Cabaret Ragazze

46302810_10156287123493241_6927527380793688064_n

Cabaret Ragazze
Organizzato da Accademia del Comico

20 dicembre 2018
La prima serata del Cabaret Ragazze vedrà sul palco presente e futuro dell’Accademia del Comico.
+ Luce Pellicani: mille personaggi in un metro e sessantacinque. Una voce per mille voci. Ama il blues, il verde e la carbonara. Attrice. Comica. Riccia. Non bionda.
+ Christina Pecora: italoamericana, esplosiva, risata contagiosa. Wtf! Comica. Bionda.

#accademiadelcomico #impariamoaridere #cabaretragazze

Una volta al mese il Bistrot del teatro si trasforma in un luogo in cui unire – tutto al femminile – diverse artiste di varia provenienza e stile.
Un momento in cui comicità, teatro umoristico, musica e canzone, testimonianze e interviste collaborano insieme per raccontare, per raccontarsi, per far nascere nuovi stimoli e collaborazioni tra artiste sotto la chiave dell’ironia, dell’umorismo e della satira.

Diamo spazio e voce all’espressione femminile!

Le serate saranno presentate e condotte dalle docenti dell’Accademia del Comico: ci saranno Rita Pelusio, Cri Maffucci e Laura Formenti più le incursioni di Sonja Collini

Ogni serata proporrà allieve ed ex allieve dell’Accademia, comiche professioniste di diversa provenienza sia geografica che di stile, l’intervento culturale con interviste, testimonianze, denunce legate al mondo delle donne e spazio anche ad altre arti come musica e canto ed all’esposizione di opere figurative di innumerevoli artiste.

Nella prima serata:
Cri Maffucci
Laura Formenti
Annalisa Dianti Cordone
Clara Campi
Francesca Puglisi
Luce Pellicani
Elisabetta Cois
Antonella Cavallo
Christina Pecora
Katerina Lukasova e le sue opere:
https://katerinalukasova.jimdo.com/

Inzio spettacolo: 21:30
Ingresso: 5 €
Consigliata la prenotazione!
Prenotazioni tavoli: Bistrot del teatro – 02 49451253 – 3482598943

Queste sono le date successive:
giovedi 20 dicembre
giovedi 24 gennaio
giovedi 21 febbraio
giovedi 21 marzo
giovedi 18 aprile
giovedi 23 maggio
giovedi 20 giugno

Vi aspettiamo per vivere e condividere questo spettacolo in cui ci sarà spazio per la risata e anche per la riflessione!!

Informazioni: info@accademiadelcomico.it

#accademiadelcomico #impariamoaridere #cabaretragazze

https://www.facebook.com/events/3338439207423

https://www.facebook.com/events/3338439207423

Country Christmas Cremona 10°edizione

44053695_2372685552745017_4628870251298160640_oCountry Christmas Cremona 10°edizione

14 dic alle ore 17:00 – 16 dic alle ore 19:00

Country Christmas

Piazza Zelioli Lanzini, 1, 26100 Cremona

www.countrychristmas.it

10° edizione per il FESTIVAL COUNTRY piu’ IMPORTANTE in ITALIA

ritorna il Country Christmas e lo fa a DICEMBRE!

visita il sito ufficiale
www.countrychristmas.it

hai una scuola di ballo country? ne fai parte?
contatta subito l’organizzazione per aderire al progetto ed ottenere molti sconti e agevolazioni per la vostra partecipazione

