Imbibe

Imbibe è la guida definitive alla cultura del beverage. In ogni numero della rivista, premiata da James Beard e su imbibemagazine.com, troverete i migliori posti dove bere un drink, ricette e approfondimenti- tutto ciò che c’è da sapere sulla gente, sui posti e sui sapori dei drink. Imbibe pubblica anche libri sui cocktail e produce eventi a tema mixology come la Negroni Week.

La moglie di coccio e altre novelle quasi vere

copertina_la_moglie_di_coccio

La moglie di coccio e altre novelle quasi vere
5 fiabe per adulti scritte da Donatella Cinelli Colombini e illustrate dal pittore Alessandro Grazi. Fantasia e storia vera, sogni e riflessioni sulla realtà

Dopo due libri di marketing del turismo del vino e tanti ricettari Donatella Cinelli Colombini si cimenta nelle novelle. Non è impazzita ma ha dato libero sfogo alla fantasia e il risultato è strepitoso.
5 novelle per adulti e per bambini. Un taglio che rimanda alle fiabe di Calvino e Rodari per il modo giocoso di proporre metafore della realtà, messaggi sotto traccia che mettono in luce i paradossi contemporanei come la convinzione di dominare la natura oppure la mercificazione delle cose più belle e più sacre. I suoi personaggi sono da novella epica: uno chef lupo che è l’opposto dei cuochi televisivi, il folletto Dorian che sta negli specchi della Fattoria del Colle e imbruttisce i turisti meno innamorati della Toscana oppure lo spagnolo Don Garcia bello e innamorato che ci mostra come i miracoli avvengono dove meno te li aspetti.
Racconti molto diversi dunque, scritti dal 1999 al 2005 e poi rimasti nel cassetto finché la voglia di farli conoscere è diventata forte. Per illustrarli Donatella ha chiamato il pittore senese Alessandro Grazi che condivide con lei una lunga amicizia e la predilezione per un universo fantastico dove la realtà cambia forma e si colora di arcobaleno ma ha sempre contenuti etici.
Il libro si intitola “La moglie di coccio” come la prima fiaba scritta dalla Cinelli Colombini. Racconta di una statua di terracotta che magicamente diventa viva grazie a una candela (la luce dell’intelletto) infilata nella testa e fa impazzire il marito pinocchio con i suoi capricci. Ogni mattina Pinocchio fa rimodellare la statua dai maestri ceramisti di Petroio ma la moglie viene sempre diversa da come vuole lui. La natura, infatti è più forte dell’uomo e rifugge da ogni costrizione.
La prima edizione del libro sarà limitatissima. Per averlo è meglio andare alle cantine e nel negozio Toscana Lover di Donatella Cinelli Colombini oppure ordinarlo a Agra Editrice ( 14,50€ ) http://www.agraeditrice.it/negozio/la-moglie-di-coccio-e-le-altre-novelle-quasi-vere/.

Per ulteriori informazioni
Alessia Bianchi 0577 662108 pr@cinellicolombini.it
Addetta stampa Marzia Morganti Tempestini marzia.morganti@gmail.com 3356130800

Un romanzo cosmico per il web.

Un romanzo cosmico per il web.

Un esperimento letterario. Così, potremmo definire “In che mondo viviamo”, titolo del romanzo cosmico scritto esclusivamente per i lettori del web. Un esperimento come siamo abituati ad attendere da Pier Paolo Segneri, 42 anni, scrittore e regista frusinate, giornalista pubblicista e professore di Lettere a Roma, sempre alla ricerca di strade diverse e di forme altre su cui esercitarsi. Attento ai problemi, alle attitudini e alle risorse creative degli studenti e dei ragazzi, nei quali ha grande fiducia.

