio. Spazio anche al cibo di strada siciliano con un’intera area dedicata allo Street food Festival, modalità easy per conoscere da vicino le prelibatezze dell’isola.

Ad accompagnare il tutto, un grande banco d’assaggio del vino, Sudest Wine Festival, con degustazioni, focus su vini e vitigni e approfondimenti insieme a grandi firme dell’enologia.

Di rilievo gli show cooking per conoscere da vicino la bontà della cucina siciliana, raccontata attraverso i suoi protagonisti. Sei gli appuntamenti in programma nel corso della tre giorni: venerdì 21 ottobre Carlo Sichel del Ristorante “Il Carato” di Catania e Massimo Schininà del Ristorante “Le Magnolie” di Frigintini (Rg). Sabato 22 ottobre Salvo Calleri del Ristorante “Regina Lucia” di Siracusa e Concetto Rubbera, chef on demand. Domenica 23 ottobre, è la volta di Giulia Carpino del Ristorante “Barone di Villagrande” di Milo (Ct) e a seguire Giuseppe Raciti, Ristorante “Zash” di Riposto (Ct).

Il Festival è anche convegnistica con due appuntamenti dedicati a due eccellenze dell’agricoltura sicula ospitati nella Camera di Commercio: il grano e l’olio. Venerdì 21 ottobre alle 16:00, “Gli Antichi Grani Siciliani”, seminario sulle sementi e sul recupero dei grani antichi, grande patrimonio dell’agricoltura siciliana. Sabato 22 ottobre alle 10:00 “L’olio extra vergine di oliva – Patrimonio di Sicilia”, sulle cultivar e sugli oli di oliva che fanno della Sicilia una delle regioni più premiate in Italia.

Degustazioni guidate wine&food invece sono previste in cinque appuntamenti in compagnia di professionisti del settore. Gaetano Prosperini (Fisar Catania) sabato 22 alle 17.30 conduce i partecipanti sui “Vini dolci di Sicilia”. Sempre sabato alle 19,00 Andrea Briano, maestro assaggiatore Onav di Savona, offre una bussola sui “Grandi rossi d’Italia”.

Tre gli appuntamenti di domenica 23: si parte alle 11.30 con una degustazione guidata di formaggi con Pietro Pappalardo, delegato Onaf Sicilia; alle 17.30 confronto tra vini convenzionali e vini naturali con Enzo Tubolino; chiusura alle 19 con le Bollicina italiane e straniere a confronto con Vito Intini Presidente nazionale Onav.

Lo splendido scenario del Giardino dei Limoni, di fronte al Grand Hotel Ortigia, fa da scenario per la colazione mediterranea (ore 8-11), esclusivo breakfast nei giorni del Festival con degustazione libera, insieme a tè e caffè, di specialità dolci e salate tipiche della tradizione siciliana.

Serata con Aperifestival (orario 18-21), con degustazioni libere di cocktail, in abbinamento a salumi, formaggi e piatti tipici della cucina siciliana.

Grandi firme della cucina si incontrano al Ristorante La Terrazza sul Mare per due serate con la cucina d’autore a quattro mani, “A cena con le Stelle”. Venerdì 21 alle 20.30 protagonisti Maurizio Urso executive Chef de La Terrazza sul Mare e Massimiliano Mascia due Stelle Michelin San Domenico di Imola (Bo). Speciale guest della serata Seby Sorbello del Ristorante Esperia Palace di Zafferana Etnea (Ct).

Sabato 22 ottobre, il celebre Gianfranco Vissani due stelle Michelin del Ristorante Casa Vissani di Baschi (Tr) cucina insieme a Maurizio Urso.

Speciale incontro sigari e distillati sempre al Giardino dei limoni domenica 23 ottobre alle 20.30 a cura dell’associazione Slow smoking.

Info: www.festivaldellacucinaitaliana.it – info@festivaldellacucinaitaliana.it

Ufficio Stampa PrimaPagina

(Filippo Fabbri – tel. 347 1567681)

fabbri@agenziaprimapagina.it
Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

Da Taormina il meglio dell’aceto balsamico di Modena IGP: dal al 17 ottobre l’oro nero nei piatti degli chef in 4 show cooking

A Taormina Gourmet tre giorni di show cooking con l'Aceto Balsamico di Modena IGP protagonistaDa Taormina il meglio dell’aceto balsamico di Modena IGP: dal al 17 ottobre l’oro nero nei piatti degli chef in 4 show cooking

Il prezioso alimento sarà utilizzato anche nella Gara di Gusto per Chef Under 30 in programma all’Hotel Esperia Palace di Zafferana Etnea (CT).

