Jim Hall Tribute Trio’ a Verona

15.05JazzMore2015mail.220643Jim Hall Tribute Trio’ a Verona

15 maggio 2015

Eccoci al 10° imperdibile appuntamento con la rassegna ideata e condotta da Jazz&More e Circolo Jazz Verona in collaborazione con Due Torri Hotel, prestigiosa Location in centro città, sostenuta da Banca Popolare di Verona e Advanced Consulting&Engineering, con il patrocinio del Comune di Verona.

La penultima serata del ciclo primaverile è interamente dedicata al grande chitarrista JIM HALL interpretato dal chitarrista e compositore SIMONE GUIDUCCI, considerato dall’inizio degli anni ’90 uno dei personaggi di spicco della scena jazzistica italiana, con collaborazioni di risonanza internazionale. Ha inciso e suonato al fianco di Paolo Fresu, Gianluigi Trovesi, Gianni Coscia, Enrico Rava e nel quartetto TRAPEZOMANTILO del clarinettista Mauro Negri; a metà degli anni ’90 ha dato vita al proprio progetto GRAMELOT con straordinari talenti come il fisarmonicista Fausto Beccalossi, il clarinettista Achille Succi, il batterista Roberto Dani, il contrabbassista Salvatore Maiore, inaugurando una originale strada fra folk e jazz; ha suonato con personaggi come Ralph Alessi, Erik Friedlander, Chris Speed, Don Byron, Eberhard Weber… Ha lavorato anche nel campo teatrale e della Canzone d’Autore al fianco della vocalist e attrice Anna Maria Castelli e con il regista e autore Oreste Castagna. Nel corso degli ultimi anni ha suonato nei maggiori festival jazz italiani e in teatri e rassegne tra Buenos Aires, Tokyo, Rio de Janeiro, Mosca, Montreal, Kyoto, Berlino, Istanbul, Città del Messico, Stoccolma, Tallin, Ankara, Francoforte e altri luoghi ancora. Guiducci è anche insegnante di chitarra jazz e tecnica dell’improvvisazione al Conservatorio Campiani di Mantova e al Conservatorio Buzzolla di Adria.
A JAZZ&More sarà accompagnato dal basso di Marc Abrams e dalla tromba di Fabrizio Gaudino, altri due nomi di notevole spessore e già protagonisti della nostra rassegna.

Per chi lo desidera, prima del concerto è possibile iscriversi al Circolo del Jazz e a Jazz&More, godendo di numerose facilitazioni, e cenare gustando le prelibate proposte del Due Torri Lounge&Restaurant.         Una serata da non perdere, accanto ai complementi d’arredo solidali AZALEA HOME.
Condividi > Invia ad un amico  Facebook Like ButtonTweet Button      Cancellati > Unsubscribe

Programma

Ore 20.00 | Apertura
Ore 21.30 | Inizio Jazz Concert con
Simone Guiducci, guitar
Marc Abrams, bass
Fabrizio Gaudino, trumpet & flugelhorn

Prossimo concerto:
5.06 SAIL AWAY QUARTET
Programma completo su JAZZ&More                Grazie per la cortese attenzione

Silvano, Fabrizio, Umberto

Info & Prenotazioni

Cena: speciale riduzione 20% sul listino Menù* Concerto: intero € 10,00 | ridotto € 8,00 per musicisti, minori, partner e
Tessera annuale: 15 Concerti € 100,00
* Cenando nel Louge&Restaurant potrete gustare le prelibate proposte dello chef Sergio Maggio, con tavolo riservato a Cena.

Mob. 335 6317228 | 345
Mail.
Web. JAZZ&more

Bello Utile e Solidale

La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911.

JAZZ&More suoni sapori solidarietà

Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)
Mob. +39 335 63 17 228

A Vinitaly Carpenè Malvolti e l’Istituto Cerletti di Coneglianio, esempio virtuoso di collaborazione tra istituzione pubblica ed impresa : insieme si proiettano al futur

Prosecco_grappoloA Vinitaly Carpenè Malvolti e l’Istituto Cerletti di Coneglianio, esempio virtuoso di collaborazione tra istituzione pubblica ed impresa : insieme si proiettano al futuro

Alla 49ma edizione di Vinitaly a Verona ancora una volta protagoniste le nuove “Generazioni”

Lunedì 23 marzo alle ore 11.30 gli studenti presentano la ricerca Generazioni DOCG

Pad. 5 Stand B5

Conegliano (TV), 18 Marzo 2015 – Carpenè Malvolti e la Fondazione ITS Cerletti di Conegliano insieme al 49°Vinitaly per “indagare” sulla storia del Prosecco. Nel segno della continuità, la storica Cantina Spumantistica e la Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie per il Made in Italy del comparto Agroalimentare e Vitivinicolo, lunedì 23 marzo alle ore 11.30 presso lo stand di Carpenè Malvolti a Vinitaly (padiglione 5 stand B5), presenteranno una ricerca condotta dagli studenti della Fondazione – di cui Rosanna Carpenè è l’attuale Presidente – e realizzata nell’ambito del pluriennale progetto “Generazioni DOCG”, fortemente promosso e sostenuto dalla Quinta Generazione della Famiglia Carpenè – quale virtuoso esempio di impegno sociale e culturale in stretta relazione e coerente sinergia con i percorsi formativi – per favorire l’alta formazione delle nuove generazioni e creare i presupposti per un loro futuro inserimento nel mondo del lavoro.