“In che mondo viviamo” è la storia fantastica dell’avventura umana, dal Big Bang fino al 2015, con l’avvicinamento del satellite spedito verso la superficie di Plutone e la scoperta di un cuore, ritratto sul Pianeta più lontano, nel versante rivolto alla Terra. Una storia fantastica, vera, che unisce scienza e coscienza, realtà e sogno, immaginazione e fantasia, amore e libertà. I personaggi sono archetipi, a volte prototipi: il Drago, la Regina, il Corsaro, il Vecchio Saggio, Eros, Psiche, il Giovane apprendista, la Fata, l’Eroe, ecc.

L’uscita del racconto è iniziata il 20 Luglio scorso, dopo essere stata preceduta da alcune anticipazioni, sempre sulla rete e su Facebook. L’autore ha definito “In che mondo viviamo” come uno scritto corsaro, in omaggio a Pasolini.

Ad ospitare l’opera letteraria di Pier Paolo Segneri è il sito fattidicultura.wordp­ress.com e l’esperimento andrà avanti per ben 21 appuntamenti settimanali, un capitoletto alla volta. Ogni capitolo è una breve, ma intensa narrazione di una pagina o poco più. Le varie uscite sono previste, in genere, di lunedì e vengono comunque preannunciate da ilgeneralista.it. La prima intervista all’autore è già on-line sul sito web: Liberi.tv e a dare visibilità all’esperimento, come si può immaginare, contribuiscono anche Facebook e Twitter con pagine, profili, cinguettii e bacheche che partecipano liberamente al commento e alla diffusione del testo. Tra i vari riferimenti dei social-network, si possono segnalare le pagine di Allinfo.

Insomma, “In che mondo viviamo” è un libro disponibile soltanto su Internet ed è del tutto gratuito. Questo esperimento è anche un modo per giocare riflettendo su temi universali. Leggere può essere un gioco e, come in tutti i giochi, l’importante è partecipare!

Siti dove è possibile leggere “IN CHE MONDO VIVIAMO”:
http://­fattidicultura.wordpr­ess.com/

Stefano Ardito Alpi di guerra Alpi di pace

Ardito - Alpi di guerra

Stefano Ardito Alpi di guerra Alpi di pace
Luoghi, volti e storie della Grande Guerra sulle Alpi

Casa Editrice Corbaccio

Collana Exploits
Pagine 272 Euro 19,60

Un secolo fa la Grande Guerra ha insanguinato l’Europa. Nelle terribili battaglie combattute sui fronti della Somme, della Galizia, dell’Isonzo e del Carso hanno perso la vita milioni di ufficiali e soldati. Altri milioni di uomini sono stati mutilati o feriti. Nel quadro generale del conflitto il fronte alpino, dal Passo dello Stelvio alle Alpi Giulie, ha avuto un ruolo secondario. Ma quelle battaglie combattute ad alta quota, tra pareti di roccia e ghiacciai, hanno emozionato generazioni di Europei. Sulle Dolomiti, sull’Adamello, sul Pasubio, sullo Jôf di Montasio e su decine di altri massicci, i militari italiani e austro-ungarici hanno costruito sentieri di arroccamento e vie attrezzate, caserme e fortezze, teleferiche e caverne artificiali. Cannoni e mitragliatrici sono stati issati fin sulle vette più alte. Oggi, mentre le trincee del Fronte occidentale e del Carso sono state riassorbite in un paesaggio di pace, le Alpi centrali e orientali sono diventate un grande museo all’aria aperta, percorso ogni anno da decine di migliaia di turisti, escursionisti e alpinisti. Ma esplorare trincee, bunker, musei e gallerie non basta. Per capire la tempesta che ha sconvolto tra il 1915 e il 1918 le Alpi occorre conoscere gli eventi, i loro protagonisti e le loro passioni, il mondo che li circondava. In questo libro Stefano Ardito racconta con intensità e partecipazione diciassette episodi del conflitto, e permette agli appassionati di montagna e di storia di emozionarsi e di capire. Perché comprendere il passato serve a costruire un’Europa di pace.