A Vetralla e Viterbo un focus sul termalismo e l’olio d’oliva

filari di oliviA Vetralla e Viterbo un focus sul termalismo e l’olio d’oliva

Le reti d’Impresa di Marta e Capodimonte per l’incremento del turismo in Tuscia

Si è da poco conclusa la X edizione di VisiTuscia, la Borsa del Turismo e dell’Agroalimentare della provincia di Viterbo promossa dal Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Imprese di Viterbo in partenariato con la Provincia di Viterbo e la locale Camera di Commercio.
Nel corso della manifestazione si è svolto un Workshop itinerante per favorire l’incontro di circa 30 buyers nazionali ed esteri con le aziende impegnate nel turismo e nell’agroalimentare.
Per Vincenzo Peparello, Presidente del Cat-Confeesercenti Viterbo: «La manifestazione si sta confermando sempre più il veicolo di promozione turistica più efficace del territorio. Non è un caso se in dieci anni, tanti quanti ne conta l’evento, il turismo nella provincia di Viterbo sia aumentato del 30%. E non è un caso se produzioni di qualità, come l’Olio extra vergine di oliva, sia nella DOP “Canino” che in quella “Tuscia”, abbiano acquistato una popolarità sui mercati nazionali ed esteri sconosciuta fino a non molti anni fa, come dimostra la presenza alla manifestazione, oltre che di buyer italiani, di rappresentanti del mercato cinese, inglese, romeno e albanese».
Nell’ambito dell’evento “Sì..V’Olio – Festa dell’Olio”, ideato dalla Pro Loco e dal Comune di Vetralla, è stato possibile fare un salto indietro nella storia giungendo nel medioevo di Vetralla grazie a ricostruzioni storiche teatralizzate, narrazioni, racconti, canti e musiche medievali e tradizionali.
L’olio d’oliva locale è stato il protagonista delle tre giornate di festa, insieme ai vini della Via Francigena ed ai prodotti tipici.
Grande soddisfazione è stata espressa da Carlo Postiglioni, Assessore all’Agricoltura del Comune di Vetralla, secondo il quale: «la cittadinanza ha cominciato a prendere coscienza del valore dell’Olio Extravergine di Oliva nella cultura di Vetralla. L’economia locale non può prescindere da questo prodotto che deve essere presente in ogni nostro agire».
Il Sindaco di Vetralla, Francesco Coppari, ha sottolineato come: «la mostra-mercato fra gli operatori, è una costante della nostra manifestazione “Sì…V’olio” che, malgrado sia soltanto alla terza edizione, grazie alla collaborazione con VisiTuscia si è già affermata a livello regionale, nazionale e, oserei dire, perfino internazionale per la costante presenza di operatori che vengono anche dall’estero. Noi abbiamo bisogno di questi contatti per proiettare la nostra città nell’orbita di quelle che “contano” nella produzione agroalimentare di qualità».
Pietro Carloni, presidente di una delle due Cooperative Vetrallesi ha riferito che: «complessivamente nei cinque frantoi presenti sul territorio comunale, vengono conferiti oltre 75 mila quintali di frutto, prevalentemente nella qualità “canino”, che generano un prodotto di bassa acidità (4%), di piacevolissimo gusto e molto apprezzato soprattutto sui mercati dell’Italia nord-orientale dove abbiamo i nostri maggiori estimatori». Nel corso dell’incontro di Vetralla, sono state gettate anche le basi per un prossimo gemellaggio della città con una località romena. Ad annunciarlo il Sindaco, Francesco Coppari e l’Addetto Culturale dell’Ambasciata di Romania a Roma, Octavian Haragos.
Vincenzo Peparello, ha chiarito gli obiettivi che si pone l’evento: «ogni anno VisiTuscia punta le proprie attenzioni su un aspetto particolare del turismo e dell’agroalimentare viterbese. Quest’anno, anche per sensibilizzare politici ed imprenditori su un tema di grande interesse per l’economia locale, abbiamo puntato sul termalismo».