Ancora una volta la più importante kermesse dedicata al vino e ai distillati, che si terrà a Verona dal 22 al 25 marzo, rappresenterà dunque il palcoscenico ideale per la presentazione di un progetto di ricerca sulle “Generazioni DOCG” ed un ulteriore significativa occasione, con cui Rosanna Carpenè intende sigillare la storica collaborazione tra la Fondazione, l’Istituto Cerletti – fondato dal suo trisavolo Antonio Carpenè nel 1876 – la stessa Famiglia e il Territorio, ma soprattutto per stigmatizzare la necessità che l’attività sinergica tra Istituzioni Pubbliche ed Imprese, sia imprescindibile per la valorizzazione delle eccellenze Territoriali nonché per le dinamiche economiche, sociali e professionali.

Un’interazione, consolidatasi nel corso dei decenni, che ha portato il Cerletti ad essere centro di un polo della cultura enologica, cui partecipano anche l’Università di Padova, Veneto Agricoltura ed il Centro di Ricerca in agricoltura del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, riconosciuto ed altamente stimato a livello nazionale ed internazionale.

Coloro che oggi rappresentano le nuove generazioni dell’Istituto, future professionalità della viticoltura, del marketing territoriale, dell’enogastronomia e dell’enoturismo, sono stati quindi gli artefici di un importante progetto di ricerca, grazie al quale è stato possibile far emergere attorno al mondo del Prosecco un patrimonio di conoscenza, che è andato oltre l’analisi delle caratteristiche organolettiche e sensoriali del prodotto, immergendosi sino alle profondità estreme delle sue radici storico-culturali.

L’asset principale della ricerca è rappresentato appunto dall’approfondimento delle origini storiche e culturali del Prosecco e di come le stesse siano inscindibilmente diffuse e radicate nel Territorio di appartenenza e distribuite in due millenni di storia. Quanto emerso è il risultato di un approfondito lavoro di analisi documentale, di confronto con insigni studiosi, di raccolta di testimonianze nonchè di analisi etimologiche, che hanno permesso una ricostruzione storica dalla nascita sino ad oggi.

Gli studenti, inoltre, con evidente interesse verso il mondo dell’enologia e dell’agroalimentare – dopo aver studiato storia e ampelografia del Territorio, grazie alla formazione multidisciplinare che offre il corso – hanno trovato altrettanto fervido interesse e sano entusiasmo nello spingersi oltre e scoprire quanto “valore storico-culturale” è insito nel mondo del Prosecco, la cui notevole portata vitivinicola ed economica sta caratterizzando in modo sempre più incisivo tutto il mondo del vino a livello internazionale.

Di conseguenza hanno studiato il mercato, individuandone le dinamiche in termini di domanda ed offerta e verificandone la segmentazione attraverso i diversi posizionamenti. Ed il passo successivo – grazie all’intuizione imprenditoriale di Rosanna Carpenè – è stato quello di farne scaturire la creazione di un nuovo prodotto, dalla valenza unica e storica.

La collaborazione tra Pubblico ed Impresa, ha fatto sì che questo progetto raggiungesse l’apice traducendosi quindi in un prodotto reale, così da dare la possibilità agli studenti di curarne e verificarne concretamente l’immissione nel mercato con i relativi impatti in termini di produzione, di marketing e commercializzazione, oltre che costituire un reale banco di prova per la formazione sin qui acquisita.

Con la lungimiranza che ha caratterizzato tutte le generazioni precedenti, Rosanna Carpenè desidera che l’azienda di Famiglia interpreti sempre il tempo corrente ed anticipi il prossimo – producendosi continuamente in un’attività “pionieristica” – e lo fa investendo sulla cultura e sul futuro. Quel futuro che gli studenti della Fondazione incarnano ed in favore dei quali si contribuisce, cercando di creare opportunità di formazione per un’affermazione sociale ed economica.
Il progetto si è quindi concretizzato con la messa in produzione di un vino spumante d’eccellenza, ai vertici della piramide qualitativa della produzione aziendale, di cui si prevede una tiratura limitata di appena 5000 bottiglie, che rappresenterà la quintessenza e la sintesi dei valori fondanti caratterizzanti l’azienda dal 1868.

Il nuovo “frutto enologico” sarà presentato in anteprima durante l’evento che si terrà lunedì 23 marzo al Vinitaly, in occasione della 49° edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati.

Fra l’altro è doveroso citare che l’ITS per il comparto agroalimentare e vitivinicolo di Conegliano si è classificato primo in Italia tra gli ITS del settore. Un risultato di tutto rilievo, calcolato sulla base di un notevole numero di indicatori: qualità della formazione, attrattività, processo di erogazione, rete interregionale, efficienza, placement. La componente determinante per la qualità del servizio sono le docenze di alto livello, provenienti in buona parte dal mondo delle Imprese e dall’Università, oltre che dalla scuola e da agenzie formative.

La Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Nuove tecnologie per il Made in Italy del comparto Agroalimentare e Vitivinicolo è stata istituita il 3 novembre 2010. Successivamente la Fondazione ha istituito il Corso di Tecnico Superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing del settore agroalimentare e vitivinicolo. Alla fine del corso la figura professionale è pronta per l’inserimento lavorativo e la formazione trasversale acquisita la rende profilata alle diverse tipologie delle aziende del settore agroalimentare ed enologico, indipendentemente dalle dimensioni organizzative e operative delle stesse.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com, press-office@carpene-malvolti.com
www.martecomunicazione.com – www.carpene-malvolti.com
Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261

Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali.

La presente comunicazione e gli allegati trasmessi unitamente alla stessa possono contenere informazioni riservate e sono indirizzati esclusivamente ai destinatari qui indicati. Nel caso in cui abbiate ricevuto per errore la presente comunicazione, vogliate cortesemente darcene immediata notizia, rispondendo a questo stesso indirizzo di e-mail, e poi procedere alla cancellazione del messaggio dal Vostro sistema. E’ strettamente proibito e potrebbe essere fonte di violazione di legge qualsiasi uso, comunicazione, copia o diffusione dei contenuti delle comunicazione da parte di chi la abbia ricevuta per errore o in violazione degli scopi della presente.

Legislative Decree no. 196 of 30 June 2001 – Code for the protection of personal data.

This communication and its attachments may contain confidential information and they are intended exclusively for the addressees indicated here. If you have received this communication by mistake, please be so kind as to notify us immediately, replying to this same e-mail address, and then delete the message from your system. All communication, copying or disclosure of the contents of the communication by persons who may have received it by mistake or contrary to aims of this mail are strictly prohibited and may be against the law.
Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali.
La presente comunicazione e gli allegati trasmessi unitamente alla stessa possono contenere informazioni riservate e sono indirizzati esclusivamente ai destinatari qui indicati. Nel caso in cui abbiate ricevuto per errore la presente comunicazione, vogliate cortesemente darcene immediata notizia, rispondendo a questo stesso indirizzo di e-mail, e poi procedere alla cancellazione del messaggio dal Vostro sistema. E’ strettamente proibito e potrebbe essere fonte di violazione di legge qualsiasi uso, comunicazione, copia o diffusione dei contenuti delle comunicazione da parte di chi la abbia ricevuta per errore o in violazione degli scopi della presente.
Legislative Decree no. 196 of 30 June 2001 – Code for the protection of personal data.
This communication and its attachments may contain confidential information and they are intended exclusively for the addressees indicated here. If you have received this communication by mistake, please be so kind as to notify us immediately, replying to this same e-mail address, and then delete the message from your system. All communication, copying or disclosure of the contents of the communication by persons who may have received it by mistake or contrary to aims of this mail are strictly prohibited and may be against the law.

Vinitaly al via per l’Istituto Nazionale Grappa

logo ING (1)Vinitaly al via per l’Istituto Nazionale Grappa

Viaggio tra i padiglioni del salone internazionale alla scopeta del distillato di bandiera con degustazioni e originali iniziative

Mancano poche ore all’avvio della 49° edizione del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati Vinitaly, ultimo grande appuntamento con le eccellenze del made in Italy vitivinicolo prima di Expo a Milano. A questo importante appuntamento non poteva mancare l’Istituto Nazionale Grappa rappresentato dalle distillerie aderenti che prendono parte all’evento e dunque la grappa stessa, orgoglio italiano nel mondo e rappresentativo di un vero e proprio stile di vita. Scegliere una grappa italiana significa infatti trovare in poche gocce di distillato una storia in alcuni casi secolare di distillazione, una tradizione artigianale spesso portata avanti per generazioni dalla stessa famiglia, ma soprattutto significa darsi un proprio stile scegliendo grappe bianche e giovani da degustare in un incontro conviviale oppure optando per quelle barricate, ambrate e invecchiate, più adatte a momenti di pura meditazione.

Dal 22 al 25 marzo la grappa, in tutte queste sue anime, sarà presente a Verona Fiere per Vinitaly nell’offerta delle singole distillerie che hanno già predisposto attività individuali di promozione attraverso degustazioni e speciali momenti di convivialità, in particolare assaggi di distillati prodotti con vitigni autoctoni delle aree di origine tra cui pregiati monovitigno, degustazioni “consapevoli”, imperdibili diagonali tra due annate di vino e le grappe giovane e riserva di Gewürztraminer e Lagrein, performances di realizzazione di cocktail d’autore con barman professionisti e due appuntamenti organizzati dall’Istituto Grappa Veneta per lunedì 23 e mercoledì 25 rispettivamente con “Le grappe dei grandi vitigni veneti” e “Il legno e le grappe”, in collaborazione con Anag.