Stefano Ardito, nato a Roma, è una delle firme più note del giornalismo di montagna e di viaggi italiano. I suoi reportage e le sue inchieste sono stati pubblicati da Airone, Repubblica, Il Venerdì, Alp, Meridiani e Specchio, settimanale de La Stampa. Oggi scrive per Il Messaggero, Meridiani Montagne, Qui Touring, Plein Air e altre testate. Ha all’attivo alcune decine di guide e una ventina di libri, tra i quali 101 storie di montagna che nessuno ti ha mai raccontato (Newton Compton, 2012), La grande avventura (Corbaccio, 2013) e Storia dell’alpinismo in Abruzzo (Ricerche & Redazioni, 2014). Il pubblico di Rai Tre lo conosce grazie ai suoi documentari, messi in onda per vent’anni nel programma quotidiano Geo&Geo. Ha dedicato alla memoria e ai luoghi del primo conflitto mondiale sulle Alpi numerosi servizi giornalistici e la guida Sentieri della Grande Guerra (Touring Editore, 2014).

The Lifestyle Journal

cover.jpgDiary of slow living
 
 
In occasione delle manifestazioni fieristiche Taste e Cosmoprof è stato presentato in anteprima attraverso una mostra fotografica allestita alla stazione Leopolda di Firenze il 1° numero del nuovo THE LIFESTYLE JOURNAL-DIARY OF SLOW LIVING, il bimestrale edito da Edizioni La Mode Illustrée dedicato al mondo green e alle sue implicazioni in chiave lifestyle. 
 
Automotive, Design, Fashion, Beauty, Food, Sport, Turismo rappresentano i temi centrali del periodico, il cui primo numero di 104 pagine è interamente stampato su carta naturale in formato compatto (mm 200 x mm 270) e rilegato con punto metallico. 
 
Missione del progetto è raccontare nel magazine e nella ampia attività digitale composta da sito, blog e forte utilizzo dei social, questa ampia tendenza che orienta i segmenti più alti del mercato verso un vivere più autentico e consapevole,  senza integralismi ma con molti stimoli e case history fatte di marchi e di persone.
Per meglio approfondire questi temi ogni numero di THE LIFESTYLE JOURNAL-DIARY OF SLOW LIVING,  sarà accompagnato nella sua distribuzione edicola da un libro che con il tempo andrà a formare una collana con pubblicazioni di volta in volta dedicate ad approfondire singoli argomenti trattati dal magazine.
   
Il 1° numero marzo/aprile, in edicola dalla prossima settimana a 3,50€, porta con se la guida turistica “Wonderful Italy” mentre il 2° numero maggio/giugno, che verrà presentato ad Orticola Milano (10, 11, 12 Maggio), veicolerà “Wonder Food”  un itinerario nella cucina artigianale Italiana alla scoperta dei suoi prodotti più tipici e dei luoghi più caratteristici ed insoliti dove consumarli.
  
THE LIFESTYLE JOURNAL-DIARY OF SLOW LIVING, diretto da Giovanna Caprioglio, sarà distribuito in edicola da Intercontinental in 21.000 copie a cui si affiancherà per i primi 6 numeri una diffusione personalizzata presso le 2500 stanze dei 18 alberghi 4 e 5 stelle di Boscolo Hotel.
 
 
Una distribuzione controllata a 2000 Opinion Leader e una rilevante presenza nelle manifestazioni fieristiche completeranno la diffusione del magazine.
 
  
La raccolta pubblicitaria carta e digital è gestita da Milano Fashion Media.
 
 
 
Diego Valisi

Arriva in edicola Pesca Magazine

Il nuovo mensile nato dal canale Pesca di Sky sarà allegato ogni mese a La Gazzetta dello Sport
 
 
Dalla collaborazione tra La Gazzetta dello Sport e il canale Pesca (Sky 236) nasce Pesca Magazine, il nuovo mensile dedicato al mondo della pesca come passione tecnica e stile di vita. Il magazine RCS MediaGroup sarà in edicola – allegato con sovrapprezzo a La Gazzetta dello Sport – a partire da giovedì 28 marzo, ogni ultimo giovedì del mese. Il! prezzo di lancio sarà di 1 euro. 
 
