Nichetti e la sua Autobiografia involontaria a Mangia come scrivi

f8a8f9bd-6535-4106-a8f3-a39f4af2fb16Nichetti e la sua Autobiografia involontaria a Mangia come scrivi
Mercoledì 24 gennaio al Ristorante Il Garibaldi di Cantù

CANTÙ (Como) – Il 2017 si era chiuso con un regista (Francesco Barilli, protagonista insieme al fotografo Paolo Simonazzi della serata “Mondo Guareschi”) ed il 2018 si apre con un regista. E’ Maurizio Nichetti l’ospite d’onore del primo appuntamento dell’anno della rassegna Mangia come scrivi. Mercoledì 24 gennaio (le cene lombarde si svolgono abitualmente di giovedì, ma in questo caso l’evento è previsto per la serata precedente) il regista milanese sarà protagonista di una speciale cena che prende il titolo dal suo divertente e apprezzatissimo libro “Autobiografia involontaria” (Bietti).

LE (AUTO)BIOGRAFIE SONO NOIOSE? CON NICHETTI NO
Tra una portata e l’altra e con la conduzione del direttore artistico della rassegna Gianluigi Negri, Nichetti coinvolgerà il pubblico con aneddoti, riflessioni e racconti, spaziando dalla Milano degli anni Settanta alle sfide tecnologiche del Duemila, dal teatro alla tv, dai premi cinematografici ai magici incontri con Chaplin e Tati, dagli esordi come mimo a film come “Ho fatto splash”, “Ratataplan”, “Ladri di saponette”, “Volere volare”, “Luna e l’altra”. Nichetti (Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni 2017) farà, insomma, quello che ha sempre fatto (e che gli riesce meravigliosamente bene anche nell’”Autobiografia involontaria”) dall’inizio della carriera ad oggi: “Trasmettere storie, raccontare personaggi, descrivere emozioni”.

IL MENU

Gli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri, tra le quatto portate d’autore previste, proporranno un loro cavallo di battaglia come primo (le perle del Lago in doppio brodo di cappone, richiestissime in inverno) e una faraona con panna ed erbe aromatiche, come secondo, che è un “classico” piatto delle feste di famiglia. Il tutto innaffiato dai vini del Collio friulano della cantina goriziana Villa Russiz. Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 031 704915.

I SUCCESSIVI MANGIA COME SCRIVI A PARMA E A CANTÙ
Due sere dopo (venerdì 26 gennaio), alla Tenuta Santa Teresa di Parma, ripartirà la stagione emiliana di Mangia come scrivi con una grande festa musicale: Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti, con “Atlante Rock”, saranno i protagonisti del 150° Mangia come scrivi, traguardo storico della rassegna creata da Negri nel 2006.
Il successivo Mangia come scrivi a Cantù è previsto, invece, giovedì 22 febbraio. E anche in questo caso sarà uno spettacolo: la serata “OperaSwing: da Parma a Chicago passando per la Bassa” avrà come protagonisti i fratelli Gianluca e Gabriele Campanini (Orchestra Campanini) ed il tenore Pietro Brunetto.
Pregusta il menu di “Autobiografia involontaria”
Maurizio Nichetti – Autobiografia involontaria
Seguici su Facebook
Seguici su Facebook
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacomescrivi.it

La grande festa del 150° Mangia come scrivi? A tutto rock

186c7527-5d8b-4f13-bc91-f16dcd00896fLa grande festa del 150° Mangia come scrivi? A tutto rock

La grande festa del 150° Mangia come scrivi? A tutto rock
Venerdì 26 gennaio cena musicale con Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma

PARMA – Con “Elvis, il Re è vivo” a Mangiacinema lo scorso settembre e con “The Rolling Stones – Altamont” a Mangiamusica lo scorso novembre, hanno strappato applausi a scena aperta. Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti (con Filippo Guaitamacchi che curerà la regia video) sono ora i protagonisti di un evento davvero storico per Mangia come scrivi: la centocinquantesima cena dal 2006 ad oggi. I due artisti, con la loro grinta, musica, voce e strumenti, sono gli attesi ospiti della grande festa “Atlante Rock”, per celebrare il prestigioso traguardo, in programma venerdì 26 gennaio all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma.

ATLANTE ROCK
Guaitamacchi e la Boschetti, con numerose canzoni e racconti, porteranno i commensali a “scoprire” luoghi a volte remoti, spesso fuori dai percorsi consueti, ma che sono stati testimoni di episodi, aneddoti e leggende che hanno fatto epoca: dall’”autostrada del Blues” alle stradine di Dublino, dalla provincia americana al nord dell’Inghilterra, passando per le grandi capitali della musica (Londra, New York, New Orleans, Memphis, Chicago, Austin). La bussola sarà proprio “Atlante Rock”, ultimo libro pubblicato da Guaitamacchi per Hoepli, imperdibile per chiunque ami la musica e voglia (ri)viverla da un diverso punto di vista (o ascolto).

20 ANTIPASTI NEL MENU E LA MERINGATA FIRMATA BATTISTINI

Lo chef della Tenuta, Paolo Dall’Asta, proporrà 20 antipasti, oltre ai tradizionali piatti del menu. Il dolce del 150° Mangia come scrivi è firmato dall’artista pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini di Parma): meringata con crema chantilly e frutti di bosco. Quattro, infine, saranno i vini selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci. Inizio cena, come sempre, alle 21. Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578.

LE NOVITÀ DEL 2018
Con questo primo appuntamento di gennaio, riprende la stagione emiliana di Mangia come scrivi. La rassegna diretta e ideata da Gianluigi Negri entra nel suo tredicesimo anno ed ha messo a tavola, fino ad oggi, 450 scrittori e 150 artisti. Da febbraio (e per tre serate) una grande novità: vedrà la luce lo spin-off Mangia come ridi, con importanti nomi dello spettacolo come Syusy Blady, Alberto Patrucco e Vito. La prima cena con la Blady (inizialmente annunciata per venerdì 23 febbraio) si terrà venerdì 16 febbraio: titolo della serata “Il paese dei cento violini”.

DUE SERE PRIMA A CANTÙ
Mercoledì 24 gennaio ripartirà anche la stagione lombarda di Mangia come scrivi al Ristorante Il Garibaldi di Cantù. Il primo e atteso ospite del 2018 è Maurizio Nichetti con la sua “Autobiografia involontaria” (Bietti).
Pregusta il menu rock della serata
Atlante Rock – Ezio Guaitamacchi
Just Like a Woman – Ezio Guaitamacchi e Brunella Boschetti

Mangia come scrivi: ecco i grandi nomi delle due nuove stagioni

e471a565-552c-451e-a0c9-89d981fe85d9Mangia come scrivi: ecco i grandi nomi delle due nuove stagioni

Dieci imperdibili appuntamenti da gennaio a maggio con grandi ospiti tra Parma e Cantù: Nichetti, Baccini, Syusy Blady, Patrucco, Vito, Carlotto, Sanfilippo, Guaitamacchi & Boschetti, i fratelli Campanini e Brunetto, Bolognini, Pasi, Maimone & Arosio, Villani

Grandi nomi della cultura e dello spettacolo, dieci appuntamenti da non perdere, l’attesisssima festa del 150° e la nascita dello spin-off Mangia come ridi: Mangia come scrivi, nel suo tredicesimo anno, continua a sorprendere per idee, proposte gustose e inediti abbinamenti letterari e artistici.
Da gennaio a maggio riprenderanno le due stagioni – emiliana e lombarda – della rassegna creata e diretta dal giornalista Gianluigi Negri: le cene-spettacolo si svolgeranno a Cantù (Como) un giovedì al mese al Ristorante Il Garibaldi e a Parma un venerdì al mese all’Antica Tenuta Santa Teresa.

Dai nomi del cinema (Maurizio Nichetti aprirà la stagione di Cantù, eccezionalmente di mercoledì, il 24 gennaio) a quelli della musica (Francesco Baccini, Claudio Sanfilippo, il bellissimo spettacolo OperaSwing con i fratelli Campanini e il tenore Pietro Brunetto), dalla straordinaria festa del 150° Mangia come scrivi (serata “Atlante Rock” con l’affiatato e travolgente duo Ezio Guaitamacchi-Brunella Boschetti) alla nascita di un’originale e inaspettata “rassegna nella rassegna” (a Mangia come ridi saranno protagonisti artisti come Syusy Blady, Alberto Patrucco e Vito), dalla chiusura in blues della stagione di Parma (con Massimo Carlotto e due ospiti a sorpresa) a quella “milanese” (con Sanfilippo, Giorgio Maimone & Erica Arosio, Flavio Villani) della stagione di Cantù, senza dimenticare due importanti firme del giornalismo italiano come Paolo Pasi (Tg3) e Luigi Bolognini (la Repubblica).