Taormina Gourmet si tinge di nero “balsamico”. Da sabato 15 a lunedì 17 ottobre infatti, l’Aceto Balsamico di Modena IGP – sponsor con il Consorzio di Tutela della manifestazione organizzata dal giornale on line di enogastronomia Cronache di Gusto a Villa Diodoro nella splendida località siciliana – sarà protagonista non solo ai banchi d’assaggio e alla masterclass di sabato 16 pomeriggio in abbinamento con il Parmigiano Reggiano 36 mesi alle ore 16.45, ma altresì durante quattro esclusivi showcooking tenuti da altrettanti chef di alto livello, i quali utilizzeranno l’oro nero come ingrediente delle ricette da loro preparate in real time.

I nomi sono quelli dello chef Pasquale Torrente, patron del ristorante Al Convento di Cetara (SA), di Dario Di Liberto, chef del ristorante Tocco di Ragusa, di Giuseppe Biuso chef del Ristorante Il Cappero dell’Hotel Therasia di Vulcano e di Salvatore Vicari del Ristorante Vicari di Noto.

Il primo chef in ordine temporale a portare l’Aceto Balsamico di Modena IGP nel proprio piatto è Pasquale Torrente – il cui show cooking è in programma sabato 15 alle 18.30 – e si tratterà di un vero e proprio inno ad una eccellenza tipica del sud Italia, ovvero la colatura di alici, sorprendentemente accostata all’oro nero. Domenica triplice appuntamento con il gusto: sarà infatti Dario Di Liberto, giovane chef e titolare del ristorante Tocco a Ragusa ad aprire alle 11.30 la giornata con uno show cooking dedicato alla Triglia di Terra in cui sarà protagonista tra gli altri ingredienti anche l’oro nero. Alle 13.15 sarà poi la volta di Giuseppe Biuso, chef del Ristorante Il Cappero dell’Hotel Therasia di Vulcano che nel suo maialino nero ai fichi, caprino e amaretto ci porterà con la mente ad assaggiare i sapori tipici dei Nebrodi abbinati agli amaretti tipici del Nord Italia e l’Aceto Balsamico di Modena IGP, mentre l’ultimo show cooking della giornata targato Aceto Balsamico di Modena IGP sarà alle 18.30 quello di Salvatore Vicari dell’omonimo ristorante di Noto (SR), con un inedito risotto al caviale di lumaca mantecato con olio di mandorle, crema di lumaca, il suo caviale e gocce di senape di campo.

Ma non è tutto: il prezioso condimento sarà altresì sui banchi di prova dei partecipanti alla Gara di Gusto per Chef Under 30, in programma lunedì 17 e martedì 18 all’Hotel Esperia Palace di Zafferana Etnea (CT). In particolare, ad utilizzare l’Aceto Balsamico di Modena IGP per le loro preparazioni saranno Salvatore Amato del Borgo Valle Rita di Ginosa Marina (TA), Giacinto Fanelli del Biancofiore di Bari e Domenico Capogrosso dell’Osteria del Buono di Trani – tutti e tre in gara per la Puglia lunedì 17 alle ore 17 – Michele Rizzo dell’Agora di Rende (CS) e Valerio Laino de “Il Peperoncino d’oro” di Roma, entrambi in gara per la Calabria martedì 18 alle ore 16.

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
email: marzia.morganti@gmail.com
www.consorziobalsamico.it – www.martecomunicazione.com

 

FestivalFlorio di Favignana Isole Egadi: show dell’arte

FestivalFlorio di Favignana Isole Egadi: show dell’arte

Dal 17 al 26 giugno 2016

5° edizione
Uno dei Festival d’Arte di maggior rilievo dell’Estate Siciliana.

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Da gennaio a dicembre 2015

Ogni seconda domenica del mese

Presso l’Istituto per chiechi Ardizzone Gioeni di Catania, si tiene il mercatino equobiolocale ‘

Spesa bio
Artigianato tradizionale

Michele Miglionico a The look of the year 2015

The Look Of The Year - LocandinaMichele Miglionico a The look of the year 2015

Il fashion designer Michele Miglionico ospite d’onore alla Finale Internazionale
The look of the year 2015

Sheraton Catania Hotel & Conference Center – Aci Castello (CT)

The look of the year 2015, manifestazione internazionale legata al mondo del modelling e osservatorio di ricerca privilegiato sulle future top model in grado di coinvolgere ogni anno 50 Paesi nel mondo, vedrà la sua finale internazionale svolgersi, domenica 13 settembre 2015 alle ore 19.00, allo Sheraton Catania Hotel & Conference Center di Aci Castello (CT), inizialmente prevista a La Plage Resort di Taormina Isola Bella spostato a causa forza maggiore per i noti eventi atmosferici.