Pesca Magazine, diretto da Andrea Monti e coordinato da Matteo De Falco, Alberto Salvini e un team di esperti, è la naturale estensione del canale televisivo della piattaforma Sky, che conta 90.000 abbonati e incarna l’interesse del pubblico per questa meravigliosa attività. In Italia, infatti, sono quasi 2 milioni gli appassionati di pesca ricreativa, amanti della vita outdoor e degli sport a contatto della natura.
Campagna_pubblicitaria_Pesca_Magazine.JPGLa rivista è costituita da contenuti verticali sulla pesca, firmati dai “profishionals”, i principali volti del canale tv – personaggi noti del settore e pescatori italiani tra i più esperti – che riversano nelle rubriche del magazine la loro esperienza in merito alle attrezzature, le tecniche e i luoghi migliori dove praticare la pesca.
 
 
Nel primo numero, Matteo De Falco in Big Fish ci porta in Amazzonia alla ricerca del peacock bass, Marica e Alberto Salvini raccontano la loro Pescavventura in Islanda, Max Mughini in Bass Zone ci conduce per mano nel mondo della pesca al bass, Roberto Ripamonti con Emozione Carpfishing dà tutte le dritte per diventare carpangler…
 
 
Oltre alle rubriche, che ripropongono nello stile caratteristico del canale tv contenuti e novità relative al mondo pesca, una parte più life style della rivista è dedicata ai viaggi, raccontati attraverso le immagini di grandi fotografi. In questo numero i fotografi dal mondo sono Valentine Atkinson che immortala un’avventura di pesca alla golden trout in Sierra Nevada e Javier Teniente con le immagini dei Vezo, popolo di pescatori nomadi del Madagascar. 
 
 
Inoltre, il team Mediatika con le esche naturali, la verve e la simpatia di Boris Salnicoff, l’ironia di Valerio Morini e la professionalità di Sandro Onofaro. E ancora lo spazio ABKids dedicato ai bambini e ai consigli per avvicinarli alla pesca, Pesca Map e Hot Spot per conoscere i luoghi migliori del momento, Fisherman Style dedicato allo sport wear e agli strumenti high tech indispensabili per chi pratica questo sport.
 
 
 
Pesca Magazine vede, inoltre, la collaborazione di Legambiente, che firma delle finestre green: pagine che riportano informazioni e numeri sullo stato di salute delle acque italiane, degli ecosistemi e sulla tutela del territorio.
 
 
 
La raccolta pubblicitaria di Pesca Magazine è affidata a Milano Fashion Media di Diego Valisi.

Budget Hotel Rooms Division – Il libro del direttore d’albergo

Editore CIPAS™ Consulenza & Formazione Alberghiera Manageriale

Hardback edition

Ean/isbn 9788890464102

Info line + 39 333 4673402

Pagine 256

Prezzo € 50,00

ufficiostampa@cipas.info

 

Etna. Il vulcano e l’uomo – Suggerito da Elisa

Etna. Il vulcano e l’uomo
Autori Vari, Giuseppe Maimone Editore, Catania, 1993

L’Etna è l’emergenza naturale che contribuisce a differenziare maggiormente la Sicilia dalle altre regioni d’Italia e dalle altre terre del Mediterraneo. Il vulcano, che domina geograficamente e paesaggisticamente la parte orientale dell’isola, vi ha impresso il suo marchio nei modi più svariati. Non sono solo, infatti, le colate laviche consolidatesi in nera e dura pietra a contraddistinguere il territorio etneo, ma vi sono anche una flora e una fauna che si incontrano solo qui, e sistemi di insediamento e di coltivazione oltre a modi di costruire, con l’uso di pietra lavica appunto, che sono caratteristiche esclusive di quest’area. Il volume si propone di affrontare il soggetto Etna nella sua complessità di aspetti, occupandosi non solo della geologia, della flora, della fauna del vulcano, ma anche della cultura, della religiosità, della vita economica delle genti che vivono alle sue falde. L’opera è costituita da 12 saggi affidati a specialisti ed esperti nei settori specifici, ed è inoltre corredata da un apparato iconografico totalmente inedito e appositamente realizzato da Franco Barbagallo.