Le Terme della Tuscia erano già note agli Etruschi e poi ai Romani, che sfruttarono le numerose sorgenti di acqua calda per edificare ben quattordici terme. Durante il medioevo il complesso termale viterbese attirò numerosi pontefici: Papa Gregorio IX, Papa Niccolò V e Papa Bonifacio IX. I centri termali aperti al pubblico sono oggi quelli del Parco del Bullicame, del Bagnaccio e le Piscine Carletti a cui si aggiungono i due stabilimenti delle “Terme dei Papi” e del “Pianeta Benessere”.
In un sistema termale come quello viterbese, che può contare oggi solo su due strutture alberghiere sia pure di ottime qualità, come l’Hotel Salus e le Terme dei Papi, classificate entrambe con 4 stelle, ma dalle disponibilità limitate (un centinaio di camere la prima e solo 23 la seconda), si auspica che possano riaprire le Terme ex Inps che insistono su una superficie di ben sette ettari.
Nel corso del convegno “Il rilancio del sistema termale viterbese” il Senatore Umberto Fusco, Responsabile Nazionale per il Termalismo della Lega, ha detto: «in un momento topico per il turismo termale a Viterbo, l’apertura di nuove strutture ricettive non può che far bene al settore oltre ché all’intero territorio e all’imprenditoria privata che va aiutata e supportata. Viterbo, deve investire nel termalismo perché le sue potenzialità non sono seconde a nessuna altra località nazionale soprattutto se si considera il contesto territoriale». E nell’augurarsi che possa presto essere attuato un piano regolatore delle acque termali, il senatore Fusco ha annunciato che da gennaio il Parlamento inizierà a lavorare per cambiare la legge che regola il settore del termalismo in Italia.
Secondo il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, «Ci stiamo muovendo per ripristinare la struttura ex Inps da affiancare alle Terme dei Papi e alle Terme Salus. Ma ci stiamo occupando anche della struttura sulla Cassia Nord e sull’intero sistema”.
Gli fa da contraltare l’Assessore al Termalismo, Claudia Nunzi, la quale ha annunciato che in soli cinque mesi sono state già attuate la sorveglianza del Bullicame e la riqualificazione del sito del Galletti ed ha aggiunto: «in collaborazione con l’Assessore ai Servizi Sociali, Antonella Sberna, e l’Università della Tuscia, stiamo portando avanti un progetto che a breve trasformerà il sito del Galletti, in una struttura accessibile anche ai disabili che ci porterà ad acquisire non solo la bandiera lilla, ma soprattutto a segnalarci nel panorama del sistema termale nazionale come una destinazione all’avanguardia. I nostri progetti tuttavia non si fermeranno qui perché particolare attenzione è stata riposta, come ha detto il Sindaco, anche al progetto di riqualificazione delle Terme ex Inps e delle strutture situate sia a sud che a nord della Cassia».
Oltre alla componente politica, ha portato il proprio contributo al dibattito il Prof. Stefano Landi, presidente di SL&A e già componente della Consulta Regionale per il Turismo Termale, secondo cui «allo storico termalismo terapeutico del dopoguerra, praticato con cicli di cura di 14-21 giorni, si sono sostituite forme più moderne che hanno portato anche ad una radicale trasformazione degli impianti. Il futuro va verso impatti meno traumatici e alle cure vecchia maniera debbono sostituirsi prestazioni wellness a più ampio respiro. Sono queste che oggi debbono prevalere per una economia turistica integrata. Per avere il massimo risultato occorrono però strutture adeguate in grado di offrire non solo la prestazione ma anche il soggiorno: basti solo pensare che se una persona passa la giornata in un territorio, spende mediamente 6 euro, se vi trascorre anche la notte la spesa sale a 88 euro».
Susanna Cherchi e Francesca Ferri, rispettivamente presidente di “Visit Marta” e vice presidente di “Naturalmente Capodimonte”, nel corso di una visita alle cittadine rivierasche del lago di Bolsena, hanno illustrato i progetti delle quattro “Reti d’Impresa su Strada” coordinate da VisiTuscia, vincitrici del bando della Regione Lazio.

