Torta fritta con salumi e spalla cotta con Musica live con Paolo Sbrosi

50956273_624596754640669_175899234556444672_n

Torta fritta con salumi e spalla cotta con  Musica live con Paolo Sbrosi

Sabato 6 aprile 2019

Gradita la prenotazione allo 0372626342
Serata aperta a tutti

Bar ristorante Le Querce Pieve D’Olmi

Premio Marietta 2019 Concorso per cuochi dilettanti

vincitrice Marietta 2018Premio Marietta 2019 Concorso per cuochi dilettanti

Dedicato alla celebre governante di Pellegrino Artusi, Marietta Sabatini. La partecipazione è gratuita, in palio 1000 euro. A promuoverlo il Comune di Forlimpopoli in occasione della XXIII edizione della
Festa Artusiana (22 – 30 giugno 2019). Scadenza 3 giugno.

L’ultima è stata una dipendente pubblica. Prima di lei, la ribalta era arrivata per un’insegnante, un pensionato, una fisioterapista, un giornalista, un bancario…la lista è lunga. Tante professioni per tanti nomi da tutti Italia, uniti da una comune passione: i fornelli. Ma non ricette qualsiasi, bensì quelle ispirate alla cucina dell’Artusi. Perché i nomi in questione sono i vincitori del Premio Marietta, il concorso per cuochi dilettanti, omaggio a Marietta Sabatini, la celebre governante di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana. Marietta ebbe un ruolo centrale nella vita del gastronomo contribuendo all’impresa culinaria ed editoriale la Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene, insieme al cuoco Francesco Ruffilli.

E alle Mariette d’oggi si ispira la nuova edizione del concorso che mette in palio mille euro offerti da Conad Superstore Giardino, insieme alla possibilità di cucinare nella prestigiosa scuola di cucina di Casa Artusi, a Forlimpopoli, città natale del gastronomo nel corso della Festa Artusiana.
La partecipazione è gratuita, solo due i requisiti richiesti: essere cuochi dilettanti e ispirarsi alle ricette del celebre manuale dell’Artusi, La scienza in cucina.

Come partecipare al Premio Marietta

Le iscrizioni al concorso sono aperte fino a lunedì 3 giugno 2019: tutte le ricette devono pervenire al Comune di Forlimpopoli (P.zza Fratti 2, 47034 Forlimpopoli) indicando “Festa Artusiana – Premio Marietta 2019” entro le ore 13 dello stesso giorno. La ricetta può essere inviata anche via mail (in formato .pdf) all’indirizzo: protocollo@comune.forlimpopoli.fc.it

Per partecipare occorre inviare una ricetta originale di un primo piatto (pasta fresca o secca o riso). Requisito indispensabile, la presenza di riferimenti alla cucina domestica regionale, alla filosofia e all’opera dell’Artusi, tanto negli ingredienti quanto nella tecnica di preparazione e di presentazione.

La partecipazione (gratuita) è esclusivamente riservata a cuochi maggiorenni e dilettanti, ovvero a tutti gli appassionati di cucina e di enogastronomia che non svolgono attività professionale nel settore. Le ricette eseguite devono contenere gli ingredienti (per 5 persone), il tempo di preparazione e il tipo di cottura (forno, fornello, altro), i riferimenti all’opera artusiana (stagionalità delle materie prime, curiosità storiche, tipicità territoriale). All’interno della busta l’autore dovrà indicare le proprie generalità, un numero di telefono, un indirizzo di posta elettronica, e l’attività lavorativa che attesti lo status di “dilettante” di eno-gastronomia.

Una giuria di esperti selezionerà, fra tutte le ricette pervenute, le cinque finaliste. I cuochi finalisti saranno invitati a cucinare i loro piatti (per 5 persone) nella mattinata di domenica 23 giugno nel corso della Festa Artusiana, in calendario dal 22 al 30 giugno a Forlimpopoli.

Al vincitore va un premio di 1.000 euro, ai finalisti 5 Kg di pasta. I premi sono offerti da Conad Superstore Giardino. La giuria è presieduta da Verdiana Gordini, Presidente dell’Associazione delle Mariette.

I vincitori delle ultime edizioni

Il Premio Marietta ha sempre richiamato partecipanti da tutta Italia e dalle professioni più diverse. Questi gli ultimi vincitori: Maria Giovanna Nocera di Agrigento “Non solo minestra di tinniruma” (edizione 2018); Rosmunda Cristiano di Quarto di Napoli con Calzoni di pasta fresca all’uovo con ripieno di salsiccia e friarielli, serviti con colata di Mozzarella di Bufala Campana Dop e cialda croccante di mozzarella” (edizione 2017); Mario Maurizi pensionato di Vicenza con le sue “Linguine risottate alla spatola con pomodori datterino” (edizione 2016); Nadia Tessitori fisioterapista di Tolmezzo (Udine) con la ricetta “Cjarsons alla luganega e sclopit” (edizione 2015); Francesco Canu disoccupato di Sassari con la ricetta “Culurgiones a ispighitta cun pumata” (edizione 2014); il giornalista Rolando Repossi di Casatenovo (Lecco) con il piatto ‘Ravioli di nonna Costantina’ (edizione 2013); la responsabile di una filiale di banca Raffaella Bugini di Valbrembo (Bergamo) con il ‘Risotto al moscato di scanzo con biligòcc e fonduta di strachitund’ (edizione 2012).

Chi era Marietta Sabatini

La ‘fedele Marietta’ a cui è dedicato questo concorso, è sempre stata una figura centrale nell’opera di Artusi. In ombra se l’angolo di visuale è la ribalta letteraria, in primo piano se si guarda alla sostanza gastronomica e alla solidità del successo de ‘La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene’.