La rassegna più golosa d’Italia riparte sempre con la voglia di stupire, di coinvolgere il pubblico e di portare avanti, con lo stile abituale, un discorso unico e mai interrotto sulla cultura del gusto. Anche grazie alle creazioni degli chef Alda Zambernardi e Marco Negri del Garibaldi (appena premiati con la Corona Radiosa del Gatti Massobrio), dello chef Paolo Dall’Asta della Tenuta Santa Teresa (che firmerà 20 antipasti per la grande festa del 150° Mangia come scrivi) e di Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini), il miglior pasticciere di Parma, che firmerà tutti i dolci della stagione emiliana.
Gli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri
LA STAGIONE DI CANTÙ (Como)
Ristorante Il Garibaldi
(Piazza Garibaldi, 13)
—————————————————-
MERCOLEDÌ 24 GENNAIO
Autobiografia involontaria
OSPITE D’ONORE
Maurizio Nichetti

—————————————————-
GIOVEDÌ 22 FEBBRAIO
OperaSwing: da Parma a Chicago passando per la Bassa
OSPITI
Gianluca e Gabriele Campanini, Pietro Brunetto
—————————————————-
GIOVEDÌ 15 MARZO
Ho voglia di raccontarmi
OSPITE D’ONORE
Francesco Baccini

—————————————————-
GIOVEDÌ 12 APRILE
Scrittori da prima pagina
OSPITI
Paolo Pasi, Luigi Bolognini

—————————————————-
GIOVEDÌ 10 MAGGIO
Milan l’è on gran Milan
OSPITI
Claudio Sanfilippo, Erica Arosio e Giorgio Maimone, Flavio Villani

—————————————————-
Inizio serate: ore 20.30
Info e prenotazioni: 031-704915
Vai al Programma completo di Cantù
Scarica il programma in word

La chef Paolo Dall’Asta con Vito
LA STAGIONE DI PARMA
Antica Tenuta Santa Teresa
(Strada per Beneceto, 26)
—————————————————-
VENERDÌ 26 GENNAIO
Atlante Rock – 150° Mangia come scrivi
OSPITI
Ezio Guaitamacchi, Brunella Boschetti Venturi, Filippo Guaitamacchi
—————————————————-
VENERDÌ 23 FEBBRAIO
Il paese dei cento violini
(Evento speciale: Mangia come ridi)
OSPITE D’ONORE
Syusy Blady

—————————————————-
VENERDÌ 16 MARZO
Pessimismo comico
(Evento speciale: Mangia come ridi)
OSPITE D’ONORE
Alberto Patrucco
—————————————————-
VENERDÌ 13 APRILE
Artusianamente parlando
(Evento speciale: Mangia come ridi)
OSPITE D’ONORE
Vito (Stefano Bicocchi)
—————————————————-
VENERDÌ 25 MAGGIO
Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane
OSPITI
Massimo Carlotto e due ospiti a
sorpresa
—————————————————-
Inizio serate: ore 21.00
Info e prenotazioni: 0521-462578
Vai al Programma completo di Parma
Scarica il programma il word
Mangia come ridi, lo spin-off di Mangia come scrivi

Cosa è …cucinare

foto ridottaCosa è …cucinare

Il Ristorante Corsini

Chi viene dal Lungarno lo vede all’improvviso, un palazzone tutto bianco, e allora la ricerca svanisce d’un colpo. E poi, una volta entrati nell’ingresso ci sembra di essere in uno scrigno che dalla porta d’accesso si allunga fino al cuore dell’ospitalità del Ristorante Corsini, con il valore aggiunto di un gioiello gastronomico tutto da scoprire.
Il Ristorante Corsini è nuovo, aperto da pochi mesi, all’interno una sinfonia armoniosa di nuances dove prevalgono le tonalità del bianco, tortora e beige con eleganti arredi di tavola e dipinti alle pareti. Mentre la corte merita una menzione speciale, incastonato come un gioiello è il Secret Garden del Corsini, un giardino segreto fatto di verde lussureggiante, in verticale, di piante profumate usabili anche per cucinare e l’ inaugurazione sarà oggetto di una straordinaria performance live di EnoArte dell’artista fiorentina internazionale Elisabetta Rogai con un vino che arricchisce la ben fornita cantina.
26166914_183336345741485_3851504874486927098_n (1)Il Ristorante Corsini presenta uno chef di tutto rispetto, Raffaele Petrucci, campano, giramondo, con esperienze in Spagna, a Madrid, e poi Forte dei Marmi, al Grand Hotel di Gardone, a Palazzo Petrucci, nelle cucine più glamour del mondo, che ha fatto delle sue esperienze la cifra della sua professione, e, contrariamente alle ormai innumerevoli ondate fusion, vegane, dimostra che il vero cool è tornare alle origini, mixare dettagli di cucina gourmet in una atmosfera calda e accogliente, usare il verde, le foglie, la natura, che gli fa da base per i suoi piatti, dove esprime con talento la sua fantasia.
Giovane, curioso, professionalmente perfetto, una cucina basata sull’estro, questo giovane chef, già famoso, merita grande attenzione, scavando nella memoria e tirandone fuori rivisitazioni ragionate, mai estreme, dove il richiamo alla tradizione casalinga si fa meno presente per lasciare spazio alla sua creatività esplosiva, il suo sapere modulare l’arte sul filo sottile tra passato e futuro, tra tradizione e innovazione, tra la voglia di andare a ritrovare antichi sapori e il modo di prepararli con la cura di non snaturarli nel riproporli. La sua è una rivisitazione da grande chef, gentile, ragionata, creativa ma mai troppo estrema.
Come ci dice Raffaele Petrucci accogliendoci….. Io tengo sempre presente un grande detto di Gualtiero Marchesi “Bisogna esaltare la materia, non sé stessi” e per me 23622356_162842904457496_4342317429504899904_ncucinare è come scrivere una musica, nota dietro nota per comporre una sinfonia, mi sento come un direttore d’orchestra, un artista, un pittore che unisce i colori e crea un dipinto, per me questo lavoro è vita, passione, fatica, creatività, inventiva, studio delle origini, la chiave di lettura della storia della cucina e la ricetta per ridonarle la centralità che merita nella vita civile, la forma d’arte per eccellenza. Senza dimenticarne un importantissimo risvolto: il rapporto fra le due funzioni complementari di chi cucina, il «desiderio di capire» e la «passione di trasmettere».
Infatti la mia cucina sa di terra, di natura, ed è proprio la natura che dona un imprinting alla mia cucina nella bellezza impenetrabile dei boschi, dei castagneti, in uno splendore di gialli e rossi con le loro sfumature e ancora i verdi e viola e arancioni che vanno incontro al lilla e all’ocra, un mondo di colori e di profumi, dalla terra al piatto.
Il Corsini-6La mia cucina è anche fantasia, viaggi straordinari in paesi sconosciuti, racconti………con i miei piatti di pesce io racconto di mari lontani, la burrata cremosa è come l’abbraccio di una mamma, racconto la fragranza sensuale del cioccolato in un vaso da fiori del mio giardino, le foglie profumate mi fanno da corona, incoronano il cibo che si presenta regale nel piatto, nuvole velate di tartufo stuzzicano il ricordo di sere stellate.
Basta lasciarsi andare al gusto e ci si ritrova altrove perché, come ci dice Proust, “il vero viaggio non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”
Crediti ph: Martino Dini
Ristorante Corsini
Lungarno Corsini, 36
50123 Firenze

Firenze e cioccolato

Firenze e cioccolato

Dal 2 all 11 marzo nel cuore di Firenze arriva la “nuova Fiera del cioccolat artigianale “

Cambio di veste e un super programma bagnano il nuovo corso della storica manifestazione:
in Piazza SS. Annunziata dieci giorni di degustazioni, laboratori per grandi e piccini,
incontri e food show con grandi nomi del settore faranno di Firenze la capitale del cioccolato.

Martedì 6 marzo pranzo per gli ospiti della Caritas con chef Luigi Bonadonna dello Chalet Fontana

Conto alla rovescia cominciato per “FIRENZE E CIOCCOLATO” FIERA DEL CIOCCOLATO ARTIGIANALE, che DAL 2 ALL’11 MARZO farà di Firenze la capitale del cioccolato in tutte le sue espressioni!
Un’edizione speciale che rappresenta a tutti gli effetti una sorta di “anno zero” dell’ormai storica manifestazione – da quattordici anni fra gli appuntamenti più attesi e partecipati del panorama toscano – che si presenterà al pubblico in una veste completamente rinnovata, sia dal punto di vista estetico che a livello di contenuti: una golosa tappa per curiosi ed appassionati, ma anche una vetrina dedicata ad operatori e professionisti.

Nella splendida cornice offerta da Piazza SS. Annunziata, nel cuore di Firenze, un parterre di oltre venti maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia offrirà al pubblico, fra cioccolatini, praline, tavolette, ganache e molto altro ancora un imperdibile viaggio da nord a sud della Penisola nell’universo del cioccolato e delle sue più originali interpretazioni artigianali.

Imperdibile il programma che animerà ininterrottamente le giornate dell’evento, con preparazioni in diretta e cooking show firmati da chef stellati e di caratura nazionale: Rocco De Santis (Santa Elisabetta), Deborah Corsi (La Perla del Mare), Beatrice Segoni (Konnubio), Matia Barciulli (Osteria di Passignano), Alessandro Liberatore (Villa Cora), Vincenzo Guarino (Il Pievano), Silvia Baracchi (Il Falconiere), Alessandro Sardi (La Bottega del Buon Caffè) e Massimiliano Catizzone (Villa La Palagina).

E poi ancora giochi e laboratori dedicati ai più piccoli, degustazioni ed abbinamenti guidati, con contaminazioni dai mondi di pasticceria, gelateria e cucina d’autore. Ma non solo. Ampio spazio avranno infatti una serie di incontri di approfondimento del “prodotto cioccolato” di taglio trasversale, con particolare attenzione agli aspetti salutistici e nutrizionali passando da prospettive più insolite come il rapporto fra sport e cioccolato ed altre tematiche di attualità.

Martedì 6 marzo anche un momento di grande valenza sociale organizzato in collaborazione con la Caritas di Firenze: presso la mensa del centro storico – affacciata proprio sulla piazza sfondo della fiera – Luigi Bonadonna, chef dello Chalet Fontana, realizzerà un pranzo “a tema” per gli ospiti della struttura.

Ad arricchire il calendario anche spettacoli ed intrattenimenti, che faranno di Piazza SS. Annunziata un luogo in cui trascorrere piacevoli momenti di gusto e relax con tutta la famiglia. La manifestazione, ad ingresso gratuito ed aperta tutti i giorni dalle 10 alle 22, è organizzata da JDEvents di Firenze. Fra i collaboratori il maître chocolatier Andrea Bianchini.

Programma e aggiornamenti in tempo reale sono disponibili sul sito www.fieradelcioccolato.it.