L’evento, prodotto da Nuccio Cicirò e diretto da Ivana Triolo sarà presentato dalla top model ed attrice Youma Diakite

Ospite d’eccezione della serata sarà lo stilista Michele Miglionico, esponente dell’Alta Moda Italiana, che presenterà la sua ultima collezione couture per autunno-inverno 2015/2016: Una collezione che racconta il patrimonio artistico-culturale della sua terra di origine la Basilicata esaltando gli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità costruendo una connessione con il contemporaneo ispirandosi alle Madonne venerate in questa terra e portate in processione, alle figure femminili e alla sua cultura popolare.

Durante la serata sarà conferito il “THE LOOK OF THE YEAR Fashion Award 2015” allo stilista quale riconoscimento alla sua professionalità e creatività.

Foto Michele Miglionico (rid) (1)L’evento coinvolge modelle, agenzie, operatori del settore, tv, radio, giornalisti, case di moda, aziende del settore (make up, prodotti di bellezza, abbigliamento, moda, etc), nonché notissimi personaggi del mondo dello spettacolo e della moda.

L’evento sarà trasmesso in diretta streaming, media partner World Fashion Channel.

Michele Miglionico Couture

Press Office:Nicola Altomonte

Email:press@michelemiglionico.it

Muta– Arti e Culture contro la Violenza sulle Donne

Muta– Arti e Culture contro la Violenza sulle Donne

21, 22, 23 e 25 Novembre 2014

P.zo Branciforte, Via Seminario Italo Albanese, Real Fonderia
Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un evento che quest’anno vede Palermo protagonista con una grande manifestazione intitolata “#MUTA – Arti e Culture Contro la Violenza sulle donne”, promosso per il secondo anno consecutivo dall’Associazione Antilia. L’evento, patrocinato dal Comune di Palermo, si svolgerà dal 21 al 25 novembre 2014; un ricchissimo palinsesto di attività con il coinvolgimento di numerose realtà artistiche e culturali del capoluogo siciliano, che si confronteranno sui temi della violenza sulle donne, argomento, purtroppo di estrema attualità.

A fare da cornice all’evento l’intervento d’arte in via Seminario Italo Albanese, che per l’occasione, in collaborazione con Hotel Posta e l’azienda Consulenza Eventi, si trasformerà in uno spazio di condivisione culturale diffusa e partecipata. I magazzini che costeggiano il vicolo saranno aperti ed allestiti con opere site specific, performance e installazioni video. Uno spazio espositivo diffuso in cui ospitare opere visive, multimediali, performance e percorsi sonori. Tra gli artisti coinvolti nella collettiva d’arte, per la direzione artistica di Chiara Alia Tortomasi e Salvatore Sorci: A.A.D.E.E. (Enzo D’Alessandro, Andrea Feliciello, Alessio Lo Prete, Liu Siyu, Elisa Vella), Pamela Bono, Gae Milazzo, Carlo Monastra, Paola Monastra, Emanuele D’Arcaria, Giusva Pecoraino, Luca Ferracane, Fabrizio Lupo, Monica Maniscalco, Mattia Pirandello, Hermes Ferro, Saveria Turrà, Viviana Petralia, Gianluca Pipitò, Salvatore Russo, Gioacchino Turdo, Uniti.

In questo modo la Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, diverrà anche spunto e occasione di sviluppo per l’attuazione di pratiche di cittadinanza attiva, riappropriazione di spazi urbani e della loro valorizzazione ad opera di artisti e operatori culturali. Un invito, quindi, a reagire a tutte le forme di abbandono e dimenticanza, dando voce anche agli spazi, in questo modo recuperati per divenire centri di aggregazione, condivisione e confronto collettivo su tematiche culturali ed emergenze sociali. Consapevoli che l’arte sia il miglior strumento per comunicare all’animo e raccontane la rabbia e l’oppressione, l’evento permetterà di affrontare il delicato tema della lotta contro la violenza femminile in tutte le sue sfaccettature con un approccio artistico.