Pellegrino Artusi sapeva di dovere molto a Marietta, tanto che si sentì in dovere di lasciarle in eredità, oltre al lascito di ben Lire 8000 (cifra considerevole nel 1911), i diritti di autore sul manuale, assieme al cuoco Ruffilli Francesco, in quanto aveva coadiuvato al buon esito del libro.

Alla fedele Marietta, Pellegrino Artusi dedicò anche la ricetta del panettone che si trova nel manuale perché “è brava cuoca e tanto buona ed onesta da meritare che io intitoli questo dolce col nome suo, avendolo imparato da lei”.

E’ proprio alle Mariette d’oggi, quelle persone che custodiscono l’amore e l’abilità del sapere artusiano, che la città di Forlimpopoli omaggia con questo concorso.

Info Premio Marietta: tel. 0543 749235, scuola@comune.forlimpopoli.fc.it; www.festartusiana.it www.casartusi.it

Ufficio Stampa – Agenzia PrimaPagina

tel. 0547 24284 cell. 347 1567681

Filippo Fabbri – Anna Frabotta

fabbri@agenziaprimapagina.it

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

Bioverso, festival su olistica,alimentazione e sostenibilità Cigole (BS)

50104230_2250427838547420_2263440721245634560_o(1)Bioverso, festival su olistica,alimentazione e sostenibilità  Cigole (BS)

6 e 7 aprile 2019

La fiera bioVerso su olistica,alimentazione e sostenibilità nasce dell’amicizia e collaborazione di diverse realtà attive sul territorio che da anni  insieme portano lo stesso messaggio di benessere legato alla salute, alla conoscenza di sé e alla cura dell’ambiente.
Lo splendido Palazzo di Cigole, gestito e curato dalla cooperativa L’Antica Terra splende di una forza ancora più intensa durante l’evento che vede il passaggio di molti visitatori grazie allo spirito che le realtà dimostrano nell’organizzazione totalmente home made, dove si occupano del BioBar Il fiordaliso, della ristorazione naturale Gastrosofia VeG, dell’area mercanti etici ed espositori Comunità del cibo: Monococco della Bassa Bresciana, dei microlab di autoproduzione e cucina B&B IL Girasole di Stefania Rossini, della parte culturale col Museo Raís e le sale di Ildegarda, spezie e semi della cooperativa, della sezione olistica con Associazione Pianeta Filo Filo con una trentina di operatori e professionisti e gli amici di L’ho fatto bio per l’area verde. Tutte le realtà collaborano per bioVerso aiutandosi e decidendo insieme le novità e i dettagli della fiera, non sveliamo oltre…
Il programma sarà pronto tra qualche settimana, nel frattempo segnatevi l’weekend, sarà davvero volto alla vita, allo stare bene, alla comprensione, alla magia del vivere, all’ascolto, ma anche allo svago, al rilassamento puro, al riempirsi di sana energia.

Palazzo Cigola Martinoni
via Roma 19, 25020 Cigole

Cittadella in Festa

52361873_2458652717523046_144011821097943040_nCittadella in Festa

Domenica 31 marzo 2019

Lonato del Garda Turismo
Piazza Martiri della Libertà 12, 25017 Lonato del Garda

Un tuffo nel passato con il Mercato storico, il Villaggio dei giochi medioevali, spettacoli  e laboratori per i bambini

Domenica 31 marzo la suggestiva Cittadella medievale che circonda la Rocca di Lonato del Garda Brescia) farà un vero e proprio salto indietro nel tempo in occasione di Cittadella in Festa. Le vie dell’antico borgo si animeranno di artigiani in costume, cavalieri in arme e dame in corteo, che faranno rivivere in prima persona ai visitatori le atmosfere d’altri tempi, in una sorta di tuffo nel passato che porterà i visitatori anche a scoprire gli angoli più affascinanti e segreti del borgo medievale.

Gli antichi mestieri rivivranno in botteghe, ricostruite fedelmente sul modello di quelle dei mercati di piazza dell’epoca a rappresentare un vero e proprio museo vivente, e il pubblico potrà così conoscere da vicino lavori, arti e sapienze di un tempo: l’armaiolo, lo speziale, il ceraio, la cardatrice di lana, il mercante di stoffe, il ciabattino e molti altri ancora. Passeggiando per il borgo ci si potrà perdere quindi tra i profumi delle erbe aromatiche e delle spezie, osservare gli artigiani alle prese con i loro lavori e i mercanti che espongono la loro mercanzia, e  incontrare i nobili che conversano fra loro e si soffermano nelle botteghe. In alcune botteghe saranno organizzati anche laboratori rivolti ai più piccoli, che potranno realizzare piccoli oggetti e semplici giochi, così come si facevano nel Medio Evo.

Sempre dedicato ai bambini, accanto al Mercato storico ci sarà il Villaggio dei giochi medievali, dove i più piccoli potranno divertirsi con alcuni giochi dell’epoca come il labirinto, il gioco delle tre torri, la volpe e le oche e il gioco dello sciamano. La giornata sarà animata anche da spettacoli, danze e balli dell’epoca.

Non mancheranno l’Accampamento storico con scenografie e attrezzistica dell’epoca, il Banco degli armaioli che spiegheranno uso ed evoluzioni di armi ed armature. Ad animare il tutto, figuranti che impersonificheranno cavalieri e scudieri, vivandiere e maniscalchi.

Cittadella in Festa sarà l’occasione per scoprire Lonato. Di antichissima storia, affacciata sul lago di Garda, per tutto il fine settimana l’incantevole cittadina svelerà ai visitatori i suoi tesori d’arte e storia. Fra l’altro, verranno proposte visite alla Torre Civica, alla Rocca e alla Casa del Podestà, fra le più affascinanti case museo italiane.