Info: 055.433349 | info@fieradelcioccolato.it
Web: www.fieradelcioccolato.it
FB: https://www.facebook.com/FieraCioccolatoFirenze/


Marco Ghelfi
347.0613646 | marco@studioumami.com
Studio Umami | www.studioumami.com
giornalismo, ufficio stampa, organizzazione eventi food

Carpenè Malvoti: Al via le celebrazioni per i primi 150 della fondazione dell’attività d’impresa

Carpenè Malvoti: Al via le celebrazioni per i primi 150 della fondazione dell’attività d’impresa

Il presidente Etile, insieme a Tutta la Famiglia Carpenè, rendono gratitudine alle Generazioni precedenti che hanno determinato la genesi imprenditoriale

Presentato oggi, nella restaurata sede della Carpenè Malvolti, il calendario degli eventi celebrativi che caratterizzeranno l’intero 2018. La storica Cantina si appresta quindi a vivere il 150° Anniversario dalla fondazione dell’attività d’Impresa, scaturita ad opera di Antonio Carpenè il Capostipite di una Famiglia che sin dal 1868 ne mantiene il diretto controllo.
La Carpenè Malvolti celebrerà tale significativa tappa con alla guida Etile Carpenè – IV generazione della Famiglia più longeva della Spumantistica Italiana ed attuale Presidente della S.P.A. – che avverte, oggi più di sempre, tutta la responsabilità storica della propria Impresa costantemente impegnata nella creazione di valore per il Territorio di origine e per il patrimonio imprenditoriale nazionale.

“Sento forte tanto l’onere quanto l’onore di essere testimone dei valori storici e fondanti ereditati dalla mia Famiglia – afferma Etile Carpenè, Presidente della Carpenè Malvolti – E’ un privilegio condurre l’Impresa a questa tappa, avendo sempre posto al centro della nostra mission l’impegno etico di “condividere la storia per determinarne il futuro”, sia con i più stretti Collaboratori ed i Clienti tutti sia con il Paese intero”.

Un traguardo raggiunto grazie alla lungimiranza che da cinque Generazioni contraddistingue la Famiglia Carpenè, portavoce di una storicità sempre proiettata al futuro, conquistata attraverso una forte identità imprenditoriale – basata sulla cultura scientifica, sulla ricerca e sull’innovazione – ed una sempre attenta interpretazione dei mutamenti sociali ed economici per anticiparne le relative dinamiche.

“Gli eventi celebrativi in programma per i 150 anni, afferma ancora il Presidente, non saranno un’auto-celebrazione bensì un modo per rendere merito e gratitudine al mio bisnonno Antonio Carpenè, che ha avuto l’idea di fondare l’Impresa, valorizzare un Territorio ed i suoi frutti nonché permettere alle Generazioni successive di continuare a tramandarlo e contribuire alla Storia imprenditoriale del nostro Paese”.

Ciò che ha reso la Carpenè Malvolti un “marchio simbolo” nel mondo è la costante energia scientifica ed innovativa, di cui si è sempre fatta pioniera sin dall’intuizione di Antonio Carpenè che per primo volle produrre un Vino Spumante con le stesse caratteristiche dello Champagne francese ma con un vitigno autoctono del Territorio della Marca Trevigiana.
Altra pietra miliare per l’Enologia Italiana fu la messa a punto del metodo di spumantizzazione per valorizzare le caratteristiche organolettiche del Prosecco, così come la rivoluzionaria decisione di riportare già nel 1924 il nome del vitigno in etichetta. Non tralasciando quindi di citare il processo di internazionalizzazione, che ancora oggi continua con importanti investimenti sia nel consolidamento dei Mercati correnti, in cui il Marchio è già presente da più decenni, sia con lo sviluppo nei Paesi emergenti, in particolare quelli asiatici, fino alla restaurazione del sito storico che si aprirà alla Città di Conegliano nel prossimo Maggio.

“E’ stato un impegno economico importante, finalizzato peraltro in una fase congiunturale non particolarmente favorevole – afferma il Presidente Etile Carpenè – ma abbiamo ritenuto utile investire nella sede storica e nella relativa immagine, con l’orgoglio di celebrare così i 150 anni dalla fondazione dell’attività d’Impresa, che per Noi Tutti costituisce una tappa dalla portata storica. Era un sogno che avevo in testa da tempo – confida Etile Carpenè – e che oggi, grazie al contributo di tutta la mia Famiglia, in coincidenza con il nostro anniversario imprenditoriale siamo riusciti a realizzare”.

Il Presidente Etile Carpenè ha poi stigmatizzato come l’impegno della Famiglia nell’attività d’Impresa sia sempre stato un punto fermo così come le relazioni con tutti i Collaboratori che nel tempo si sono avvicendati e che gli investimenti in innovazione ed in ricerca, piuttosto che nella struttura produttiva siano imprescindibili dall’attività d’Impresa, cosi come altrettanto fondamentale è poter contare sempre sulle Risorse Umane.

E già si pensa alle prossime sfide.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel 335 6130800 mail marzia.morganti@gmail.com,
press-office@carpene-malvolti.com
www.carpene-malvolti.com

Carpenè Malvolti 1868
Copyright © 2018 Carpenè Malvolti, All rights reserved.

Our mailing address is:
Carpenè Malvolti
via Carpenè 1
Conegliano, TV 31015
Italy

A Cena con i Jazzisti: “Off Broadway Trio”

A Cena con i Jazzisti: “Off Broadway Trio”

L’evento si terrà all’ora, data e località seguenti:

Venerdì 19 gennaio 2018 dalle 20:00 alle 23:00 (CET)

Hotel Due Torri
4 Piazza Sant’anastasia
37121 Verona
Italia

Eccoci al 1° appuntamento della rassegna ‘A CENA CON I JAZZISTI’ 2018, promossa da Jazz&More;, Circolo Jazz Verona, Doc Live e Due Torri Hotel*****, dove Artisti e Pubblico hanno l’occasione di condividere la passione per la musica Jazz e la Cucina d’eccellenza, nella magnifica sala trecentesca nel cuore di Verona.

Protagonista della serata un trio condotto da un giovane talento del clarinetto vincitore di importati riconoscimenti. E’ possibile partecipare alla cena + concerto o anche al solo concerto.

h 20:00 | Cena al Due Torri (3 Forchette Michelin)

PRALINE DI CASTAGNE

Burro d’alpeggio, carciofi alla mentuccia e speck croccante

GUANCIALETTO DI CINGHIALE CONFIT

Baby ortaggi, patate ratte e marmellata di mele all’aglio

TORTINO DI CIOCCOLATO DAL CUORE MORBIDO

Salsa amara al cacao

VINI selezione Domini Veneti, acqua, caffè e servizio inclusi

h 21:30 | Live Concert
OFF BROADWAY Trio

MICHELE ULIANA, clarinetto

DAVIDE PALADIN, chitarra

NICOLA BORTOLANZA, contrabbasso

In questa formazione a trio, abbiamo il piacere di ospitare il brillante clarinettista Michele Uliana, vincitore del Tony Scott Clarinet Award 2017e finalista al Premio Massimo Urbani 2016, accompagnato dal chitarrista Davide Palladin e del contrabbassista Nicola Bortolanza, musicisti solidi e dal linguaggio pulito.

Off Broadway nasce dalla volontà di rielaborare con propri arrangiamenti alcune composizioni legate al panorama musicale della Tin Pan Alley e dei teatri di Broadway. Sono le canzoni americane che fanno parte del “Great American Songbook”, in cui compositori, parolieri e cantanti hanno raccolto quelli che diventeranno gli “Standards” nella musica Jazz. Ulteriori approfondimenti sul sito ufficiale.

Fine serata gustando un calice di Vino insieme agli Artisti, offerto dalla Cantina Valpolicella Negrar

Ingressi

Cena: € 45,00 (si paga al ristorante)

Concerto: € 15,00 (si paga all’ingresso)

Ridotto 14-18 anni: € 5,00 | Ridotto 19-25 anni: € 10,00 | Free 0-13 e Hp 100% con accompagnatore

Abbonamento annuale a 9 concerti: € 95,00

Ingresso con Tessera Soci annuale, da fare all’ingresso, inclusa nel costo del biglietto.

Info e prenotazioni

335 6317228 | www.jazzandmoreverona.com | info@jazzandmoreverona.com

Sala Concerti

Un ringraziamento particolare va a Comune di Verona Ass. Cultura, Cantina Valpolicella Negrar, AGSM, Frantoio Fontanara, ACE Consulting, Musical Box, Agenzia Perdonà, FederManager Verona, Accademia A. F. Musicale, Il Pianoforte e Target.sdv.

Condividi questo evento su Facebook e Twitter

Non mancare!

eventbrite

Questo invito è stato inviato a vinipassione@libero.it dall’organizzatore JAZZ&More Associazione Culturale Musicale. Per non ricevere più inviti da questo organizzatore, puoi cancellare l’iscrizione.

Eventbrite, Inc. | 155 5th St, 7th Floor | San Francisco, CA 94103

Emissione biglietti e registrazione online di

Birraio dell’Anno

16e108f5-ca45-4849-ae59-c0b3f26ed352Birraio dell’Anno
19/21 gennaio 2018
Teatro ObiHall – Firenze

Birraio dell’Anno torna al teatro ObiHall di Firenze, da venerdì 19 a domenica 21 gennaio 2018. Ideato e organizzato dal network Fermento Birra, il premio, che riconosce il miglior artigiano della birra italiana, darà vita ad un appuntamento imperdibile per ogni appassionato, ricco di emozioni birrarie garantite da un’offerta super-selezionata composta da oltre 150 birre artigianali alla spina prodotte da 25 birrifici italiani individuati dal voto dei 100 esperti interpellati (vedi regolamento).