Grappa protagonista a Vinitaly 2015 (1)“Siamo a Vinitaly tutti con un obiettivo comune – sottolinea il Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa Elvio Bonollo – ovvero lanciare da questo palcoscenico privilegiato un messaggio di unità e condivisione sia in termini di promozione che di valorizzazione, che possa trasformarsi in investimento in immagine, oltre che rappresentare un punto di partenza per difendere il prodotto e la sua identità, la sua storia, la cultura tutta italiana di cui si erge a simbolo e il suo valore anche economico. Vinitaly rappresenta una occasione che non possiamo perdere, soprattutto quest’anno, in quanto precede di pochi giorni Expo Milano: un evento planetario che potrebbe portare nuova linfa al comparto e spingere verso una svolta in positivo del turismo esperienziale, con i visitatori di tutto il mondo che avrebbero l’opportunità di assaggiare le nostre grappe nei canali di distribuzione tradizionali come HoReCa e GDO, ma anche nelle nostre distillerie, per assaggiare direttamente in azienda e allo stesso tempo vedere con i propri occhi come nasce il distillato più famoso”.

Tutti insieme a Vinitaly quindi, oltre che per promuovere i propri prodotti, per perseguire l’obiettivo primario per tutto il comparto – che nell’insieme vale circa un miliardo di euro e in cui la parte del leone la fa proprio la grappa – di condividere strategie di promozione del prodotto e di tutela dalle contraffazioni, soprattutto sul mercato estero in continua espansione dove spesso l’Italian Sounding è stato usato in maniera eccessivamente disinvolta con prodotti che niente avevano a che fare con il distillato made in Italy per eccellenza. Gli ultimi dati disponibili sulla produzione e sui consumi del distillato di bandiera parlano di produzione in leggera crescita, consumi interni in frenata (probabilmente anche a causa del crescente peso delle accise sugli alcolici ritoccate al rialzo per ben tre volte nell’arco di appena un anno) e qualche passo in avanti proprio sui mercati internazionali, in particolare Germania, Svizzera, Austria e Stati Uniti che rappresentano i mercati esteri di riferimento. Tuttavia, segnali incoraggianti sono pervenuti anche da mercati relativamente nuovi per questo segmento come l’Est Europeo, Russia e in Oriente.

Distilleria F.lli Russo – Santa Venerina (CT) – Padiglione 2 Stand C4

Istituto Grappa Veneta – Padiglione 4 Stand B4 della Treviso Glocal

Carpenè Malvolti – Conegliano (TV) – Padiglione 5 Stand B5

Distilleria Maschio Beniamino – San Pietro di Feletto (TV) – Padiglione 5 Stand B7

Distillerie Umberto Bonollo – Mestrino (PD) – Padiglione 5 Stand G3

Distillerie Roner – Termeno (BZ) – Padiglione 6 Stand B3

Distilleria Francoli – Ghemme (NO) – Padiglione 7 Stand B8

Cantina Storica di Montù Beccaria – Montù Beccaria (PV) – Padiglione 8 Stand L2

Mazzetti d’Altavilla Distillatori dal 1846 – Altavilla Monferrato (AL) – Padiglione 9 Stand B16

Nannoni Grappe – Paganico (GR) – Padiglione 9 Stand C4

Distillerie Bonollo SpA – Formigine (MO) – Padiglione 9 Stand C9

Distilleria D.E.T.A. – Barberino Val d’Elsa (FI) – Padiglione 9 Stand E11

Distilleria Santa Teresa dei F.lli Marolo – Alba (CN) – Padiglione 10 Stand F3

Distilleria Montanaro – Grinzane Cavour (CN) – Padiglione 10 Stand L3

Distilleria Sibona – Piobesi d’Alba (CN) – Padiglione 10 Stand M4

Ufficio stampa Istituto Nazionale Grappa

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com

www.istitutograppa.org – www.martecomunicazione.com

L’universo della grappa scalda i motori per Vinitaly

Grappa protagonista a Vinitaly 2015 (1)L’universo della grappa scalda i motori per Vinitaly

Il salone di Verona occasione di confronto su come affrontare le sfide del futuro

Le attività in calendario sono variegate, molteplici e ognuna ispirata ad un proprio tema conduttore, ma quella che si terrà dal 22 al 25 marzo a Verona, sarà per i distillatori di tutta Italia aderenti all’Istituto Nazionale Grappa, un’edizione di Vinitaly dal sapore molto speciale: stavolta come non mai, l’obiettivo di chi ci sarà è comune ed unitario, ovvero quello di lanciare – nell’anno dell’Expo dedicato alle eccellenze dell’agroalimentare – un messaggio positivo e lungimirante sul futuro del comparto.

“In questa occasione ognuno sarà testimone della qualità del proprio distillato con iniziative individuali – premette il Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa Elvio Bonollo –  tuttavia dobbiamo saper sfruttare l’opportunità che ci offre questo palcoscenico privilegiato, lanciando un messaggio di unità e condivisione degli obiettivi del comparto. Un piccolo contributo di ciascuno che può trasformarsi in un importante investimento in immagine, oltre che rappresentare un punto di partenza per difendere il prodotto e la sua identità, la sua storia, la cultura tutta italiana di cui si erge a simbolo e il suo valore anche economico. Da Verona infatti, partirà il real count down verso Expo Milano 2015, dal cui svolgimento che ambisce a richiamare in Italia milioni di visitatori  ci aspettiamo ricadute positive: partecipare a Vinitaly 2015 -aggiunge Bonollo – significa cogliere l’opportunità di poter dire la nostra in un momento di confronto e contribuire a dare visibilità all’intero comparto con un messaggio universale di promozione e valorizzazione”.