Informazioni
Fondazione Ugo Da Como
Via Rocca, 2 – Lonato del Garda (Brescia)
Tel. 0039 0309130060 – www.fondazioneugodacomo.it – info@fondazioneugodacomo.it

Ufficio informazioni turistiche Lonato del Garda
Piazza Martiri della Libertà, 12  – Lonato del Garda (Brescia)
Tel. 0039 03091392226 – www.lonatoturismo.it –
info@lonatoturismo.it

Elisa in concerto a Parma

44805850_10156586602611093_8076523830752837632_oElisa in concerto a Parma

Lunedì 15 aprile 2019

Organizzato da F&P Group – Concerti ed eventi e altre 2 persone

Teatro Regio di Parma
strada Giuseppe Garibaldi 16/a
43121 Parma

Elisa torna intima e sincera, spiazzante e poetica, con “Diari Aperti”, il nuovo album in uscita il 26 ottobre per Island Records. Undici tracce, tutte in italiano, che sono anche undici fotogrammi della sua vita, racconti e ricordi ripresi e rivestiti di musica, pagine reali (scritte, disegnate, a volte pasticciate) di quaderni e agende che fin da bambina hanno accompagnato la sua vita e raccolto i suoi pensieri.
Cantante, autrice, polistrumentista e produttrice multiplatino, in Diari Aperti c’è tutta Elisa, quella di ieri e quella di oggi, che si apre al suo pubblico in maniera calda e diretta.
In oltre 20 anni di carriera l’artista ha saputo essere un punto di riferimento per la musica italiana (innumerevoli le certificazioni, tra cui un Disco di Diamante, la vittoria a Sanremo nel 2001, la Targa Tenco per il suo album d’esordio “Pipes & Flowers”, tour internazionali di successo, la collaborazione con Morricone nel brano “Ancora qui” per il film “Django Unchained” diretto da Quentin Tarantino), e ora torna sulla scena discografica con un album che è un insieme di suoni originali studiati con cura sartoriale, che mettono in evidenza la sua straordinaria musicalità vocale, e testi limpidi che hanno in sé le sonorità di versi mai banali.

I tre brani che hanno anticipato l’arrivo di “Diari Aperti” descrivono la varietà di colori di questo lavoro che ha come filo conduttore temi sentitamente autobiografici ma allo stesso universali. Ed ecco la poesia di “Quelli che restano” nel duetto intimo e vibrante tra Elisa e Francesco De Gregori. Il brano, scritto interamente da Elisa e pubblicato a sorpresa come primo ‘assaggio’ del nuovo lavoro, ha subito esordito ai vertici delle classifiche streaming. “Se piovesse il tuo nome” dall’inciso ipnotico e dal suono pieno e vivo, vede le firme di Calcutta, Dario Faini e Vanni Casagrande, nomi di primissimo rilievo dell’attuale scenario autoriale; mentre la dolcezza di “Promettimi” è tutta nella dedica di Elisa al suo secondogenito Sebastian. Il brano è stato scelto per la campagna di Save The Children “Fino all’ultimo bambino”, accompagnato da un video commovente diretto dal regista Riccardo Milani. Elisa è entrata così nella famiglia di Save The Children diventandone Ambasciatrice nell’anno del loro centenario.

“Diari Aperti” è una sorta di concept album di una vita, che spazia dal ritmo trascinante di “Tutta un’altra storia”, a quello incalzante dell’ukulele di “Vivere tutte le vite”, dalla melodia coinvolgente di “Tua per sempre”, all’atmosfera evocativa dei beat fluidi e sensuali di “Come fosse adesso”, fino al reggae e al R’n’B (con un omaggio a Tonino Carotone) di “L’estate è già fuori” (dove sono evidenti le ispirazioni ad uno dei suoi autori preferiti, Bob Marley). Preziose ballate racchiudono storie e suoni coinvolgenti in “Anche Fragile”, “L’amore per te”, “Con te mi sento così”.

“Diari Aperti”, prodotto dalla stessa cantautrice con Andrea Rigonat e Taketo Gohara, uscirà il 26 ottobre nelle versioni Cd, Lp e in digitale. Tra gli autori anche Davide Petrella (testo e musica di “Tua per sempre”), Francesco “Katoo” Catitti (produzione di “Tua per sempre” insieme ad Elisa, Andrea Rigonat e Taketo Gohara) e Cheope e Federica Abbate (con Elisa nel testo di “Vivere tutte le vite”).

In linea con tutto il progetto, Elisa ha scelto la dimensione intima e avvolgente del teatro per presentare live questo nuovo album e privilegiare il più possibile il rapporto diretto con il suo pubblico. Il “Diari Aperti Tour”, prodotto e organizzato da Friends & Partners, partirà nella prossima primavera.

Di seguito le date del tour: 18 marzo Firenze (Teatro Verdi), 21 marzo Bari (Teatro Team), 25 marzo Catania (Teatro Metropolitan), 27 marzo Roma (Auditorium Parco Della Musica), 30 marzo Napoli (Teatro Augusteo), 3 aprile Milano (Teatro Degli Arcimboldi), 6 aprile Torino (Auditorium Del Lingotto), 12 aprile Padova (Gran Teatro Geox), 15 aprile Parma (Teatro Regio), 16 aprile Brescia (Gran Teatro Morato), 19 aprile Trieste (Teatro Rossetti), 23 aprile Reggio Emilia (Teatro Romolo Valli), 26 aprile Bergamo (Teatro Creberg), 29 aprile Cesena (Nuovo Teatro Carisport), 2 maggio Bologna (Europauditorium), 9 maggio Saint Vincent (Ao) (Palais), 14 maggio Genova (Teatro Carlo Felice). Prevendite aperte su ticketone.it dal 30 ottobre e in tutti i punti vendita dal 6 novembre.

Radio 105 è la radio ufficiale di “Diari Aperti Tour”.