Giunto alla nona edizione l’evento vuole essere una “vetrina” per un settore che vanta eccellenze riconosciute e apprezzate a livello internazionale, un doveroso tributo a prodotti artigianali unici nati dalla maestria e dalla creatività dei nostri birrai, che durante la tre giorni saranno presenti all’evento pronti a raccontare la loro passione attraverso le loro birre.

Come da tradizione, domenica 21 alle 16.30, il noto degustatore Lorenzo “Kuaska” Dabove avrà il compito di condurre la premiazione e pronunciare l’atteso nome del vincitore, sia del premio Birraio dell’Anno, che del Birraio Emergente, riconosciuto al produttore con meno di due anni di esperienza.

Protagonista anche lo street food con una selezione di truck e banchi ricchi di sfiziosità toscane ed extraregionali: la cucina fiorentina di Luca Cai dell’Osteria Il Magazzino con trippa, lampredotto e ribollita; i famosi Trapizzini di Stefano Callegari, i panini di mare del Ristorantino di Pesce, le salsicce, il pulled pork e i salumi da maiali allevati da Pork’n’Roll, gli arrosticini e il fritto dell’Ape Scottadito, e ancora altre golosità.

L’evento sarà impreziosito da degustazioni e incontri gratuiti realizzati nell’area Beer Show sul palco del teatro. Nell’area Beer Match al primo piano, in uno spazio riservato, si svolgeranno le degustazioni guidate (prenotazione obbligatoria).

Birrai, esperti, appassionati, curiosi, publican: tutti sono invitati a partecipare ad un evento nato per festeggiare la buona birra artigianale italiana!

Candidati al premio Birraio dell’Anno 2017

Agostino Arioli del Birrificio Italiano di Limido Comasco (CO)
Luigi D’Amelio del birrificio Extraomnes di Marnate (VA)
Andrea Dell’Olmo del birrificio Vento Forte di Bracciano (RM)
Pietro Di Pilato del birrificio Brewfist di Codogno (LO)
Riccardo e Davide Franzosi del Birrificio Montegioco di Montegioco (AL)
Conor Gallagher Deeks del birrificio Hilltop di Bassano Romano (VT)
Alessio Gatti del birrificio Canediguerra di Alessandria
Lorenzo Guarino del Birrificio Rurale di Desio (MB)
Luciano Landolfi del birrificio Eastside di Latina
Emanuele Longo del Birrificio Lariano di Dolzago (LC)
Valter Loverier del birrificio Loverbeer di Marentino (TO)
Luana Meola e Luca Maestrini del birrificio Birra Perugia di Perugia
Gino Perissutti del birrificio Foglie d’Erba di Forni di Sopra (UD)
Nicola Perra del birrificio Barley di Maracalagonis (CA)
Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC77 di Serrapetrona (MC)
Marco Ruffa del birrificio CR/AK di Campodarsego (PD)
Mauro Salaorni del birrificio Birra Mastino di San Martino Buon Albergo (VR)
Alessio Selvaggio del birrificio Croce di Malto di Trecate (NO)
Marco Valeriani del birrificio Hammer di Villa D’Adda (BG)
Josif Vezzoli del birrificio Birra Elvo di Graglia (BI)

Candidati al premio Birraio Emergente 2017
Samuele Cesaroni della Brasseria della Fonte di Pienza (SI)
Riccardo Di Profio del birrificio Rebel’s di Roma
Giovanni Faenza del birrificio Ritual Lab di Formello (RM)
Marco Gianino del birrificio Yblon di Ragusa
Stefano Simonelli del birrificio Vetra di Caronno Pertusella (VA)

Birraio dell’Anno è un evento realizzato da Fermento Birra con il supporto tecnico di Rastal, Sibe Commerciale e Prinz, con il contributo di Mr. Malt, Ninkasi, Ferrari Group e la collaborazione di Fermento Birra Magazine e Cucine di Strada.

Ingresso
Il biglietto giornaliero costa 7 euro (comprensivo di bicchiere serigrafato).
L’abbonamento ai tre giorni costa 15 euro (comprensivo di bicchiere serigrafato).

Orari
venerdì 19 gennaio 2018 dalle 18 alle 01
sabato 20 gennaio 2018 dalle 12 alle 01
domenica 21 gennaio 2018 dalle 12 alle 22

Dove
Il Teatro ObiHall si trova in Via Fabrizio De André a Firenze

Informazioni
www.birraiodellanno.it

https://www.facebook.com/birraiodellanno/
https://www.facebook.com/events/1957060424320880/

Assegnato allo stilista Michele Miglionico il “Capri Fashion Award 2017”

Michele MIglionico e le modelle.3Assegnato allo stilista Michele Miglionico il “Capri Fashion Award 2017”

In occasione della XXII edizione dell’evento “Capri, Hollywood – The International Film Festival 2017”

è stato riconosciuto il “Capri Fashion Award 2017” allo stilista Michele Miglionico.

Il Premio “Capri Fashion Award 2017”, è stato riconosciuto allo stilista Michele Miglionico durante la serata inaugurale dell’evento “Capri Hollywood” quale eccellenza dell’Alta Moda che si è distinta a livello nazionale e internazionale.

Per questa occasione sul palco lo stilista ha presentato quattro outfits Alta Moda della collezione “Madonne Lucane”.

Anche quest’anno a Capri si è svolta  Capri Hollywood, una grande festa internazionale del cinema giunta alla sua XXII edizione organizzata dal produttore Pascal Vicedomini con il sostegno del Mibact, della Regione Campania, del Comune di Anacapri e della Città di Capri.

Michele Miglionico e l'attrice Nastassja Kinski (1)Tante le proposte cinematografiche ed anche anteprime europee, al “Capri, Hollywood – The International Film Festival 2017” dove l’ eccezionale cartellone di 90 pellicole selezionate tra i migliori titoli internazionali ma anche italiani, hanno avuto l’ accesso gratuito per il pubblico nelle sale di Capri e di Anacapri.

Questa 22esima edizione di “Capri, Hollywood” presieduta dall’icona della musica israeliana Noa (presidente del festival onorario) e dal premio Oscar Alessandro Bertolazzi ha visto la presenza di tanti ospiti e premiati. Sul palco a ricevere la statuina appositamente creata per l’evento dall’artista napoletano Lello Esposito l’attrice statunitense premio Oscar Melissa Leo per il film “Novitiate” (anteprima europea), il regista spagnolo Alex De La Iglesia, gli attori Massimiliano Gallo, Pippo Delbono, Toby Sebastian, Michele Morrone, Valeria Fabrizi e Mirko Trovato. Premiato il cantante Enzo Gragnaniello per il film Gatta Cenerentola ed i registi Louis Nero, Jonas Carpignano, Sebastiano Riso, Claudio Sestrieri, Paolo Franchi, Giuseppe Varlotta e Alessandro Valori.

Ed ancora presenti l’attore Gianfranco Gallo interprete della pluripremiata serie Gomorra, The Jackal, gli Arteteca, Sud58, Valeria Marini, Patrizia Pellegrino, Antonella Salvucci, i cantanti Nicole Slack Jones, Aurelio Fierro Jr, Lucariello e Nelson, gli stilisti Michele Miglionico, Nino Lettieri ed i produttori Maria Carolina Terzi, Nando Mormone e Amedeo Letizia.

Nella giuria di Capri e Hollywood  con il fondatore del festival Pascal Vicedomini anche l’attrice tedesca vincitrice del Golden Globe Nastassja Kinski (premio Capri Career Achievement Award), il produttore italiano Andrea Iervolino, lo scenografo premio Oscar Gianni Quaranta, lo sceneggiatore Enrico Vanzina, il regista Francesco Patierno e la produttrice Ida Di Benedetto che hanno decretato quale miglior film “Get Out – Scappa” diretto da Jordan Peele e miglior regista Christopher Nolan per “Dunkirk.

La ventiduesima edizione di Capri, Hollywood – The International Film Festival è stata dedicata a Elizabeth Taylor con una mostra d’arte dell’artista B.Zarro realizzata negli spazi trecenteschi della Certosa di San Giacomo.

Dal 25 febbraio al 3 marzo il festival si sposterà a Los Angeles per promuovere il cinema e la cultura italiana in occasione della 90esima edizione degli Oscar.

Michele Miglionico Couture

Press Office: Nicola Altomonte

Mobile:+39 340 5402210

Email: info@michelemiglionico.it

Website:www.michelemiglionico.it

Facebook:www.facebook.com/Michele Miglionico Fashion Designer

Assegnato allo stilista Michele Miglionico il Premio “St. Oscar della Moda 2017”.

LocationAssegnato allo stilista Michele Miglionico il Premio “St. Oscar della Moda 2017”.

Alla sua quinta edizione del “St. Oscar della Moda” è stato riconosciuto il Premio per l’Eccellenza  dell’Alta Moda allo stilista Michele Miglionico.

Il Premio “St. Oscar della Moda”, giunto alla sua 5° edizione, è stato riconosciuto allo stilista Michele Miglionico. La statuetta in oro, realizzata dal Tari, polo produttivo e fieristico di gioielleria e oreficeria più grande del Sud Italia, è stata conferita allo stilista quale Eccellenza dell’Alta Moda che si è distinta a livello nazionale e internazionale.

L’evento svoltosi nella splendida corte interna del XIII secolo di Palazzo Caracciolo M Gallery by Sofitel, ideato per premiare le Eccellenze della Moda, della Bellezza e del Giornalismo, è stato presentato dal giornalista Alessandro Cecchi Paone e dalla modella e show girl croata Nina Moric.

L’evento ha visto inoltre il patrocinio del Comune di Napoli, Casartigiani di Giuseppe Alessandro Cecchi Paone e Nina Moric (1)D’Amore, la partnership con la onlus  Africa Enjoy e la direzione artistica di Steven Giuseppe Torrisi, ex ballerino d’eccellenza, che vanta una carriera trentennale nel mondo della moda, dello spettacolo e della danza.