Harry di Prisco

Tra artigianato artistico e prodotti tipici, il quarto weekend del Natale che non ti aspetti e alle porte

c7e911d0-c0b9-4520-9c05-d96d02b4cc2cTra artigianato artistico e prodotti tipici, il quarto weekend del Natale che non ti aspetti e alle porte

Sono in pieno svolgimento in tutti i territori le iniziative dell’evento diffuso targato UNPLI Pesaro e Urbino. Cibo e mercatini i grandi protagonisti

Assaggiare i prodotti tipici del territorio passeggiando tra i banchi dei mercatini di Natale: può succedere anche questo durante “Il Natale che non ti aspetti”, l’evento diffuso coordinato da Comitato Unpli sezione provinciale di Pesaro e Urbino insieme alle pro loco e in collaborazione con Regione Marche e Provincia di Pesaro e Urbino per promuovere le tradizioni natalizie e i paesaggi tipici delle Marche.

Una occasione per trascorrere in famiglia una giornata all’insegna dell’atmosfera incantata del Natale d’altri tempi, avvolti dall’ovattato clima della musica diffusa, tra zampognari e Babbi Natale che attraversano a ritmo di musica strade e piazze. Un calendario di iniziative, quelle legate a “Il Natale che non ti aspetti”, ogni settimana più ricco, che unisce nove realtà con un fil rouge comune: quello di fare da sfondo a mercatini di artigianato artistico e di prodotti tipici enogastronomici.

Quello del 15 e 16 dicembre sarà l’ultimo fine settimana per poter organizzare un viaggio al mercatino di Candele a Candelara, festa dedicata alle fiammelle di cera che oltre a regalare magici istanti con gli spegnimenti programmati della corrente elettrica offre anche la possibilità di visitare il mercatino con tutti i suoi articoli prodotti rigorosamente in cera. Ultimo weekend anche per i mercatini allestiti a Frontone “Nel Castello di Babbo Natale”, con la musica itinerante degli Zampognari di Montefeltro e della Santa Claus Band ad allietare l’atmosfera insieme all’animazione dentro le mura del Castello medievale.

Alla ricerca di idee regalo originali dunque, come quelle che si possono trovare ai mercatini tematici che dal 9 dicembre al 6 gennaio saranno ospitati durante Pesaro nel cuore: dopo il mercatino artistico che si è concluso il 9 dicembre, dal 10 al 25 sarà allestito il mercatino di Natale e dal 26 al 6 gennaio il mercatino dell’Epifania.

Suggestione e mercatini anche a Gradara con il “Castello di Natale”: fino al 16 dicembre il tema conduttore sarà il Natale, mentre il 31 dicembre e il 1 gennaio ad allestire i mercatini per le strade del borgo saranno elementi di artigianato artistico.

Artigianato artistico e prodotti tipici in mostra anche durante “Il Natale più” a Fano, che fino all’Epifania ospita il Chiostro dei Sapori nel Chiostro di San Marco e i tradizionali mercatini in piazza, per offrire originali idee regalo handmade. Da non perdere, anche il Presepe di San Marco e Diorami nelle antiche cantine di Palazzo Fabbri e l’esposizione di sculture di sabbia in Piazza Amiani.

Sono invece i presepi i grandi protagonisti del Natale a Urbino fino al 6 gennaio: circa 200 opere di varia provenienza, misura e materiale, allestite in quattro punti principali della città, che faranno da cornice ai mercatini – sotto i portici di Corso Garibaldi – di alto artigianato artistico, mercatini storici e stand gastronomici con piatti della tradizione rinascimentale. Saranno prevalentemente gastronomici e di manufatti artigianali i mercatini che anche in questo caso fino all’Epifania animano “Il Magico Natale” a Fossombrone, accompagnati da spettacoli di luce, laboratori creativi per grandi e bambini, animazione e l’Ufficio Postale di Babbo Natale dove i bambini potranno consegnare le proprie letterine.

Ci sarà un mercatino – ma avrà l’aspetto di una grande festa diffusa con tanto cibo da condividere tra grandi e piccini – anche in occasione della Festa Nazionale della Befana di Urbania, che si terrà dal 4 al 6 gennaio. Crostoli da condividere ma anche tanti dolciumi, distribuiti dalla simpatica vecchietta a tutti i bambini presenti e lanciati a piene mani dall’alto, dalla Befana che scenderà il 6 gennaio dalla Torre Campanaria.

Per informazioni e dettaglio dei programmi www.unplipesarourbino.it

Per informazioni UNPLI Pesaro e Urbino cell. 328 982522;
www.unplipesarourbino.it
facebook @unioneprolocopesarourbino

Ufficio stampa UNPLI Il Natale che non ti aspetti

Marte Comunicazione snc. di Marzia Morganti e co

via Grocco 5, 59100 Prato info@martecomunicazione.com

Marzia Morganti marzia.morganti@gmail.com ph. 3356130800

Niccolò Tempestini ntempestini@gmail.com

www.martecomunicazione.com

Quartopiano a Rimini: “Batti un cinque!” pieno di consensi da cinque prestigiose guide gastronomiche nazionali fresche di stampa

silver SucciQuartopiano a Rimini: “Batti un cinque!” pieno di consensi da cinque prestigiose guide gastronomiche nazionali fresche di stampa

Il Quartopiano cala la cinquina di consensi. La “certificazione” arriva da cinque prestigiose guide gastronomiche nazionali che promuovono tout court cucina, carta dei vini e servizio del personale.