Corri con noi alla Milano Marathon

mima_2019Corri con noi alla Milano Marathon

7 Aprile 2019

saremo sulle griglie di partenza della Milano Marathon e tu potrai essere uno dei nostri! Scegli di correre una frazione della staffetta con i tuoi amici e ci potrai aiutare a raggiungere il nostro obiettivo: acquistare un macchinario per operare di cataratta i bambini dell’Ospedale Ruharo, in Uganda.

CBM Italia Onlus
Via Melchiorre Gioia 72, 20125 Milano
Tel. 0272093670 | Cell. 3406860950 | eventi@cbmitalia.org
Codice Fiscale 97 299 520 151

Festa degli Aquiloni 2019 Curtatone

49808000_2259700674275259_817031843466444800_nFesta degli Aquiloni 2019 Curtatone

Domenica 28 Aprile 2019

Pubblico · Organizzato da Santuario Grazie Di Curtatone e Pro Loco di Curtatone

Domenica 28 aprile 201
Santuario Grazie Di Curtatone
PIAZZA SANTUARIO 4 GRAZIE, 46010 Curtatone
Domenica 28 Aprile 2019 sul prato della Madonna:
ore 15.00 FESTA DEGLI AQUILONI (ottava edizione)
ore 17.00 PREGHIERA A MARIA davanti al capitello (inizio del mese mariano)
Saranno presenti molti aquilonisti tra cui l’amico ERRI BESUTTI, con i loro aquiloni.
Ingresso gratuito.
Saranno distribuiti 700 aquiloni (offerta libera)
FestaAdatto ai bambini

Gourmandia a Treviso

Gourmandia a Treviso

Dal 13 al 15 aprile 2019

Un evento enogastronomico che espone le eccellenze del Made in Italy.
Un viaggio alla scoperta dei sapori più autentici e golosi.

Le Bollicine sul Carso Trieste

Le Bollicine sul Carso Trieste

29 marzo 2019

5°edizione dell’evento
“Le Bollicine sul Carso” dedicato ai vini spumanti di Italia, Slovenia e Croazia. Sarà un pomeriggio alla scoperta delle bollicine più prestigiose accompagnate da prelibatezze locali.

Fiori nella Rocca 2019 Lonato del Garda

51286825_1283729005108670_3283027242480828416_oFiori nella Rocca 2019 Lonato del Garda

Dal 12 al 14 aprile 2019

Dal 12 al 14 aprile 2019 alla Rocca Visconteo-Veneta di Lonato del Garda – FIORInellaROCCA. Mostra mercato di piante rare

Fra gli eventi collaterali, una raffinata Mostra di abiti da sposa creati da Lucia Zanotti (nota stilista che ha vestito anche la dinastia Kennedy) lezioni di composizione floreale, corsi di potatura

Il fascino di piante e fiori rari unito a quello di storia ed arte: questa la fortunata formula alla base di Fiori nella Rocca, raffinata rassegna di giardinaggio che sarà ospitata dal 12 al 14 aprile nell’imponente cornice della quattrocentesca Rocca di Lonato del Garda (Brescia), Monumento nazionale dal 1912, dalle cui mura si gode di un’incantevole vista sul bacino del Benaco. Cresciuta esponenzialmente nel tempo, e giunta alla sua dodicesima edizione, la rassegna è ormai annoverata fra le principali manifestazioni del settore in Italia ed è fra le prime ad aprire anche quest’anno la stagione primaverile. I visitatori avranno la possibilità di coltivare la loro passione per il verde e il giardinaggio e, nello stesso tempo, di visitare una delle principali fortificazioni del Nord Italia (animata per l’occasione da mostre, incontri, corsi e da una serie di attività pensate per intrattenere e divertire anche i bambini) e l’affascinante complesso museale della Fondazione Ugo Da Como in cui è inserita, con i giardini e la straordinaria casa-museo del Podestà.

Piante rare e décor per giardini
Selezionati dal Garden Club Brescia e dalla Fondazione Ugo Da Como, ideatori dell’evento, saranno presenti i più importanti vivaisti, coltivatori e ricercatori di essenze rare italiani, tra cui i più noti produttori di erbacee perenni, rose, peonie, piante aromatiche, medicinali e orticole particolari, agrumi, ulivi e palmizi, pelargoni, iris, lavande, clematis, piante acquatiche, piante grasse, tillandsie, frutti antichi, ortensie, camelie. Accanto a loro, gazebo con arredi e complementi per esterno, decorazioni per il giardino, editoria specialistica, oggetti per la vita all’aria aperta, cosmetici naturali, abbigliamento in canapa e fibre naturali per il giardino e per il tempo libero, cappelli di paglia e tessuto decorati con motivi floreali, accessori moda a tema floreale, olii ed essenze profumate, mieli e prodotti dell’alveare, decorazioni vegetali e minerali profumate. Per dare ai genitori la possibilità di girovagare in tutta tranquillità fra gli espositori, sarà allestito anche quest’anno l’Hortus Conclusus, un’area dove i bambini saranno intrattenuti con giochi, letture, animazioni e laboratori, il tutto sul tema della natura. A loro saranno dedicate anche delle particolarissime lezioni di composizione floreale su prenotazione.
Per un caffè o una pausa per un pranzo leggero e goloso, la Coffee-House della Rocca resterà aperta tutte le giornate della rassegna.

La sposa e il fiore
Fra gli eventi collaterali che arricchiranno Fiori nella Rocca, La sposa e il fiore, una raffinata mostra dedicata al tema della sposa, con straordinari pezzi della collezione del Museo della Sposa di Castiglione delle Stiviere creato dalla nota stilista Lucia Zanotti, che ha vestito anche la dinastia Kennedy.
I fiori, da sempre portatori di profonde valenze sentimentali, contribuiscono a suggellare la promessa in un giorno magico, carico di significati e speranze per il futuro. Un addobbo floreale va sempre attentamente studiato perché deve fondersi, producendo eleganza e armonia, con l’abito indossato, il luogo della celebrazione e del ricevimento.