SOMMARIO

Etna: il Vulcano
Romolo Romano

Le grotte dell’Etna
Giuseppe M. Licitra e Giuseppe Sperlinga

Il paesaggio vegetale dell’Etna
Giuseppe A. Ronsisvalle

La fauna dell’Etna
Marcello La Greca e Angelo Messina

L’economia dell’Etna nell’ultimo quarantennio
Maurizio Colonna

Il Parco: un cammino di civiltà
Giuseppe Raggio

La costruzione del paesaggio antropico
Ernesto Dario Sanfilippo

Case e palmenti dell’Etna
Eugenio Magnano di San Lio

I castelli dell’Etna
Cono Pietro Terranova

L’Etna e l’uomo
Salvatore Agati

Santi e dèmoni dell’Etna
Vincenzo Pappalardo

Creature sulfuree
Salvatore Scalia

cm 24,5×25, pagg. 308,217 ill.
http://www.maimone.it/schedadinam1.asp?CodLib=19937
www.maimone.it
51,65 / (L.100.000)

Catania. Viaggi e viaggiatori nella città del vulcano – Suggerito da Elisa

Ilaria Di Pietra, Giuseppe Maimone Editore, Catania 2007

Il volume, che costruisce un’immagine della città di Catania per mezzo delle testimonianze dei viaggiatori europei giunti in Sicilia tra il XVI e il XIX secolo, si inserisce nella tradizione di studio della travel literature di cui analizza l’evoluzione attraverso il filtro culturale della classicità. Si tratta di un lavoro in cui l’autrice analizza le testimonianze scritte e figurate che costituiscono una parte del ricchissimo patrimonio costituito dai récits de voyage redatti dai numerosi personaggi dell’alta e media borghesia europea durante i loro viaggi in Italia che si concludevano sempre più spesso con una suggestiva permanenza in Sicilia. Il mito dell’Etna “ignivomo mostro” si delinea ed emerge da queste pagine con chiarezza ed icasticità e i resoconti di viaggio ne disegnano i contorni dando vita a suggestive descrizioni di cui l’autrice dà ampia e documentata testimonianza. La pubblicazione è arricchita da un centinaio di riproduzioni di stampe d’epoca, incisioni, carte topografiche, dipinti, ecc.

SOMMARIO

Premessa
Giuseppe Benanti

Prefazione
Enrico Iachello

Viaggi e viaggiatori

Resoconti di viaggio

Note

Bibliografia
24×30, pagg. 192, ill.

http://www.maimone.it/schedadinam1.asp?CodLib=200707
www.maimone.it
80,00 / (L.154.902)

La Sicilia dei Viaggiatori – Suggerito da Elisa

Messina Taormina Catania L’Etna Siracusa Ispica
Autori Vari, intr. di Giovanni Salmeri, Giuseppe Maimone Editore, Catania 1999

I resoconti di viaggio relativi alla Sicilia rappresentano per coloro che oggi la visitano un prezioso strumento di conoscenza, e nel caso di testi come quelli di Brydone, Denon e Goethe grazie al potere della letteratura rendono più essenziale e profondo il godimento delle bellezze naturali e artistiche dell’isola. Questo volume, riccamente illustrato con stampe della collezione F. Riccobono, propongono una scelta di testi tratti dalle seguenti opere: B. Berenson, Viaggio in Sicilia; P. Brydone, Viaggio in Sicilia e a Malta; D.V. Denon, Viaggio in Sicilia; G.W. Goethe, Viaggio in Italia; G.H. von Riedesel, Viaggio in Sicilia; D. Sestini, Lettere scritte dalla Sicilia e dalla Turchia.