L’esercito dei distillatori a Vinitaly si profila cospicuo: partiamo da chi si appresta a compiere il viaggio più lungo per arrivare a Verona ovvero dalla Sicilia della Distilleria F.lli Russo che, da Santa Venerina (CT) arriveranno al Padiglione 2 stand C4 per proporre degustazioni di grappe di vitigni siciliani. Risalendo virtualmente lo Stivale, si arriva in Toscana dove a salire a bordo della locomotiva di Vinitaly sono la Nannoni Grappe di Paganico (GR) collocata allo stand C4 del Padiglione 9 e la Distilleria D.E.T.A. di Barberino Val d’Elsa, in attesa dei visitatori per degustazioni allo stand E11, sempre del padiglione 9. Un assaggio dei distillati del Piemonte si potrà trovare nelle quattro distillerie piemontesi presenti al Salone Internazionale del Vino e dei Distillati 2015, partendo dalle degustazioni consapevoli della Mazzetti d’Altavilla – Distillatori dal 1846 che oltre alla vasta gamma di distillati presenterà in anteprima le novità della collezione 2015 allo stand B16 del padiglione 9. Sono ubicati al padiglione 10 le altre tre distillerie piemontesi, a partire dalla Distilleria Santa Teresa dei F.lli Marolo che – dallo stand F3 si presenterà con le raffinate varianti della grappa di produzione propria distillate manualmente dal 1977 con i due piccoli apparecchi discontinui a bagnomaria, in particolare la grappa di Barolo, affinata a lungo in fusti di acacia e rovere da cui ne trae l’inconfondibile colore ambrato. Rimanendo in Piemonte, la Distilleria Montanaro si presenta con un ricco calendario di degustazioni per l’intera durata della manifestazione allo stand L3, mentre la Distilleria Sibona di Piobesi d’Alba (CN) offre degustazioni di distillati presso lo stand M4 – sempre padiglione 10 – con particolare attenzione alle Grappe Riserva Affinate in diverse tipologie di botti e alla Grappa XO, cuvée speciale invecchiata per oltre sei anni in piccoli tonneaux, mentre alla Distilleria Francoli al padiglione 7 stand B8 saranno presentati nuovi prodotti con la possibilità di degustare tutti i prodotti presenti. Prima di terminare il giro d’Italia della grappa in Veneto, passiamo dalla Lombardia e in particolare dal padiglione 8 con la Cantina Storica di Montù Beccaria che propone ogni giorno di manifestazione allo stand L2 degustazioni di grappe di monovitigno Oltrepadane e Stravecchie, distillato d’uva e grappa al miele e poi al padiglione 6, a fare una visita allo stand B3 delle Distillerie Roner, dove sono in programma degustazioni diagonali tra due annate di vino e le grappe giovane e riserva di Gewürztraminer e Lagrein e dove sarà presente da domenica a martedì il barman AIBES Antonio Pedullà, a disposizione per realizzare cocktail d’autore. Arriviamo infine in Veneto, con tre importanti realtà che si mettono in mostra per l’occasione: dal padiglione 4 lo stand B4 della Treviso Glocal presenta le iniziative dell’Istituto Grappa Veneta, la quale ha in programma presso lo stand E4 della Regione Veneto allo stesso padiglione 4 due degustazioni in particolare, la prima lunedì 23 dalle ore 16  alle ore 16,40 con “Le grappe dei grandi vitigni veneti” e mercoledì 25 dalle ore 15,30 alle ore 16,10 con  “Il legno e le grappe” in collaborazione con Anag.

Giungiamo infine al padiglione 5, dove dallo stand B5 arrivano distintamente i profumi e le note barricate dei distillati di Carpenè Malvolti, storica casa spumantistica di Conegliano che già dalla fine dell’Ottocento disponeva di una distilleria a vapore e che per prima ha introdotto elementi di design nel packaging della grappa proponendola in una bottiglia a zucchetta, destinata poi a diventare un must per tutti i produttori. In particolare, saranno in degustazione il Brandy e le quattro tipologie di Grappa ovvero Finissima Grappa Bianca – Grappa Riserva – Grappa Prosecco. Al Padiglione 5 stand G3, le Distillerie Umberto Bonollo di Mestrino (PD) proporranno nuove emozioni sensoriali attraverso la degustazione della nuovissima proposta dei Maestri Distillatori Of Bonollo che porta il nome di “Fior d’Of Barrique”: un distillato ottenuto a partire da un blend  di uve ricche di aromi tra cui Corvina e Rondinella – ovvero le uve del pregiato Amarone della Valpolicella -,  invecchiato in barrique di rovere francese per acquisire suadenti tonalità vanigliate e leggermente speziate. A concludere il tour è una visita alla Distilleria Maschio Beniamino, per degustare le grappe di produzione propria allo stand B7 dello stesso padiglione 5.