Lucia Zanotti, che ha dedicato una vita di professionalità e sapienze artigianali all’abito per la sposa, ha scelto alcune delle sue più preziose creazione di altissima sartoria per Fiori nella Rocca. Per lei, i fiori sono sempre stati fonte d’ispirazione: ogni tipo di fiore è stato icona di un modello di abito. Fiori ricamati, stampati, di seta delicatamente dipinti a mano, a rilievo di filo di seta. Drappeggio di georgette a forma di rose puntato a mano, morbide e sinuose gonne a petali sfumate di rosa e rose di seta dipinte a mano tra volant che si rincorrono su profonde scollature. Peonie sfumate per corpetti e veli ricamati in abbinamento, maniche ballon di leggera organza di seta con Rose, bordure di pizzo francese con Roselline di nastro ricamate.
Le creazioni di Lucia Zanotti Kissing sono state scelte da spose di tutto il mondo, fra cui le quattro figlie di Kathleen Kennedy Townsend, prima degli 11 figli di Robert Kennedy. L’abito di Kate Kennedy Townsend era ricamato con Bouquet di Rose con cristalli rosa, giallino e fucsia e con ramage di foglioline verdi di filo di seta. L’abito scelto da Maeve Kennedy Townsend era decorato con tante bordure di plissè di seta e ramate di rose e boccioli avorio. Meghan Kennedy Townsend, la terza sorella, ha scelto un abito con un prezioso corpetto di pizzo ricamato di rose avorio e oro. Anche la quarta sorella Kerry, che convolerà a nozze a giugno a Washington, ha scelto il suo bellissimo abito all’inaugurazione del Museo della Sposa di Castiglione delle Stiviere, accompagnata dalla mamma Kathleen, madrina del Museo. Una gioia per tutte loro che tanto desideravano un abito con la “pennellata italiana”.

Lezioni e visite guidate
In programma anche lezioni di composizione floreale tenute dal Maestro Fabio Chioda dell’Atelier Nibel, che insegnerà come comporre deliziosi e inconsueti bouquet per la casa (a pagamento su prenotazione) e lezioni gratuite di potatura e cura del giardino a cura di esperti, che introdurranno i partecipanti alle regole base su come potare al meglio le varie tipologie di piante ed arbusti e sveleranno come poter avere sempre in ordine e rigoglioso il giardino.

Fiori nella Rocca sarà l’occasione per scoprire i tesori della Casa del Podestà, fra le più interessanti case-museo italiane, dove si visitano 20 ambienti completamente arredati con mobili e suppellettili antichi, in cui sono esposte preziose collezioni di dipinti, maioliche e porcellane. Imperdibile, la sua magnifica Biblioteca che custodisce circa 50.000 volumi tra cui importanti codici miniati, autografi e libri antichi illustrati. Dimora all’inizio del ‘900 del Senatore Ugo Da Como, ora fa parte con la Rocca (ai cui piedi si trova) del patrimonio della Fondazione che ne porta il nome.

BIGLIETTO D’INGRESSO
Euro 5,00
Bambini fino a 12 anni gratis

ORARI DI APERTURA
Dalle 9.00 alle 18.00

SERVIZI
La Coffee-House della Rocca sarà aperta dalle ore 9 alle ore 18 per la colazione, il pranzo e servizio caffetteria.
Servizio gratuito di cariolaggio per le piante acquistate fino al parcheggio di carico e scarico merce

COME ARRIVARE
In auto: Autostrada A4 Milano-Venezia – uscita Desenzano del Garda – 4 Km in direzione Lonato
In treno: linea ferroviaria Milano-Venezia – stazione di Lonato oppure da Desenzano del Garda-Sirmione, proseguendo in pullman fino a Lonato

INFORMAZIONI e PROGRAMMA DETTAGLIATO
www.fiorinellarocca.it
Pagina facebook “Fiori nella Rocca”
Tel. +39 030 9130060
Email: info@fiorinellarocca.it

Fiori nella Rocca
Via Rocca, 2, 25017 Lonato del Garda

Storica Fiera di San Giuseppe 2019

50914588_1179553822199790_5812069449980706816_oStorica Fiera di San Giuseppe 2019

Domenica 17 marzo 2019

Via Bixio, P.le Picelli, Via Imbrian Pamra

Anche nel 2019 torna la più antica fiera di quartiere di #Parma: LA FIERA DI SAN GIUSEPPE.
Ti aspettiamo nel cuore del quartiere #Oltretorrente, probabilmente quello più vero, più genuino, il quartiere delle #Barricate e del vero dialetto #Pràmzan!

La fiera si sviluppa sulle vie principali del quartiere e ha sempre richiamato tantissime persone.

Ospita svariate attività che si alternano dalla mattina alla sera, seguendo la luce del sole: orchestre, artisti di strada, musicisti e molto altro si susseguono lungo le arterie del quartiere per intrattenere le migliaia di passanti.

Gli espositori sono diversi: dall’artigianato, ai commercianti, dai produttori alimentari bio, alle associazioni; per questa edizione incredibile, saranno tutti divisi nelle varie vie in base al tipo di offerta proposta.