Oltre allo stilista Michele Miglionico, la giuria presieduta dalla giornalista Cinzia Malvini e dal produttore televisivo Nando Moscariello, ha riconosciuto la statuetta oro “Premio St. Oscar della Moda” agli stilisti Gianni Calignano, Nino Lettieri, Carlo Alberto Terranova mentre la statuetta in platino alla stilista Teodolinda Quintieri.

Un particolare riconoscimento in Memoriam con la statuetta nera “Premio St Oscar della Moda” è stata dedicata allo scomparso designer Fausto Sarli.

Michele Miglionico Couture

Press Office: Nicola Altomonte

Mobile:+39 340 5402210

Email: info@michelemiglionico.it

Website:www.michelemiglionico.it

Facebook:www.facebook.com/Michele Miglionico Fashion Designer

MSC Crociere battezza l’ultramoderna MSC Seaside a Miami con una cerimonia dal Cast stellare

Part_1.3MSC Crociere battezza l’ultramoderna MSC Seaside a Miami con una cerimonia dal Cast stellare

La Compagnia ha annunciato anche una nuova partnership a scopo benefico con Andrea Bocelli Foundation, nonché la collaborazione con Joe Bastianich

  MSC Seaside, la nave che segue il sole, è stata presentata al pubblico con un’elegante cerimonia del “Naming” a Miami. Come di consueto, a fare da madrina dell’evento è stata Sophia Loren, icona del cinema italiano e internazionale. La neonata della flotta, nota come una delle navi più innovative dell’industria crocieristica, è la seconda nave in sei mesi ad essere introdotta nel mercato da MSC Crociere, brand leader in Europa nel settore. Si tratta della 14esima nave ad entrare nella flotta MSC Crociere ed è la seconda delle 12 unità del nuovo piano industriale della Compagnia che copre un arco temporale compreso tra il 2017 e 2026.

 Pierfrancesco Vago, Executive Charmain di MSC Cruises, ha dichiarato: “Il Part_1.4battesimo di MSC Seaside rappresenta un momento fondamentale per MSC Crociere e per tutto il comparto a livello globale. È la prima nave del quinto nuovo prototipo che abbiamo progettato e sviluppato sin dal 2013, cioè da quando siamo entrati nel settore; l’unità introduce un concept totalmente innovativo fissando così nuovi standard e rendendola un modello da imitare. L’esclusiva e originale classe ‘Seaside’ è stata progettata per avvicinare ancora di più i crocieristi al mare, così che possano godere al meglio della navigazione durante i mesi caldi; al contempo i nostri designer si sono spinti oltre i confini di una tecnologia marittima incentrata sugli ospiti, cosa che solo chi ha oltre 300 anni di tradizione marinara riesce a fare”.

Vago ha aggiunto: “MSC Seaside è stata progettata per guidare la prossima fase della nostra crescita in Nord America: insomma, si tratta di un passo decisivo nella strategia globale di MSC. L’unità sarà una delle tre navi di MSC con homeport a Miami, insieme dunque alle nuovissime MSC Meraviglia e MSC Divina. MSC Seaside riflette la nostra ambizione nello stabilire una presenza significativa in Nord America, confermando la nostra posizione di brand crocieristico numero uno in Europa e affermando la nostra identità anche a livello globale.”

Part_1.5MSC Crociere ha inoltre annunciato oggi due nuove partnership pensate appositamente per Seaside e rilevanti per il mercato nordamericano. La prima è con Andrea Bocelli Foundation (ABF), allo scopo di supportare – tramite le donazioni degli ospiti della nave – il prezioso lavoro svolto da ABF ad Haiti, uno dei paesi più poveri e sofferenti al mondo.

Ogni dollaro donato a bordo andrà alla Fondazione che lo utilizzerà ad Haiti per la costruzione di scuole e di veri e propri centri di aggregazione per il lancio di progetti come la Clinica Mobile, al fine di garantire assistenza e prevenzione sanitaria, la depurazione delle acque, l’illuminazione pubblica e lo sviluppo agricolo.

Vago ha commentato così la partnership con ABF: “MSC Seaside navigherà tutto l’anno nei Caraibi e con questa collaborazione desideriamo esprimere il nostro impegno per restituire qualcosa ai luoghi in cui operiamo. Il nostro scopo, infatti, è aiutare i bambini di Haiti; sono loro che rappresentano il futuro e meritano il meglio e, per una grande azienda familiare come la nostra, è una causa che ci appartiene più che mai”.

Per celebrare il lancio della partnership con ABF, il famoso tenore Andrea Bocelli è salito sul palco durante la cerimonia di battesimo insieme ai 30 bambini di Voices of Haiti, coro di alunni delle scuole haitiane di età compresa tra i 6 e i 14 anni. Il coro ha il compito di far conoscere la musica agli istituti di ABF Foundation e di St. Luke Foundation for Haiti.

Andrea Bocelli ha commentato: “Il mare è un luogo di libertà; è il custode di domande e segreti affascinanti, di risposte che ci aiutano a crescere. Essere un artista significa essere un esploratore. Per me avere l’opportunità di portare sulla nave il mio canto e, soprattutto, le voci, la gioia e l’entusiasmo del coro Voices of Haiti, è un’occasione particolarmente felice. Il coro è il risultato di uno dei progetti educativi realizzati, ad Haiti e oltre, dalla Fondazione che porta il mio nome”.

Il tenore ha così continuato: “MSC Crociere ha sempre supportato progetti filantropici e, in linea con questa tradizione, il battesimo di MSC Seaside oggi segna un’ulteriore inaugurazione: il lancio della partnership tra la Compagnia crocieristica e Andrea Bocelli Foundation. Sarà quindi possibile salpare insieme e allo stesso tempo intraprendere un’avvincente avventura di solidarietà, per conoscerci e sostenere le nostre importanti iniziative a bordo”.

In collaborazione con Andrea Bocelli Foundation, il progetto mira a raggiungere oltre 2.550 bambini residenti in cinque comunità di Haiti.

Inoltre MSC Crociere ha annunciato oggi la nuova partnership con il pluripremiato Joe Bastianich, ormai celebre personaggio televisivo, nonché proprietario di trenta ristoranti di successo in tutto il mondo tra cui Babbo e Del Posto a New York e Carnevino a Las Vegas. Bastianich è l’ultimo arrivato – in ordine di tempo – nell’imponente line-up di chef e ristoratori di fama internazionale che collaborano con MSC Crociere e firmerà un piatto firmato in esclusiva per il menu Elegant Night solo su MSC Seaside.

La cucina internazionale di alta qualità è uno degli highlights dell’offerta MSC, e MSC Seaside porta il concept ad un livello addirittura superiore proponendo sei ristoranti specializzati ispirati alla cucina di tutto il mondo. Tra le opzioni c’è sicuramente la nuovissima esperienza culinaria del pioneristico chef pan-asiatico Roy Yamaguchi, con cui MSC Crociere ha stretto una partnership per offrire una nuova proposta di ristorante asiatico-fusion: nasce così Asian Market Kitchen.

Per festeggiare l’entrata in servizio di MSC Seaside, la Compagnia di crociere con sede in Svizzera ha organizzato un evento esclusivo a PortMiami, rendendo omaggio alle tradizionali usanze marinare. Gli ospiti presenti provenivano da tutto il mondo: c’erano autorità, partner di spicco nel settore dei viaggi, nonché media statunitensi e internazionali insieme a personalità nostrane.

A portare all’apice il divertimento durante la cerimonia, è stato Ricky Martin, vincitore di diversi Grammy e Latin Grammy. Popolare per le sue esibizioni elettrizzanti che hanno rapito milioni di persone in tutto il mondo e amato per il suo ritmo istintivo, le sue performance travolgenti e la sua empatia, Ricky Martin racchiude veramente lo spirito internazionale di MSC Crociere e della città di Miami.

Indubbiamente lo special guest dell’evento è stato Dan Marino, leggenda del football di Miami, quarterback di Hall of Fame e membro dei Miami Dolphins per 17 anni. All’inizio di quest’anno, MSC ha siglato una partnership proprio con i Miami Dolphins ed è diventata la compagnia di crociera ufficiale per il team, rafforzando ulteriormente il rapporto con la comunità della Florida del Sud, base delle operazioni negli Stati Uniti. I fan e gli ospiti avranno la possibilità di vedere i Miami Dolphins a bordo e di incontrare gli ex allievi della squadra nel corso di una crociera a tema che avrà luogo su MSC Seaside nel 2018. Marino ha donato a Roberto Fusaro (Presidente di MSC Crociere USA) un casco da football da mostrare a bordo come simbolo della partnership.

La serata si è conclusa come da tradizione con la bottiglia di champagne che è andata a infrangersi sulla chiglia della nave, rispettando un’antichissima tradizione marinara, di buon auspicio per la nuova arrivata nella flotta. A tagliare il nastro è stata come sempre Sophia Loren, madrina di tutte le navi battezzate da MSC Crociere. L’affascinante diva del grande schermo, nonché una delle più celebri attrici italiane del nostro tempo, è diventata ormai a tutti gli effetti un membro della grande famiglia MSC.

Ad animare la serata è stato l’attore e popolare conduttore televisivo americano Mario Lopez, presente in veste di maestro di cerimonia. Lopez ha anche dato il benvenuto agli ospiti durante la sfilata delle star sul “Blue Carpet”, dove le celebrità hanno rilasciato interviste, fotografie e incontrato la folla. Lopez ha poi preso possesso del palco per guidare l’intrattenimento serale.