Ufficio stampa Istituto Nazionale Grappa

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com

www.istitutograppa.org – www.martecomunicazione.com

Presentazione della ricerca sulle origini storiche ed etimologiche del Prosecco

Invito Vinitaly Carpenè Malvolti Evento 23-03-15Presentazione della ricerca sulle origini storiche ed etimologiche del Prosecco

23 marzo 2015

Carpenè Malvolti, storica Casa Spumantistica di Conegliano fondata nel 1868, sarà presente alla 49esima edizione di “Vinitaly”, il salone internazionale del vino e dei distillati che si svolge dal 22 al 25 marzo 2015 a Veronafiere.

In particolare, ha il piacere di invitarvi a partecipare alle ore 11.30 di lunedì 23 marzo presso il loro stand B5/Padiglione 5, alla presentazione della ricerca sulle origini storiche ed etimologiche del Prosecco, condotta dagli studenti della Fondazione ITS Cerletti di Conegliano, in collaborazione con la Carpenè Malvolti e alla contestuale presentazione in anteprima dell’ultima “novità enologica” firmata Carpenè Malvolti.

Invitano inoltre durante le quattro giornate di manifestazione, a far loro visita per degustare tutta la gamma di bollicine del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G., degli altri Spumanti e dei Distillati, raccontati dall’esperienza e professionalità dei nostri enologi e sommelier.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com, press-office@carpene-malvolti.com
www.martecomunicazione.com – www.carpene-malvolti.com

 

Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali.
La presente comunicazione e gli allegati trasmessi unitamente alla stessa possono contenere informazioni riservate e sono indirizzati esclusivamente ai destinatari qui indicati. Nel caso in cui abbiate ricevuto per errore la presente comunicazione, vogliate cortesemente darcene immediata notizia, rispondendo a questo stesso indirizzo di e-mail, e poi procedere alla cancellazione del messaggio dal Vostro sistema. E’ strettamente proibito e potrebbe essere fonte di violazione di legge qualsiasi uso, comunicazione, copia o diffusione dei contenuti delle comunicazione da parte di chi la abbia ricevuta per errore o in violazione degli scopi della presente.
Legislative Decree no. 196 of 30 June 2001 – Code for the protection of personal data.
This communication and its attachments may contain confidential information and they are intended exclusively for the addressees indicated here. If you have received this communication by mistake, please be so kind as to notify us immediately, replying to this same e-mail address, and then delete the message from your system. All communication, copying or disclosure of the contents of the communication by persons who may have received it by mistake or contrary to aims of this mail are strictly prohibited and may be against the law.

Bollicine 2014

BOLLICINE A MOGLIANO VENETO Bollicine 2014

Carpenè Malvolti protagonista di “Bollicine 2014”, l’evento nazionale dedicato agli spumanti italiani che il 5 e 6 ottobre ospiterà in un unico esclusivo appuntamento a Villa Braida di Mogliano Veneto, degustazioni e – da quest’anno – anche laboratori con esperti del settore come Marco Sabellico, Gianni Fabrizio e Nicola Frasson del Gambero Rosso, Fabio Giavedoni di Slow Wine e Luciano Ferraro del Corriere della Sera.

Numerosi saranno i temi trattati nei molteplici laboratori. Da non perdere, la panoramica di Nicola Frasson domenica 5 ottobre alle 13.30 che introdurrà le varie tipologie di Prosecco, ma l’appuntamento più importante in cui sarà protagonista lo stile e il perlage inconfondibile del 1868 Extra Dry Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG di Carpenè Malvolti è per le ore 17.30 con Marco Sabellico, che guiderà una degustazione dal titolo “Storia degli Spumanti Italiani. I marchi Storici.”, con la quale aiuterà i presenti a ripercorrere l’evoluzione delle bollicine nazionali. Il costo di partecipazione al laboratorio è di 10 euro ed è necessaria la prenotazione inviando una mail a info@it-quality.it

Le “bollicine” dell’azienda di Conegliano leader nella DOCG saranno inoltre presenti in entrambi i giorni al banco d’assaggio con due delle più blasonate tipologie di Prosecco: il 1868 Extra Dry Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG – con il suo finissimo e persistente perlage che gli conferisce una sensazione di particolare vivacità ed eleganza e che, unitamente al bouquet particolarmente delicato e fruttato con retrogusto di mela, contribuisce ad esaltare un gusto morbido e allo stesso tempo asciutto grazie alla sua caratteristica acidità – il 1868 Superiore di Cartizze DOCG, un vero e proprio Cru prodotto con le uve Glera maturate su appena 107 ettari di vigneto tra Santo Stefano, Saccol e San Pietro di Barbozza e vendemmiate tardivamente per rendere questo vino dal bouquet complesso ricco di note floreali dall’acacia alla rosa e fruttate di mela golden e pompelmo rosa, ancora più zuccherino. Cremoso, dal gusto rotondo con una morbida sapidità che si equilibra perfettamente con la sua sapidità.