A.d.1238 Federico II e l’assedio di Brescia XV Edizione

50127078_2309350715962927_253716134925172736_oA.d.1238 Federico II e l’assedio di Brescia XV Edizione

Dal 3 maggio al 2 giugno

Castello di Brescia
9 Via Castello, 25121 Brescia

Rievocazione storica Medievale sull’assedio dell’Imperatore Federico Ii al libero Comune di Brescia. Campi medievali, area artigianale, spettacoli con duelli, banchi antichi mestieri, fiaccolate, lezione scherma per bambini , presentazioni di libri e convegni, mostre tematiche medievali. Ingresso Gratuito
http://confraternitadelleon.wixsite.com/confr1

Forlì la stagione musicale 2019 punta ai giovani e porta in città nomi di prestigio internazionale

rossi-danilo-2Forlì la stagione musicale 2019 punta ai giovani e porta in città nomi di prestigio internazionale

Fino al 4 maggio 2019

9 spettacoli in 2 location, il Teatro Diego Fabbri e lo splendido spazio della Chiesa San Giacomo, per la nuova stagione musicale forlivese targata 2019 e organizzata da ForlìMusica dal 15 gennaio al 4 maggio. Ed è il ventitreenne Alessandro Bonato, uno dei più giovani direttori d’orchestra del panorama internazionale, ad “aprire le danze”. Una scelta non casuale in linea con la linea scelta del Direttore artistico Danilo Rossi (prima viola del Teatro alla Scala di Milano) di guardare al futuro con grande slancio e una concreta e fattiva idea di apertura verso le nuove generazioni. Ai giovani sono dedicate in particolare due date: il concerto del 28 gennaio “Note di ricordo” che vede sul palco gli studenti del Liceo Artistico e Musicale Statale di Forlì e del Conservatorio di Musica di Cesena mentre il 26 aprile protagonisti sono i ragazzi del Liceo forlivese a cui sono state affidate in completa autono­mia l’ideazione e realizzazione dello spettacolo. Prevendite dal 27 novembre, informazioni sul sito: www.orchestramaderna.it.

Un cartellone di 9 spettacoli, 2 location tra cui la splendida Chiesa di San Giacomo e un programma che punta ai giovani. È questa la ricetta della stagione musicale 2019 di Forlì organizzata da ForlìMusica (Associazione Bruno Maderna e Associazione Amici dell’Arte), con la direzione artistica di Danilo Rossi, prima viola del Teatro alla Scala di Milano. La stagione 2019, anno in cui l’Orchestra Maderna compie 22 anni di vita, si presenta con nomi di grande prestigio, in continuità con gli anni passati e con l’intento di favorire la passione dei giovani per la musica classica. Il programma, con un piede nella tradizione, guarda e corre verso il futuro con grande slancio e una concreta e fattiva idea di apertura verso le nuove generazioni presentando la musica come aggregazione e come incontro di esperienze.

Non è un caso dunque se la stagione 2019 inaugura il 15 gennaio al Teatro Diego Fabbri con uno dei più promettenti e giovani Direttori d’orchestra del panorama internazionale, Alessandro Bonato, 23 anni, 3° premio alla “The Nicolai Malko Competition for young conductor 2018”, unico italiano selezionato tra i 566 candidati e il più giovane di tutta la competizione. Bonato dirigerà l’Orchestra Maderna e prosegue il “Progetto Beethoven” che prevede tutte le esecuzioni del celebre compositore.

Sempre ai giovani sarà dedicata la data del 28 gennaio “Note di ricordo”, giornata della memoria al Teatro Diego Fabbri. In collaborazione con il Conservatorio Maderna di Cesena si assisterà al gradito ritorno del direttore Filippo Maria Bressan per la Monumentale Sinfonia n. 1 di Mahler. Questo concerto rientra all’interno del Proget­to Maderna.Edu per la formazione professio­nale e sul palco saranno presenti gli studenti del Conservatorio di Musica di Cesena e del Liceo Artistico e Musicale Statale di Forlì accanto ai professori della Maderna.

Il 9 febbraio “Da Rossini al jazz” vede sulla scena un gigante del proprio strumento, Corrado Giuffredi, uno dei più raffinati clarinettisti della scena mu­sicale internazionale, che accompagnato dal suo Ensemble proporrà, nella bellissima Chiesa di San Giacomo, un program­ma con pagine di grande cantabilità e di autentico virtuosismo, in cui la sua curiosità e l’attenzione per le sperimentazioni si sposano con la scelta degli autori da lui amati, da Gualdi a Gershwin, da Piazzolla a Goodman.

Seguirà il 21 febbraio “Il Ritmo del ‘900”. Il maestro Hans-Jorg Schellenberger dirige due stupendi solisti come Margit Anna Suss, arpa, e Paolo Grazia, oboe, trasferendo la grande tradizione mitteleuropea nel cartellone forlivese (Chiesa di San Giacomo).

Ancora un’eccellenza a Forlì: il virtuosismo, non inteso come mera tecnica, ma come risultato di studio, di talento, di pas­sione, caratterizza le interpretazioni del pluripremiato Marco Rizzi il 9 marzo alla Chiesa San Giacomo che con il suo violino il cui ricco repertorio spazia dal barocco al contemporaneo darà vita allo spettacolo “Cordis”. Con lui il valentissimo Roberto Arosio alle tastiere.

I riflettori si accendono sulle “Giovani voci del Teatro alla Scala” con il concerto dell’ottimo Maestro Mianiti che il 26 marzo al Teatro Diego Fabbri dirigerà tre solisti dell’Accademia di Canto del Teatro alla Scala.

Il 26 aprile protagonisti sono i ragazzi del Liceo Musicale Statale a cui sono state affidate in completa autono­mia l’ideazione e realizzazione di uno spettacolo, con un budget ben preciso e con tutti gli oneri che tale serata comporta. E i ragazzi, per nul­la spaventati, si sono messi all’opera portando sul palcoscenico della Chiesa di San Giacomo il concerto “La voce dei sette vizi capitali” riuscendo nell’intento al punto da coinvolgere nomi stra­tosferici della lirica attuale: il tenore Francesco Meli e il soprano Serena Gamberoni.