Tuttavia, la protagonista principale dello spettacolo è stata senza dubbio MSC Seaside. Diversa da qualsiasi altra nave che solca l’oceano, MSC Seaside brillerà nello skyline di Miami, catturando l’attenzione con il suo design rivoluzionario. Ispirata all’architettura e allo stile di vita di Miami, la nave si adatterà molto bene alle calde acque del sud della Florida. Innovativa e ultramoderna, l’unità offrirà intrattenimento di livello altissimo, una vasta gamma di concept gastronomici internazionali, una splendida spa, strutture eccezionali per le famiglie, uno yacht club privato (MSC Yacht Club) ed ampi spazi esterni. La futuristica MSC Seaside è solo un motivo in più per i viaggiatori di tutto il mondo per lasciarsi sedurre dalla proposta di un indimenticabile viaggio sulla nave che segue il sole.

MSC Seaside salperà da Miami ogni settimana per itinerari nei Caraibi Orientali e Occidentali a partire dal 23 dicembre.

Fabio Miceli
Havas PR Milano

w havaspr.it

Lo scenario fiabesco del parco della valle del fiume Treja racchiude tesori da esplorare

Mazzano Romano (1)Lo scenario fiabesco del parco della valle del fiume Treja racchiude tesori da esplorare

Calcata e Mazzano Romano hanno presentato il progetto di valorizzazione e promozione turistica del territorio

Il bando regionale “Valorizzazione e Promozione Turistica dei Borghi del Lazio”, vinto dai comuni di Calcata e Mazzano Romano magnifici borghi fra Roma e Viterbo, prevede la partnership fra i due comuni, l’Ente Parco, le associazioni di categoria e gli operatori locali nonché la possibilità di costituire in seguito un Centro di Ricerca sul Turismo (CRT) per la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale del territorio. Verranno realizzate opere di interesse collettivo nel parco regionale della valle del fiume Treja, a meno di un’ora di auto da Roma, con i due comuni di riferimento, Calcata e Mazzano Romano che hanno costituito un partenariato con la Confesercenti e la Confartigianato e con l’associazione dei Consumatori per il rafforzamento dell’offerta turistica del territorio e l’avvio di nuovi modelli di sviluppo. La prima azione l'oasi di Paolo Portoghesi (2)concreta è stato un workshop organizzato nei giorni scorsi a Calcata, in collaborazione col centro assistenza tecnica sviluppo imprese di Viterbo, che ha visto faccia a faccia gli attori della filiera turistica del comprensorio, in cui gli agenti di viaggio e tour operator provenienti da tutta la Regione si sono intrattenuti a lungo per capire quali prodotti turistici promuovere dal punto di vista culturale, naturalistico e gastronomico. Sono stati presentati pacchetti turistici di due, tre e più giorni per consentire di poter scoprire con calma un territorio naturale già meta delle gite “fuori porta” nei fine settimana dei cittadini della Capitale. Il le cascate di Monte Gelato (2)Sindaco di Calcata, Alessandra Pandolfi, ha dichiarato: “Ci piace un turismo lento, non invasivo, vogliamo un turismo consapevole che comprenda di trovarsi in una realtà molto eterogenea. In questa zona ci sono delle unicità, c’è la storia dei Falisci e dei Romani, con un fiume che abbraccia i due paesi che in realtà sono simili ma completamente diversi ”. Ha continuato il sindaco Pandolfi: ”Nell’immediato dopoguerra Calcata si salvò dalla demolizione soltanto per un la disobbedienza civile. Il suo fascino decadente e surreale iniziò ad espandersi e fu così che il borgo fantasma cominciò ad essere ripopolato da artisti, artigiani ed intellettuali che a partire dagli anni ’60 vennero da ogni parte del mondo, in cerca di una dimensione di vita genuina e in contrasto con l’incalzante società industriale e consumistica”. Furono in molti ad innamorarsi di questo luogo magico, a cominciare dall’architetto Paolo Portoghesi che qui ha voluto creare un’”Oasi” nella quale far rivivere parte dei suoi sogni e dei suoi ricordi in giro per il mondo. “E’ un giardino della memoria sul tipo della tradizione classica – ci dice – in cui vi sono oltre la porta di accesso a Calcatamille piante e ottocento animali alcuni in via di estinzione curati da mia moglie”. Visitare Calcata oggi significa vivere una magia che pochi altri luoghi possono trasmettere.
Il parco è stato voluto dalle popolazioni locali che sono consapevoli di vivere in modo più naturale, consentendo la vita dei borghi che altrimenti verrebbero progressivamente abbandonati.
Meno nota di Calcata, ma non per questo meno interessante, il borgo medievale di Mazzano Romano costruito su di una ripida altura che emerge dalla valle del fiume Treja. Poco distante si trova Monte Gelato, un luogo molto amato dal mondo cinematografico grazie alle sue cascate naturali incorniciate nelle fitta vegetazione, che alimentavano un’antica mola, sembra un luogo senza tempo, incontaminato dall’uomo, lontano dal caos della capitale: un posto magico tra castelli medievali, boschi e canyon. Da visitare anche l’insediamento falisco di Narce e la villa romana del I° secolo a.C. ricoperta da vegetazione. “Noi – ha dichiarato il primo cittadino di Mazzano Romano Nicoletta Irato – puntiamo ad un turismo consapevole, siamo borghi medievali nei quali natura e archeologia rappresentano un’unicità.. Il nostro scopo è quello di attrarre il visitatore non soltanto per un giorno, ma farlo rimanere nel nostro territorio più a lungo per farglielo scoprire a trecento sessanta gradi. Siamo certi che l’unione dei tre fattori: Ambientale, Archeologico e Architettonico fanno di questa parte del territorio laziale un unicum per cui vale davvero la pena di venire a visitarci”. Dunque un turismo che tenda a valorizzare le eccellenze del territorio a cominciare da quelle enogastronomiche e le tradizioni della zona.

Harry di Prisco

La trippa de San Basian Pizzighettone (CR)

La trippa de San Basian Pizzighettone (CR)

Dal 19  al 21 gennaio 2018

Lions Club Pizzighettone Città Murata vi invita alla Decima edizione della “Trìpa de San Basian”!
Nella splendida location dell’antica cerchia muraria della città sarà possibile degustare la famosa Trippa e moltissime altre specialità gastronomiche locali: tutti i piatti sono freschissimi e preparati al momento e ci siamo organizzati per essere molto veloci anche nei momenti di grandissimo afflusso.
Sarà possibile acquistare prodotti gastronomici di altissima qualità che potrete anche degustare a casa, con i vostri amici!

Per prenotare i tavoli o il servizio d’asporto, chiamateci o inviate un messaggio al numero: +39 331 8612907.

Tutti gli addetti sono volontari che prestano la propria opera gratuitamente: il ricavato verrà devoluto dal Lions Club Pizzghettone Città Murata a vari progetti del territorio. Durante la manifestazione sarà possibile raccogliere informazioni sulle tante attività svolte in questi anni.

Vi aspettiamo numerosi: è un’occasione unica per pranzare o cenare con amici in una cornice straordinaria ed antichissima gustando piatti semplici, leggeri e sani.

 

The extraordinary Italian style esaltato dalla Chaine Bailliage Francigena Toscana a Villa Artimino

villa artiminoThe extraordinary Italian style  esaltato dalla Chaine Bailliage Francigena Toscana
a Villa Artimino

Una emozionata ma orgogliosa Presidente della neonata Bailliage Francigena Toscana, l’Avvocato Giovanna Elettra Livreri, ha aperto la serata inaugurale Chaine des Rotisseurs nella splendida Villa Medicea La Ferdinanda, patrimonio dell’Unesco, ospitata da Annabella Pascale, AD della Artimino spa, per spiegare il tema della serata che si riassume in un nuovo Umanesimo delle arti, della cultura della convivialità e della tavola, dunque dell’amicizia.

Giovanna Elettra Livreri, avvocato e direttore generale della prestigiosa camera estera calzature FabiCC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina), presidente della neonata Chaine Francigena Toscana, ha voluto presentare il neonato Balliage della storica internazionale Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs in questo mondo fatato, interpretando in maniera moderna la filosofia della Chaine per ricomporre un nuovo Rinascimento, mixando come un giocoliere il mondo del food con quello del fashion, proposto da Cristina Vittoria Egger, l’arte degli artisti Fabrizio Savi e dello scultore Madelin Cuca al cioccolato artigianale di Pura Delizia, lo spettacolo della Compagnia Teatrale dell’Accademia Creativa alle calzature Fabi ed infine la “rinascita” tramp 2di un glorioso brand di orologi, LONVILLE 1873 Orologi, una proposta della scoperta della Toscana, lo straordinario style Italiano, la natura unica e ancora incontaminata dei luoghi, lontana dai ritmi della città, dove il primo attore è il Castello di Artimino e la sua storia, armonioso, imponente, testimone di un nuovo turismo, la strada per conservare un patrimonio storico di grandissimo valore mantenendo l’equilibrio tra la tutela del posto e la necessità di renderlo vivo e fruibile al turista, evidenziandone le peculiarità.

Avaro Figlio (2)Ed ecco poesia e sinergia di immagini e gusto con una cena placee creata da Michela Bottasso la professionista che vive in armonia il suo essere chef in simbiosi con la natura la circonda usando la sua cucina come strumento di arte, due mondi e modi del vivere quotidiano. Michela Bottasso è la chef del “Biagio Pignatta” il Ristorante del complesso di Artimino dove la natura stessa contraddistingue le immagini, e, seguendo la filosofia green, usa e cucina le verdure in un terreno attiguo di 5mila mq, creando una cucina semplice ma non banale. Per lei la cucina interroga il territorio, la natura e il paesaggio, e nelle sue mani la sua cucina diventa anche gioco e creatività, performance, gesto e teatralità proprio come l’arte.
E poi il fashion…….attraversano le sale piene di storia i romantici accenni di una sfilata femminilissima per la quale Dario Biglino creativo della maison Avaro Figlio ha immaginato un giardino di donne-petalo, dagli abiti senza orlo, che sbocciano in un risveglio di sensualità che si evince nei dettagli, nelle mani sapienti che accompagnano i gesti durante la sfilata, un sincronismo armonioso del movimento, come un fiore che sboccia, assecondato dalla linee e dal tessuto. Hanno sfilato le calzature di Fabi, eleganza, raffinatezza, sperimentazione per una armonia fatta di equilibri progettuali ed berg gioielli 2emotivi, ricordi di cose viste, studiate, elementi che creano una trama nell’abbinamento apparentemente impossibile di Swarovski, lacci, seta, pietre, metalli…..infine la presentazione di Virage, il primo orologio del brand Lonville che rinasce dopo 50 anni di silenzio. E con la presentazione del libro “In viaggio con Leonardo” della Contessa Melzi d’Eril sullo sfondo opere del pittore Fabrizio Savi e dello scultore Mădălin Ciucă cala il sipario su Artimino e la neonata Chaine Bailliage Francigena Toscana, un romanzo incantato sullo sfondo di un castello di fiaba.