“Queste attestazioni ci confermano che siamo sulla strada giusta e ci stimolano a migliorare per fare di Rimini un punto di riferimento della cucina nazionale”, commenta il direttore Andrea Tani.

Entrando nel merito, la più celebre è la Guida Michelin che ha definito la cucina come “una delle migliori della zona” di Rimini. Pollice in alto anche da parte della Guida ai Ristoranti e Vini d’Italia 2019 dell’Espresso che ha confermato il cappello, anche in questo caso con parole di elogio: “L’ambiente è elegante, la mise en place curata, il servizio professionale e la vista dal Quartopiano, di nome e di fatto, sulla città bella”.

E ancora, la Guida Identità Golose 2019 di Paolo Marchi che, nella valutazione, scomoda persino il grande regista di Rimini: “Per dirla alla Federico Fellini, riminese per eccellenza: ‘La vita è una combinazione di pasta e magia’. E Silver Succi da Forlimpopoli combina tecnica, creatività e tanta passione, rendendo magica l’esperienza gastronomica”.

Novità di quest’anno l’inserimento nella Guida alle buone tavole della tradizione dell’Accademia Italiana della Cucina e il bollino “faccino radioso” del Golosario firmato Paolo Massobrio.

Alle pubblicazioni, si aggiunga la conferma del premio “Carta Canta” attribuito alle migliori carte dei vini regionali, assegnato da Enoteca Regionale Emilia Romagna, Enologica e FIPE.

“È grazie al lavoro di squadra che è possibile crescere insieme – prosegue Andrea Tani – Il nostro è un progetto che mette insieme tante professionalità: l’estro creativo dello chef Silver Succi con una proposta di cucina che innova la tradizione, la grande conoscenza del maître di sala Fabrizio Timpanaro, un personale continuamente formato, gli interscambi culturali con altri professionisti. Tutto questo concorre a creare un percorso condiviso per una nuova Rimini gourmand”.

Ufficio Stampa La Madia / PrimaPagina

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

Mercato Contadino di Piazza Tasso Firenze

Mercato Contadino di Piazza Tasso Firenze

14 Dicembre 2018

La rete nazionale Genuino Clandestino riunisce piccoli produttori in lotta per la libera trasformazione degli alimenti e l’accesso alla terra. Presenti i produttori del nodo fiorentino del movimento Genuino Clandestino.

Salone dell’alta salumeria

48203653_1785990508189654_8593420542076256256_oSalone dell’alta salumeria
Formaggio in Villa 2019

QUANDO? Dal 25 al 28 aprile ’19
• MOSTRA MERCATO dalle ore 10.00 alle 20.00
• FORMAGGIO IN VILLA Night! 240462_250639321724788_1831350006_odalle ore 10.00 alle 23.00

DOVE? Teatro di Villa Farsetti – Santa Maria di Sala VE

COS’E’?
• Salone Alta Salumeria
• Rassegna nazionale dei migliori formaggi
• Prodotti per l’alta cucina e nuove tendenze
gastronomiche
• Laboratori guidati e masterclass
• Selezioni per le Nomination Premio Italian Cheese
Awards 2019, degustazione 100 formaggi
• Formaggio in Villa Night! dalle 19:00 in poi musica
LIVE e DJ SET