Infine due novità: la presentazione di “Defective” nuovo lavoro discografico di Stefano Nanni il 29 aprile e la prima assoluta della favola musicale “Pierino e il lupo” il 4 maggio in una versione riscritta ex novo da Ascanio Celestini che sarà anche la voce recitante. I concerti saranno introdotti da alcuni giovani studenti del Liceo Musicale Statale, coadiuvati dal musicologo Ivan Bratti. Al Teatro Diego Fabbri.

Un occhio di riguardo per i giovani anche per quanto riguarda la biglietteria con il progetto “accompagna un bambino a teatro” che prevede la gratuità fino a 16 anni e il biglietto ridotto (6,00 euro) per l’accompagnatore. Inoltre altre riduzioni sono previste per chi è in possesso della YoungER Card, per gli studenti delle Scuole di Musica e per l’Università.

La stagione musicale è realizzata in collaborazione con: Comune di Forlì, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, Regione Emilia Romagna, Unione Europea Programma Erasmus Plus.

Con il contributo di:

Conad Forlì, Comac Forlì, Brainsidee, Cromatos, Carlo e Filippo Venturini consulenti Fideuram, Ottica Stradaioli, BPER, Confartigianato, Allianz Bank, Scuola Musicale Messaggio Mariotti, Morelli Strumenti Musicali.

Con il sostegno di:

Lions Forlì, Rotary club Forlì, Celanese, Cassa Risparmi di Forlì e della Romagna, 50&più, EBC, Incensi Ivano strumenti Musicali.

Per informazioni: www.orchestramaderna.it, mail:presidenza@orchestramaderna.it

Ufficio stampa: Tatiana Tomasetta ufficiostampa@tatianatomasetta.it 338 9179905

 

Parma Street Food Festival 2019

52684457_2558623154178906_6672145563061846016_nParma Street Food Festival 2019

Dal 10 al 12 maggio 2019

Organizzato da Parma Street Food Festival e altre 2 persone

Parma Street Food Festival
Piazzale della Pilotta, 43100 Parma

PARMA STREET FOOD FESTIVAL 2019

>>> INGRESSO GRATUITO <<<

COSA:
Tre giorni di eventi, cibo di strada, cooking show, giochi di luci, intrattenimenti musicali e tanto altro.
Pranzi / Merende / Aperitivi /Spettacoli / Concerti / DJ set.
Tutto questo nel cuore della città, nel Centro Storico di Parma.

>> il programma delle tre giornate potrebbe subire delle variazioni <<

QUANDO:
10.11.12 Maggio
Dalle 11:00 di mattina sino a notte.

DOVE:
Parma Centro

CHI:
25 spettacolari truck food proporranno il miglior street food in circolazione da tutta Italia.

Seguite l’evento per rimanere aggiornati sulle novità o visita i nostri canali:
Sito internet: www.parmastreetfood.it
Profilo Facebook: www.facebook.com/parmastreetfood
Profilo Instagram: www.instagram.com/parmastreetfood

Streeat® Food Truck Festival Mantova

51706785_2254079211500089_3491107215287255040_oStreeat® Food Truck Festival Mantova

Dal 25 al 28 aprile 2019

Piazza Virgiliana, 46100 Mantova

Organizzato da STREEAT – European Food Truck Festival

5ª edizione

INGRESSO LIBERO

La carovana dei migliori #FoodTruck d’Italia riparte per il TOUR interamente dedicato al vero #StreetFood di qualità.
Tantissimi Cibi di Strada provenienti da tutto il Bel Paese e proposti da ape car, carretti, furgoncini, biciclette, roulotte, moto e rimorchi allestiti con piastre, forni, friggitrici e griglie.
Gustosi, freschi, genuini e al giusto prezzo.

Il tutto accompagnato da ottime #BirreArtigianali made in Italy e la #Musica scelta da Claudio Trotta di Barley Arts.
IMPOSSIBILE MANCARE!!!

⏰ORARI ⏰
GIOVEDì 25 APRILE : 18:00 – 01:00
VENERDì 26 APRILE : 11:00 – 01:00
SABATO 27 APRILE : 11:00 – 01:00
DOMENICA 28 APRILE : 11:00 – 00:00

❗INFO UTILI ❗
www.streeatfoodtruckfestival.com
www.barleyarts.com
www.instagram.com/streeatfoodtruckfestival/
francesco.buonofood@gmail.com

Rievocazione storica della Battaglia di Solferino e San Martino

Rievocazione storica della Battaglia di Solferino e San Martino
Domenica 23 giugno 2019

160° Anniversario della Battaglia di Solferino e San Martino

Complesso monumentale di San Martino della Battaglia – Desenzano del Garda (BS)

Amici dei Musei di Solferino e San Martino
Via Torre, 2, 25015 Desenzano del Garda

Biglietti · Biglietti in vendita: 23 giugno alle ore 10:00
www.solferinoesanmartino.it

Street Workout Parma

52392458_626166487834613_1035307819525472256_nStreet Workout Parma

Domenica 31 marzo 2019

Street Workout  ancora una volta nella bellissima città di Parma.
A guidarvi, in un percorso unico tra sport e cultura, sarà il fantastico team di Maximilian Thai Fit Arcidiaco.
prenota subito la tua cuffia!
Ritrovo ore 8:30
Partenza 9:30 – termine 12:30

Iscrizioni:
15€ entro 24 marzo
20€ entro 30 marzo
25€ in loco #magliaomaggio

infoline Maximilian Thai Fit Arcidiaco 3478822985

www.streetworkout.fit

Barolo News Primavera 2019 Museo dei Cavatappi – Barolo

Barolo News Primavera 2019 Museo dei Cavatappi – Barolo

Ci segnalano

Cari appassionati del buon bere e del buon mangiare, amanti delle passeggiate in vigna, del paesaggio collinare delle Langhe, del Roero e del Monferrato, abbiamo un’ottima notizia per voi: Barolo è pronta per accogliervi e per offrirvi il meglio di ciò che cercate! Dopo la pausa invernale infatti la natura inizia a risvegliarsi, il Museo dei Cavatappi è aperto per visite individuali e di gruppo, il ristorante winebar Barolo Friends ha già in carta nuovi piatti ed una scelta sempre più ampia di vini strepitosi e Barolo Rooms offre come sempre la possibilità di soggiornare con tutti i comfort in un pittoresco angolo del paese, a due passi dal maestoso Castello Falletti.