NOTA: Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, La Confraternita della Chaine è una società gastronomica internazionale fondata a Parigi nel 1248 e rifondata successivamente nel 1950, una realtà che opera per la diffusione della cultura della gastronomia promuovendo i valori gastronomici e l’essenza stessa della Confrèrie, il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.

Partners e Sponsor dell’Evento
CHAINE ROUGE 2017 DEL 9 DICEMBRE 2017 della Chaine Bailliage Toscana avaro figlio, Virage byLonville Berg gioielli Fabi calzatureFrancigena
CHAINE DES ROTISSEURS D’ITALIE
AMITES SANS FRONTIERES MONACO – FIRENZE
PURA DELIZIA CICCOLATO ARTIGIANALE
TENUTA DI ARTIMINO
AVARO FIGLIO STILISTA
COMUNICAZIONE E STAMPA “LE SALON DE LA MODE” – Gabriella Chiarappa
LONVILLE 1873 OROLOGI
FABI SHOES
BERG TU DIVA GIOELLI
EDOARDO TRANCHESE – I TRANCHESE FOTOGRAFI

VILLA ARTIMINO RESORT
Viale Papa Giovanni XXIII,1
59015 Artimino Prato (PO)
www.artimino.it

Ascoltare la fragranza del cioccolato ….

Manuela BottassoAscoltare la fragranza del cioccolato ….

Pura Delizia Cioccolato Artigianale alla Chaine Francigena Toscana

Dolce, amaro, nero come la notte, bianco come il vestito di una sposa, un sapore fragrante, una tentazione maliziosa e sensuale……va in scena Pura Delizia Cioccolato Artigianale ad Artimino “La Chaîne Toscana Francigena”, in un evento che abbina la cucina italiana con l’arte, lo spettacolo e il fashion, un evento organizzato dal neonato Bailliage “Chaîne Toscana Francigena”, un appuntamento per introdurre la missione del Bailliage per coniugare e unire il buono e il bello delle eccellenze del made in Italy e tutto quello che il mondo ci invidia: the extraordinary Italian style, il cibo, l’arte e la moda, mondi e modi del vivere quotidiano.

Pura Delizia Cioccolato Artigianale, ascoltare la fragranza del cioccolato….

Giovanna Elettra LivreriE fra queste, in una notte di stelle, aleggia fra le volte del Castello di Artimino una domanda…..quale è il segreto del cioccolato? La sua dolcezza amara è una tentazione, maliziosa e sensuale, ma rimane il mistero di un gusto prelibato, eccellente e straordinario che stuzzicando le papille gustative riesce a risvegliare tutti i sensi. Una magnifica tentazione alla quale è difficile resistere, il viaggio di un attimo, nel quale diventa fondamentale riuscire a comunicare il sapore, i profumi, le suggestioni, persino i valori veicolati del prodotto che si sta gustando, anche attraverso l’immagine, unico mezzo la vista.

Il Presidente del nuovo Club della “Chaine des Roitisseur” l’Avvocato Giovanna Elettra Livreri, direttore generale della camera estera CC-ICRD (Italia Caraibi e America Latina), parla dell’evento ad Artimino come una sintonia – “accordo di toni” dal greco – tra l’arte, la moda, lo spettacolo e il food, dove spicca il sapore del cioccolato…….come piccolaci dice, che sa di casa, profuma di terra, l’odore di casa mia, dove rinasco mille volte ogni volta che torno a casa, sapori che fanno parte della vita, che mi accompagnano in ogni evento cadenzando i momenti, fanno ridere la mia anima, mi accompagnano fra la gente.

Come tiene ad affermare l’Avvocato Livreri….

Questa edizione della Chaine che io presiedo è una nuova poesia e sinergia di immagini e gusto. Ma anche un nuovo stile di vita. Se si parla di benessere in rapporto al cibo, si può e si deve parlare di benessere rispetto alla moda. Come il cibo interroga il corpo, il territorio, la natura e il paesaggio, altrettanto lo fa la moda e soprattutto gli abiti che scegliamo e indossiamo per le nostre interazioni sociali.
Il cibo è anche gioco e creatività, performance, gesto e teatralità proprio come la moda, anche se le loro esecuzioni sono espresse in maniere diverse.
La Chaine Francigena Toscana deve trasmettere la passione e la qualità che ci sono dietro le mani dell’artigiano che lavora la moda e dello chef, mostrare l’abilità e le loro storie, il primo attore che sono le mani, e poi l’estro, gli accostamenti di colori, tessuti, e poi i sapori, la cultura visiva del cibo, ma ad ampio respiro, far riflettere chi osserva, farlo immedesimare in una condivisione creativa, ribaltare la forma di nutrimento in un riflesso per gli occhi, per parlare di una cultura del cibo di ampio respiro, sperimentazione e contaminazione fra linguaggi ed esperienze diverse.

La Chaine Toscana Francigena è grata a tutti Partners e gli Sponsor che hanno aderito all’Evento CHAINE ROUGE 2017 DEL 9 DICEMBRE 2017 della Chaine Toscana Francigena
GRATI A:
CHAINE DES ROTISSEURS D’ITALIE
AMITES SANS FRONTIERES MONACO – FIRENZE
PURA DELIZIA CIOCCOLATO ARTIGIANALE
TENUTA DI ARTIMINO
AVARO FIGLIO STILISTA
PRESS E COMUNICAZIONE “LE SALON DE LA MODE” – Gabriella Chiarappa
LONVILLE 1873 OROLOGI
FABI SHOES
BERG TU DIVA GIOELLI
EDOARDO TRANCHESE – I TRANCHESE FOTOGRAFI

La giornata contro gli sprechi

Segnaliamo E.ON “La giornata contro gli sprechi” che si terrà il 13 Dicembre presso l’UniCredit Pavilion (Milano). L’evento è liberamente accessibile a tutto il pubblico. anche ai bambini
L’evento vuole promuovere l’impegno di E.ON sul tema del riciclo e della sostenibilità ambientale dei consumi energetici.

https://www.facebook.com/eonitalia/photos/a.311054658927207.78588.309840349048638/1765874273445231/
https://twitter.com/EON_Italia/status/940159325884047361
https://twitter.com/EON_Italia
https://www.facebook.com/eonitalia/

Private Fashion Show di Michele Miglionico all’ambasciata d’Italia a Londra

Mrs Karen Lawrence Terracciano and models in outfits Michele MiglionicoPrivate  Fashion Show di Michele Miglionico all’ambasciata d’Italia a Londra

Un pomeriggio all’Ambasciata d’Italia a Londra per raccontare la bellezza, l’eleganza e il fascino dell’Alta Moda Italiana.

La cultura e la moda hanno preso possesso dell’Ambasciata Italiana a Londra e l’occasione è stata data da Mrs Karen Lawrence Terracciano, moglie dell’ambasciatore italiano a Londra S.E. Pasquale Terracciano, che ha organizzato una visita privata alle sale del palazzo storico di Grosvenor Square che ospita la residenza privata degli ambasciatori italiani nel Regno Unito. Un vasto pubblico internazionale che comprendeva oltre le consorti degli ambasciatori residenti a Londra alcuni giornalisti del Fashion System britannico che hanno assistito alla sfilata dello stilista italiano Michele Miglionico.

Michele Miglionico Outfits.2Una collezione composta da 30 look dove lo spirito dell’alta moda ha avvolto le sale della residenza londinese del 18esimo secolo. Un omaggio dell’Italia nel cuore di Londra per puntualizzare una certa “allure” che va ricercata quando si parla di alta moda. Uno splendido pomeriggio all’insegna della moda e dell’arte Italiana.

Il racconto di una moderna Couture Italiana che ha come sentimento un profondo rispetto per le donne di tutto il mondo.

Michele Miglionico Couture

Press Office: Nicola Altomonte

Mobile:+39 340 5402210

Email: press@michelemiglionico.it

Website: http://www.michelemiglionico.it

Facebook: http://www.facebook.com/Michele Miglionico Fashion Designer

Calzone alla molfettese e vino

calzone alla molfetteseCalzone alla molfettese e vino

Con Cantine di Natale Molfetta lavora per il presidio di tipicità
Non solo evento
Ma rilancio di un prodotto tipico abbinato ai miglior vino. Questo è anche Cantine di Natale l’evento che si svolgerà a Molfetta dal 15 al -17 dicembre nel centro storico.

Al centro del progetto la collaborazione tra Associazione Fermento Antico, La Voce di Sant’Andrea, Ser Molfetta, Comune di Molfetta e l’Associazione Panificatori Molfetta per portare sulle tavole dei gourmand una ricetta tipica della traduzione molfettese .
“Se la ricetta del calzone molfettese la cui natalità va ben oltre le nostre nonne – è simbolo di autenticità e tradizione – noi vogliamo farlo arrivare sulle tavole degli esperti dichiarano Pasquale Mancini Assessore al Marketing Territoriale del Comune di Molfetta e Rosaria Capursi rappresentante dell’ associazione Panificatori Molfetta.
Se una ricetta così deliziosa la impreziosiamo grazie ad una politica di marketing ad cantine di natale (1)hoc allora il lavoro di rete prende la strada giusta ovvero quella di presentarla – ai palati più raffinati e alle penne enogastronomiche – come una bontà espressione della nostra terra e del lavoro dei nostri artigiani – concludono Mancini e Capursi”.