Il 1868 ExtraDry Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e il 1868 Superiore di Cartizze DOCG sono i due vini targati Carpenè Malvolti che hanno ricevuto nel corso del 2014 il più ampio consenso nei concorsi e nelle manifestazioni internazionali: consenso tradottosi in numerose medaglie del metallo più prezioso.
Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
press-office@carpene-malvolti.com
www.martecomunicazione.com – www.carpene-malvolti.com

Al via il 3 Ottobre la Rassegna proposta da Circolo Jazz Verona e Jazz&More

top_r3_c1Al via il 3 Ottobre la Rassegna proposta da Circolo Jazz Verona e Jazz&More

Venerdì 3 Ottobre 2014

Una serata di grande musica al Due Torri Hotel, promossa da Circolo Jazz Verona e Jazz&More.

Grande musica e tante novità per il prossimo 3 Ottobre al DUE TORRI HOTEL, in occasione della serata di apertura della stagione autunnale, frutto della collaborazione tra lo storico CIRCOLO JAZZ VERONA e l’Associazione JAZZ&More.

3.10JazzMoreFB.193630Grandissimo il primo Ospite: il pianista DADO MORONI, che si esibirà in un concerto per Piano Solo. Nuove le modalità di partecipazione, portando il biglietto a 10 Euro e lasciando extra consumazioni al bar e cena, scontate del 20% per tutti i nostri Ospiti. Sei gli appuntamenti Live, dal 3 Ottobre al 19 Dicembre, sempre il I° e 3° Venerdì del mese, con possibilità di cena dalle ore 20.00 ed inizio concerto alle ore 21.30. Ecco alcuni nomi: Dado Moroni (grandissimo pianista), Eleonora Strino (giovane talentuosa chitarrista), Luigi Del Prete (batterista emergente tra i più richiesti), Paolo Senni (brillante bassista), Alberto Marsico (grande tastierista)…
Durante la serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Jazz, godendo di numerose facilitazioni.

 

Programma

3.10 DADO MORONI Piano solo
(Special Event)

17.10 RANALETTA, SENNI, TONDO Trio

7.11 STRINO, MARSICO, DEL PEZZO Trio
(presentazione del disco ‘Tres Palabras’)

21.11 AS ONE 5Tet
(presentazione disco ‘Rosedawn’)

5.12 CONTE Trio

19.12 JERRY POPOLO Trio

Per maggiori informazioni vai su Autumn ’14

Grazie per la cortese attenzione

Silvano, Fabrizio, Umberto

Info e Prenotazioni

Concerto: € 10,00 | ridotto € 8,00* *musicisti, minori, Hp, partner e convenzionati
Cena e Consumazioni: riduzione 20% sul listino* *Cenando nel Louge&Restaurant potrete gustare le prelibate proposte dello chef Sergio Maggio, con tavolo riservato a Cena e al Concerto.

Mob. 335 6317228 jazzandmore.verona@gmail.com

Jazz&more

AZALEA HOME | Bello Utile e Solidale
La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911.

Food: Veneto protagonista alla “Fiera del Soco”

_DSC2118Food: Veneto protagonista alla “Fiera del Soco”

Dal 12 al 18 settembre 2014 a Grisignano di Zocco (Vicenza),
Magnacook presenta “L’Isola del Gusto” il Salone delle eccellenze alimentari venete
Un salto nel passato per riscoprire i sapori della tradizione
_DSC2426Vicenza, settembre 2014

Ricreare una rete di eccellenze alimentari del territorio veneto, ricostruendo i sapori e i saperi tradizionali della metà del Novecento alla Fiera del Soco: “L’ISOLA DEL GUSTO” è l’iniziativa del network Magnacook, che dal 12 al 18 settembre 2014 porterà a Grisignano di Zocco (Vicenza) alcune perle della produzione gastronomica della regione. Il contesto è quello adatto alla riscoperta del gusto dei nostri nonni, dal momento che la Fiera – nata nel Medioevo e poi cresciuta fino a coinvolgere l’intero paese di Grisignano e richiamare ogni anno oltre 8/900mila visitatori da _DSC3222tutta Italia – trasforma per una settimana questo piccolo centro tra Vicenza e Padova nella capitale dell’artigianato veneto di qualità. Un salto nel passato in uno spazio di 10mila metri quadri con oltre 500 bancarelle, fiera dei cavalli, giostre e giocolieri, come per magia un ritorno al tempo dei nostri nonni e bisnonni: ascoltare le vecchie fiabe, ammirare la perizia delle trecciaiole che intrecciano la paglia di una sedia o i fabbri che lavorano il ferro.
Per la durata di sei giorni un tuffo nel passato, per gli anziani i ricordi di antichi mestieri, artigiani, le trecciaiole, le lavorazioni del ferro, la fiera del bestiame, le lavorazioni del pane fresco, appena sfornato, e poi gli artisti di strada, e per i bimbi cose nuove, insolite, che la DSC_2577vita cittadina non fa conoscere, animali, dolci, enormi schidioni di polli che girano, grigliate sui fuochi scoppiettanti, il Luna Park, palloncini, colori, suoni e poi i fuochi d’artificio, ed infine…l’isola del gusto:

A selezionare le aziende che creano “L’Isola del Gusto” è Magnacook, che dopo il successo di “Slurp2014” a Schio intende creare un evento collaterale dalla forte connotazione gastronomica. In una tensostruttura di 500 metri quadri ci saranno così prodotti di nicchia come i formaggi delle montagne venete, la cioccolata e i biscotti, l’olio, i prosciutti, i salumi, le confetture, gli spumanti, tutto a chilometri zero: una DSC_2708vera e propria isola del gusto antesignana dello “street food” dove si potranno assaggiare e acquistare prodotti del territorio veneto, tra i quali i formaggi del Caseificio di Posina, gli spumanti di Marcato, le torte e i magnifici prodotti di Maistrello per la gioia dei grandi e dei piccini, i salumi di Valpasubio, il riso di Abadesse, le birre K&L le farine di Casarotto :

fianco a fianco con la mostra degli antichi mestieri “L’ISOLA DEL GUSTO DI MAGNACOOK” troverà posto un focus specifico sulle eccellenze alimentari del territorio che rappresentano un patrimonio culturale; infatti è proprio la “storia” delle nostre abitudini culinarie una delle espressioni più profonde della cultura di un Paese, il frutto della storia e DSC_2643della vita dei suoi abitanti, diversa da regione a regione, da città a città, da villaggio a villaggio.
Il cibo e la cucina raccontano chi siamo, si riscoprono le nostre radici che si evolvono con noi, e ci rappresentano al di là dei confini.
La cultura della cucina è anche una delle forme espressive dell’ambiente che ci circonda, insieme al paesaggio, all’arte, a tutto ciò che crea partecipazione della persona in un contesto.
È cultura attiva, frutto della tradizione e dell’innovazione e, per questo, da salvaguardare e da tramandare con l’insieme di usi e costumi, di stili di vita, di consuetudini e di tradizioni DSC_2847degli uomini. E civiltà del gusto, di quel senso preposto al piacere della tavola – quel gusto capace di affinarsi, di perfezionarsi, di riscoprire sapori perduti e di tentare il palato anche con il nuovo – vuol dire l’insieme dei valori che anche attraverso la tavola un popolo si tramanda, rinnovandoli continuamente, e che ne costituiscono l’identità culturale. Salvaguardare il gusto, quindi, diventa un elemento essenziale per la difesa non solo della civiltà della tavola, ma dell’identità stessa di un popolo.

“Fiera del Soco”

Dal 12 al 18 settembre 2014 a Grisignano di Zocco (Vicenza),
Magnacook presenta “L’Isola del Gusto” il Salone delle eccellenze alimentari venete

Info:
www.magnacook.it
www.fieradelsoco.it
info@magnacook.it

Suggerito da Cristina

Mariagiovanna Luini presenta Il Male Dentro a Verona

Mariagiovanna Luini presenta Il Male Dentro a Verona

30 Settembre 2014
Alle ore 18.00 Mariagiovanna Luini presenterà il romanzo “Il male Dentro” presso la Feltrinelli Libri e Musica di via Quattro Spade a Veron

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà

Jazz Concert con Gianni Cazzola, drums a JAZZ&More, suoni sapori solidarietà
Venerdì 23 Maggio 2014

Penultimo appuntamento con JAZZ&More Spring al Due Torri Hotel, tra suoni sapori e solidarietà.

Appuntamento imperdibile il prossimo 23 Maggio con un nome storico del Jazz italiano, il batterista GIANNI CAZZOLA, accompagnato da un’altra storica colonna, il bassista Luciano Milanese. Accanto a loro, l’elegante Danilo Memoli al piano e l’energia di Fabrizio Gaudino alla tromba e flicorno.
Si conferma, quindi, ancora una volta l’attenzione della Rassegna per i Grandi Nomi e i Giovani Talenti del Jazz italiano, accanto ai Complementi d’arredo realizzati dagli Artisti con disabilità di Azalea Home e alle prelibate proposte dello chef Roberto Maggio. Il tutto al DUE TORRI Lounge&Restaurant con il sostegno di Banca Popolare di Verona, Circolo del Jazz, Accademia di Alta Formazione Musicale, Mediarete, Azalea Cooperativa Sociale. Non mancate..

Condividi l’invito > Inoltra a un amico | Facebook Like Button | Tweet Button

Programma

Ore 20.00: Apertura Ristorante
Ore 21.45: Jazz Concert co Gianni Cazzola, drums
Luciano Milanese, double bass
Danilo Memoli, piano
Fabrizio Gaudino, trumpet e flugelhorn

Info e Prenotazioni

Concerto: € 15,00 prima consumazione inclusa
€ 10,00 musicisti, minori e convenzionati
Cena + Concerto: € 50,00* *Cenando nel locale potrete gustare il “Menù della Serata” composto da Antipasto, Primo Piatto e Dessert, Acqua e Servizio inclusi (vini e bevande extra) con tavolo riservato a Cena e al Concerto.

jazzandmore.verona@gmail.com

AZALEA HOME | Bello Utile e Solidale La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911
JAZZ&More suoni sapori solidarietà
Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)