Ma c’è una grande novità: la nostra enoteca Vini&Vinacce di via Roma ha chiuso i battenti e al suo posto, aperta già dal primo marzo, troverete la nuova, ampissima “BAROLO HOUSE – wine, food & more”, in piazza Colbert 1/a, la piazza ormai conosciutissima per essere il teatro dei grandi concerti estivi di Collisioni. Qui trovano spazio produttori di vino con scaffale dedicato, artigiani del gusto con prestigiose eccellenze alimentari del territorio, distillerie che propongono una vasta gamma di grappe e liquori, ma anche cristalli preziosi Riedel, oggettistica varia legata al mondo del vino, i libri indispensabili per conoscere il Barolo e il Barbaresco in tutte le loro sfaccettature, magliette e souvenir spiritosi. In più BAROLO HOUSE propone corsi personalizzati di scoperta del vino e consulenze di sommelier professionisti. Presso BAROLO HOUSE ogni giorno sono in degustazione con sistema Enomatic 16 diversi vini del territorio ed ogni weekend si possono degustare i vini direttamente con il produttore presente (per consultare il calendario completo delle degustazioni: www.barolohouse.it). Nella “Vintage Room” di BAROLO HOUSE sono esposte e conservate a temperatura ed umidità controllata grandiose vecchie annate di Barolo e Barbaresco, un piacere anche per gli occhi.
Venite a trovarci!

Dear enthusiasts of quality wine and food, lovers of vineyard hiking and of the hilly landscape of Langhe, Roero and Monferrato, we have great news for you: Barolo is ready to welcome you and offer you the top of what you are looking for! After the winter break, nature is reawakening, the Corkscrew Museum is open for individual and group visits, the restaurant winebar Barolo Friends has new dishes à la carte and a wider and wider selection of amazing wines, whereas Barolo Rooms offers as usual the possibility to stay with all comforts in a picturesque corner of the village, two steps away from the majestic Falletti Castle.

But something brand new is waiting for you: our wine shop Vini&Vinacce situated along Via Roma closed down and instead the new much bigger “BAROLO HOUSE – Wine, Food & More” opened on the 1st March on Piazza Colbert 1/a, the big square very popular for being theatre of the great summer concerts of “Collisioni Music and Literature Festival”. At BAROLO HOUSE you will find winemakers with reserved shelf, taste artisans with prestigious food specialities from the region, distilleries with a wide range of grappas and spirits, but also precious Riedel glassware, various gadgets related to the world of wine, the indispensable books for fully investigating Barolo and Barbaresco wines in all their facets, t-shirts and funny souvenirs. Moreover BAROLO HOUSE proposes personalised courses at the discovery of wine and offers the advice of professional sommeliers. At BAROLO HOUSE every day you can taste 16 different local wines through the Enomatic system and every weekend you can taste wine directly with one of the producers (the dates of all the tastings with the producers are on www.barolohouse.it). In the “Vintage Room” of BAROLO HOUSE there are gorgeous old vintage bottles of Barolo and Barbaresco on display, well preserved at controlled temperature and humidity, a pleasure also for your eyes.
Come for a visit!

Dott. Paolo Annoni

Museo dei Cavatappi
Piazza Castello, 4 – 12060 BAROLO (CN) ITALY
Tel. +39 0173 560539 – Fax: +39 0173 560539
E-mail: info@museodeicavatappi.it
Sito internet: www.museodeicavatappi.it
Facebook: www.facebook.com/museodeicavatappi

Truck’n’Food a Crema

50970777_305977650121608_8352143229440753664_oTruck’n’Food a Crema

Dal 14 al 16 Giugno 2019

Giardini di Porta Serio

Torna a Crema il #TrucknFood

Da Venerdì 14 a Domenica 16 Giugno

+ truckfood + street food + birra +

A Crema tornano i coloratissimi furgoncini dello Street festival, la manifestazione organizzata da  SGP Events. Dal 14 al 16 Giugno una ventina di trucks saranno di stanza a Crema, per una tre giorni di festa e divertimento all’insegna di cibo da strada di qualità, birra e ottima musica. Nati negli anni ’70 negli Stati Uniti dall’esigenza di consumare un pasto veloce per strada nella pausa lavorativa, i food truck si sono diffusi nell’Europa del Nord, per poi diventare una moda seguita da tutto il mondo. Camioncini personalizzati nascondono all’interno vere e proprie cucine attrezzate, capaci di creare capolavori gourmet di alta cucina. Il concetto di cibo da strada infatti viene portato all’estremo, con l’uso di prodotti di elevata qualità, a km 0 o di grande pregio. Anche a Crema sarà possibile assaggiare specialità provenienti da diverse regioni d’Italia, per un tour dello Stivale tutto da gustare, con interessanti incursioni nelle cucine di Paesi stranieri. Gourmet e appassionati di cucina vivranno un’esperienza multisensoriale unica: sarà appagato non solo il gusto, ma anche la vista, grazie alla scenografia creata dai truck e alla presentazione dei piatti, l’olfatto, grazie ai profumi che si sprigioneranno dalle cucine itineranti.