Il binomio perfetto è quello di gustarlo accompagnandolo con un buon vino allora il calzone molfettese diventa una ricetta per tutto l’anno. Questo è l’intento di Cantine di Natale che si identifica come un’ iniziativa valevole di indiscusso valore di marketing territoriale,
in quanto – mette insieme cultura della città, teatro di strada, musica ed enogastronomia.
Con il calzone molfettese si vuole aprire una strada al presidio Slow Food a Molfetta una sfida enogastronomica che si rende credibile è fattibile viste le forze messe in rete in questa edizione. Quasi 20 i panificatori aderenti e quasi altrettante le cantine di vini coinvolte.
Non ci resta che preparare i palati a gustare il meglio della Molfetta natalizia. Per informazioni : – fermentoantico@gmail.com tel. 340.6666363 – 349.3820497 – @cantinedinatale

Girolio 2017

BROCHURE GIROLIO 2017 LARINO (2)Girolio 2017

Dal 15 al 17 dicembre Larino protagonista della Tappa Molisana dell’eventi promosso dall’Associazione Nazionale Citt dell?olio

Il Vicesindaco D’Ermes: “Un appuntamento d’eccezione all’insegna della collaborazione tra istituzioni, aziende ed associazioni per promuovere l’olio extravergine, il territorio e la dieta mediterranea”
La Città di Larino è lieta di presentare la tappa regionale di Girolio 2017, evento itinerante promosso dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio che da aprile a dicembre attraverserà l’Italia alla scoperta delle eccellenze gastronomiche italiane, dei paesaggi e territori di produzione, dei luoghi e dei mestieri legati alla terra e all’olio.

L’edizione 2017 sarà dedicata al tema della Dieta Mediterranea, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2010 e Paesaggio per promuoverne la cultura e la conoscenza. In particolare, si parlerà non solo di olio extra vergine di oliva, alimento principe della Dieta Mediterranea portatore di valori legati alla convivialità e ad uno stile di vita celebrato in tutto il mondo, ma soprattutto dei luoghi dell’olio e della Dieta Mediterranea per narrare il cibo insieme ai paesaggi e ai monumenti, dei beni culturali, ricollocando il cibo e i nostri prodotti enogastronomici nei luoghi che li hanno determinati.

Il Comune di Larino, tra le città italiane fondatrici dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, è stata scelta per rappresentare il Molise nell’edizione 2017 e dal 15 al 17 dicembre prossimi promuoverà un ricco programma di eventi, in collaborazione con Regione Molise, Comune di Montorio, Arsarp, Fruttagel, Molise Cinema, Istituto Tecnico Agrario “San Pardo”, Istituto Alberghiero “Federico di Svevia”, Centro Culturale Afra, Villaggio delle Arti e Vespa Club Larino.

“È un onore per la Città di Larino ospitare la tappa molisana di Girolio 2017 – ha dichiarato il Vicesindaco Assunta D’Ermes – una tappa all’insegna della collaborazione tra istituzioni, aziende ed Associazioni locali e nazionali che, ognuno per le proprie specificità ed eccellenze, hanno condiviso un progetto di valorizzazione e promozione di un territorio sempre più da scoprire. Quello molisano e di Larino in particolare.
Il filo conduttore della tre giorni che abbiamo organizzato sarà sempre l’olio extravergine di oliva, il Re della nostra dieta mediterranea diventata patrimonio dell’Umanità. E di Olio EVO si parlerà il giorno dell’inaugurazione alla presenza di un testimonial d’eccezione, l’atleta paralimpico molisano Pompeo Barbieri, un vero esempio di coraggio e positività per i nostri ragazzi.
Tantissimi gli appuntamenti per grandi e piccini che faranno da cornice alla tappa di Girolio a Larino – ha concluso il Vicesindaco D’Ermes – degustazioni di olio in abbinamento ai piatti della tradizione e ai prodotti dell’eccellenza gastronomica locale, eventi cinematografici, convegni scientifici e divulgativi, eventi musicali e intrattenimento per i più piccoli, mercatini dei saperi e dei sapori, cooking show, coinvolgimento delle scolaresche in laboratori di conoscenza del mondo dell’olio extravergine. Questo e tanto altro nella tappa in Molise di Girolio 2017 a Larino”.

Programma:

Venerdì 15 dicembre 2017

Ore 9.30-12.30 Inaugurazione Tappa regionale Girolio d’Italia
presso Istituto tecnico Agrario “San Pardo”
Cerimonia istituzionale intonazione dell’Inno d’Italia e Alza Bandiera
Coro dell’Istituto Tecnico Agrario San Pardo
Testimonial di tappa Pompeo Barbieri

Saluti istituzionali
Vincenzo Notarangelo, Sindaco di Larino
Angelo Sbrocca, Consigliere nazionale Città dell’Olio
Antonio Sorbo, Coordinatore regionale Città dell’Olio
Enrico Lupi, Presidente Associazione nazionale Città dell’Olio

Ore 10.30 Seminario
“Paesaggio, alimentazione e nuove Tecnologie”,
a cura del Comune di Larino, Istituto Tecnico Agrario, Arsarp
Conclusioni Vittorino Facciolla, Assessore Agricoltura Regione Molise

Ore 12.30 Degustazione di Pane e Olio

Ore 17.00 Olio in Corto 2° Edizione
Rassegna di cortometraggi sul tema Paesaggi, olio e prodotti tipici
Presso il Cinema teatro risorgimento
a cura dell’associazione Molise Cinema

Ore 18.30 Corso di Magia per i piccoli
Atrio del Palazzo Ducale
A cura del Comune di Larino
In collaborazione con Creatori di sorrisi

Ore 18.30 Inaugurazione del Mercatino dei saperi e dei sapori
Apertura con Corteo di cornamusa e tamburi a partire dal Cinema Teatro, via Cluenzio e Palazzo Ducale

Ore 19.00 Degustazioni di prodotti tipici
a cura dell’associazione Il Gusto dei Sensi
Sale espositive Pilone e Preziosi

Ore 20.30 Intrattenimento con musica tradizionale Natalizia
a cura dell’Associazione Villaggio delle Arti
Sabato 16 Dicembre 2017

Ore 10.00 “La Dieta Mediterranea: Una scelta Naturale per promuovere una corretta Alimentazione e i Territori”
Presso sala Freda 4°piano Palazzo Ducale
A cura del Comune di Larino in collaborazione con FRUTTAGEL, Lega Italiana per la lotta ai tumori Regionale, Università del Molise, Istituto Tecnico Agrario, IPSAAR di Termoli,

ore 11.30 Show cooking dello chef
Presso sala consiliare Pietrantonio Palazzo Ducale
testimonial della seconda giornata di Tappa Prof. Maurizio Santilli

ore 12.30 Light Lunch offerto da Fruttagel e IPSSAR di Termoli
Palazzo Ducale

Ore 17.00 Premiazione GOCCIA D’ORO
a cura dell’Arsarp
Cinema teatro Risorgimento

Ore 17.30 Apertura del Mercatino dei saperi e dei sapori
Palazzo Ducale
Ore 19.00 Degustazioni di prodotti tipici
a cura dell’associazione Il Gusto dei Sensi
Palazzo Ducale

Ore 20.00 Spettacolo Musicale Christams JazzAngo
A cura di Donato Santoianni
Palazzo Ducale
Domenica 17 dicembre 2017

Montorio nei Frentani

Ore 10.30 Gira Montorio
Incontro dei partecipanti in piazza Vittorio Emanuele per dirigersi tramite mezzi propri a Montorio nei frentani

Ore 11.00 Arrivo a Montorio
Percorsi turistici nella città di Montorio, con punti di osservazione dei paesaggi agricoli e naturalistici.
Degustazione di pane e olio e prodotti tipici
Letture di poesie e canti popolari tipici

Larino

Ore 17.30 Apertura del Mercatino dei saperi e dei sapori
Palazzo Ducale

Ore 17.30 Babbo Natale in Vespa
P.zza Largo Gabbia
A cura dell’associazione Vespa Club Larino

Ore 18.30 Libertà di Parole
Presso Cinema teatro Risorgimento
Spettacolo Musicale, teatrale e artistico
a cura del Centro Culturale AFRA
Per info:

Vicesindaco Assunta D’Ermes 349\3928013


Natascia Maesi
Giornalismo & Comunicazione

natascia.maesi@gmail.com

Vernissage della Mostra collettiva “Sei artisti a Palazzo”

Palazzo_del_Carretto_sti_ca_resized_20171207_015836752Vernissage della Mostra collettiva “Sei artisti a Palazzo”

Giovedì 14/12 | Vernissage | 6 Artisti a Palazzo del Carretto Art Apartments | 18h00 / 22h00 | RSVP

Giovedì 14 dicembre dalle ore 18.00 alle 22.00

Vernissage della Mostra collettiva “Sei artisti a Palazzo”

Opere di Bruna Biamino, Paolo e Mariagrazia Albertelli, David Bowes,

Palazzo_del_Carretto_-_Art_Apartments_Torino_(7)_resized_20171207_010141150Daniele Galliano, Massimo Kaufmann, Pierluigi Pusole.

dj set Let’s Combo

RSVP entro mercoledì 13/12 alle 14.00: palazzodelcarretto@lemoka.it

Palazzo Del Carretto Art Apartments
Via Bogino 16, Torino
www.palazzodelcarretto.com