<< Le arti e la cultura si interrogano sulla violenza di genere; la manifestazione rappresenta, infatti, un’occasione per mettere “a nudo” i meccanismi più intimi ed inespressi della violenza. Musica, teatro, danza, cinema, operatori culturali e sociali, incontrano la cittadinanza affrontando, attraverso molteplici punti di vista, le tante sfaccettature del femminicidio e della differenza di genere. Scenografia della manifestazione è una Collettiva d’Arte Visiva e Multimediale che della violenza ne racconta i meccanismi, il dopo, le macchie, le sensazioni, le dipendenze, il vuoto, spostando lo sguardo continuamente dalla donna all’uomo e viceversa, sino allo spettatore stesso. L’obiettivo è impegnare il fruitore in continue attività e riflessioni, incoraggiandolo ad essere parte attiva nella costruzione del senso civico e culturale della comunità nella quale vive quotidianamente. Crediamo fortemente che l’arte e la cultura siano strumenti privilegiati per educare, informare e combattere ogni forma di devianza sociale. Un dato importante – continuano le organizzatrici Chiara Alia Tortomasi e Marina Vermiglio – è l’ampia adesione di gruppi, artisti, associazioni, enti e operatori che hanno aderito con entusiasmo alla manifestazione.>>

La manifestazione sarà inaugurata venerdì 21 novembre alle ore 17 presso la Sala dei 99 di P.zo Branciforte, con una tavola rotonda tutta al femminile, alla quale interverranno: Elvira Sciurba, scrittrice e poetessa, Rita Cedrini, docente di Antropologia Culturale e Antropologia degli Artefatti, Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Palermo, Valeria Ajovalasit, Presidente “Arci Donna”, Letizia Battaglia, fotoreporter e giornalista, Patrizia Di Dio, Vice presidente Confcommercio Palermo, Presidente dell’Associazione “Federmoda Palermo” e Coordinatrice “Terziario Donna Sicilia”, Valentina Li Mandri dell’ Associazione Giuristi Siciliani (A.GIU.S.), Giorgia Butera, sociologa e scrittrice, Alessandra Giannola, sociologa e Presidente dell’ANAS Italia, e Barbara Messina, psicologa e criminologa.

Pensata come un momento di confronto tra operatori culturali e cittadinanza, la tavola rotonda permetterà di ascoltare i racconti delle tante donne rappresentative della cultura, dell’arte e dell’impresa locale, che per l’occasione presenteranno le loro storie di successo, esprimendo in tal modo il loro punto di vista sulla delicata tematica della lotta alle tante violenze (psicologica, fisica, sociale, economica e culturale) che ancora oggi limitano le donne e la loro affermazione.

Numerose le performance artistiche in programma, dai contributi musicali del Conservatorio V. Bellini, agli interventi di danza della Compagnia Ensemble, ai contributi teatrali della Compagnia Tea(l)tro e della Compagnia ‘a Strùmmula. A conclusione della manifestazione, martedì 25 novembre presso la Real Fonderia alla Cala, concerto della rock band Sexual Thing, promossa da Roxy Studio.

 

Si segnala, inoltre, che in l’occasione dell’evento, Palazzo Branciforte propone un’apertura straordinaria della Cavallerizza in cui è esposta la collezione archeologica della Fondazione Sicilia e una visita guidata tematica sul femminile nel mondo greco intitolata “Dea, Amazzone, donna”: da Atena ad Antiope, regina delle Amazzoni, alle figure femminili sulle lekythoi funerarie, la visita approfondirà il quotidiano delle donne nell’età classica e alcuni elementi simbolici della mitologia. Si rimanda al programma per info e prenotazioni.

UFFICIO STAMPA e informazioni:

Marina Vermiglio, cell. 3402579078

Associazione Antilia

associazioneantilia@gmail.com

 

Sagra dell’arancino Ficarazzi (CT)

Sagra dell’arancino Ficarazzi (CT)

Dal 12 al 14 settembre 2014
Il re della tavola l’arancino.

Obiettivo di raggiungere il Guinness dei primati per la realizzazione dell’arancino più grande del mondo: ben 12 Kg

Festival Internazionale degli Aquiloni 2014 a San Vito Lo Capo

Festival Internazionale degli Aquiloni 2014 a San Vito Lo Capo

Dal 21 al 25 Maggio 2014

A San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani
6° edizione del Festival Internazionale degli Aquiloni “Emozioni a naso in su!”.
Voli notturni
Laboratori di costruzione di aquiloni
Spettacoli musicali e di intrattenimento
Giochi d’artificio
Gastronomia
…..
“Gli aquiloni volano e dicono NO alla violenza sulle donne ed alla violenza di ogni genere” il delicato tema e filo conduttore della sesta edizione,
Sito:http://www.festivalaquiloni.it/

Sagra del carciofo Ramacca

Sagra del carciofo Ramacca
Dal 4 al 13 aprile 2014
Protagonista il “violetto Ramacchese”, la pregiata qualità di carciofo che viene coltivata nelle campagne catanesi di Ramacca