SOMMARIO

Scoprire la Sicilia nei libri di viaggio
Giovanni Salmeri

MESSINA
“Il posto è stupendo e il porto…eccezionale e impareggiabile
Jahann Hermann von Riedesel

La Fata Morgana
Patrick Brydone

TAORMINA
Natura e arte s’incontrano
Goethe

CATANIA
Lettere della città di S. Agata
Domenico Sestini

L’ETNA
L’alba sul vulcano
Patrick Brydone

La Torre del Filosofo
Dominique Vivant Denon

SIRACUSA
Un passato di grandezza
Johann Hermann von Riedesel

Non è più un’isola
Bernard Berenson

ISPICA
“Tutti mi parlavano delle case di Ispica e nessuno mi diceva mai di averle viste”
Dominique Vivant Denon

Itinerario alla scoperta della storia, dei monumenti e delle tradizioni della Sicilia Orientale
Giovanni Salmeri

Brevi note sui viaggiatori autori dei testi

http://www.maimone.it/schedadinam1.asp?CodLib=19996
www.maimone.it

 

Un coupé anni ’70” di Fernando Felli

 

Da Giovedì 23 a mercoledì 29 febbraio 2012 

Più che un romanzo è un diario di viaggio, più che un diario, una travolgente storia d’amore.Un’avventurosa storia d’amore sullo storico tracciato della “Mille Miglia”.

Il libro è un romanzo d’avventura, in cui è predominante l’aspetto narrativo e descrittivo, in cui s’inserisce una passionale storia amorosa tra i due protagonisti.

La competenza dell’autore circa i motori rende il volume di particolare interesse a tutti gli appassionati del settore, la descrizione dei paesaggi all’interno del tracciato delle Mille Miglia risponde all’esigenze di un pubblico amante dei viaggi e, infine, la love story è rispondente al lettore più romantico.

L’esperienza che il Felli ha maturato nel campo della scrittura lo rende autore di penna scorrevole e fluente.

 

L’autore

Fernando Felli

Già collaboratore del settimanale Mondo Sabino, dal 1996 al 2000 è stato direttore editoriale bimestrale internazionale Bimota Club Italia News. Oggi collabora con “Il Giornale di Rieti” di cui è stato tra i fondatori. È iscritto all’Ordine dei giornalisti pubblicisti del Lazio con tessera n. 121050. Con il libro “L’Harley nell’anima”, è vincitore del premio Fondazione Maimeri di Milano nel 2008.

 

FERNANDO FELLI

UN COUPÉ ANNI ‘70

176 PAGINE

Prezzo: 11,90€

www.edizionileucotea.it

Italia

La guida accompagna il lettore per itinerari e percorsi enogastronomici, alla scoperta di specialità e prodotti tipici delle varie regioni italiane. Propone un ampio percorso che attraversa tutta la Penisola esaminandone dettagliatamente vino, olio, salumi, formaggi, prodotti spontanei, pane, dolci e molte altre tipicità.

Curatore G. Stecchi; M. Beretta
Editore Mondadori Electa, 2004

Andare a quel paese Vademecum del turista responsabile

Ormai tutti sono stati dappertutto: dall’India ai Caraibi, dal Kenya all’Egitto. Ma come ci sono andati? L’ottanta per cento degli spostamenti internazionali riguarda i residenti di soli venti paesi, ovviamente i più ricchi, che poco si curano dei danni ambientali e sociali arrecati dall’industria delle vacanze alle destinazioni “paradisiache” di turno. Duccio Canestrini riflette sul “come viaggiare”, dando conto di un movimento – quello del turismo responsabile – che sta rapidamente crescendo anche nel nostro paese e ci offre, con questo volume, una serie di esempi concreti e di suggerimenti da mettere in pratica.

Autore Duccio Canestrini
Editore Feltrinelli, 2003