30739347_1488133927975315_4522626332491776_oIn assaggio:
Salumi IN VILLA ‘12
3 giorni dedicati all’irresistibile bontà dei salumi artigianali. L’appuntamento con i protagonisti del mondo dei salumi: produttori, selezionatori, chef, giornalisti, appassionati, amanti del gusto e del “bien vivre”!
IN DEGUSTAZIONE: Salumi d’Oca, di Cavallo, di Maiale e di Bufala.
Sopressa Vicentina, Carsica e Trevigiana fatta a mano.
Prosciutto Crudo del Carso, di Parma, di San Daniele,
30739758_1488133821308659_1732034102862807040_odi montagna della Valle d’Aosta alle erbe aromatiche e Nero di Calabria Prosciutto Cotto affumicato, Gran Cotto e di Tacchino.
Mortadella Presidio Slow Food, Bologna e Carsica
Porchetta, Cotechino d’Oca, Bondiola, Carne Salada affumicata , Culatello di Zibello, Culatta Cotta, Salsicce secche, Wurstel artigianali e Speck dell’Alto Adige, Arista di Maiale affumicata, Pancetta affumicata, ‘Nduja e specialità piccanti calabresi….
30739697_1488133944641980_5901938067236716544_o(1)Ed altri ancora !

La grande mostra mercato del “gusto” dove operatori e un vasto pubblico di appassionati potranno conoscere ed acquistare i migliori formaggi, salumi e prodotti gastronomici per l’alta cucina.

INFO segreteria@gurucomunicazione.it
www.formaggioinvilla.it

Città dell’Olio verso il 25esimo anniversario

Firma ProtocolloCittà dell’Olio verso il 25esimo anniversario

Grande partecipazione da tutta Italia a Carpino per le 47esima Assemblea nazionale

Città dell’Olio verso il 25esimo anniversario

Agli “Stati Generali” dell’Associazione nazionale Città dell’Olio, Turismo dell’Olio e sostenibilità del paesaggio le sfide al centro della programmazione 2019

Si è svolta nella Città dell’Olio di Carpino terra incantevole, patria della tipica Ogliarola Garganica, la 47^ Assemblea Nazionale delle Città dell’Olio, la due giorni dedicata agli Stati generali delle 320 Città dell’Olio italiane nella quale si sono discusse le linee programmatiche dell’Associazione, in vista delle celebrazioni del 25° anniversario della sua fondazione. Il 2019, infatti, sarà l’anno celebrativo di un quarto di secolo caratterizzato da un’intensa attività che proiettano la nostra associazione verso nuove e importanti sfide. La cultura dell’olio e dell’oliva sarà il motore della riscoperta dei nostri territori attraverso il turismo dell’olio, in coincidenza anche con il fatto che il 2019 sarà l’anno del “Turismo lento”. Un impegno costante e progressivo che non potrà prescindere sa un coinvolgimento diretto dei cittadini delle Città dell’olio che dovranno avere la consapevolezza, grazie anche al lavoro svolto egregiamente dalle amministrazioni delle Città dell’Olio, di vivere in un territorio dal grande valore identitario, che ha nel paesaggio olivicolo, nella Dieta Mediterranea e nello stile di vita una marcia in più, un valore aggiunto da comunicare con sempre maggiore convinzione e determinazione. L’assemblea di Carpino che ha visto la presenza ed il coinvolgimento di Soci amministratori provenienti da tutte le Regioni d’Italia: dal Friuli Venezia Giulia alle isole Sicilia e Sardegna passando per il Trentino, il Veneto, l’Emilia Romagna, la Liguria, la Toscana, le Marche, l’Abruzzo, il Lazio, l’Umbria, il Molise, la Campania, la Calabria, la Basilicata e la regione ospitante – la Puglia – che con le sue 31 Città dell’Olio e le circa 50 varietà di olive, rappresenta un fulgido esempio di biodiversità italiana – ha confermato il ruolo strategico delle Città dell’olio, tra le reti più longeve impegnate nella promozione e valorizzazione della cultura dell’olio extravergine d’oliva. Nell’occasione sono stati fissati gli asset strategici dell’azione delle Città dell’Olio del prossimo anno. Il turismo dell’olio è stato individuato come il più importante asset su cui investire con progettualità mirate come la fortunatissima Camminata tra gli olivi, il Girolio d’Italia in un nuovo format regionale che coinvolgerà i soci di ogni singola regione e l’amministrazione regionale e Andar per Frantoi e Mercatini che diventa sempre più uno strumento per mettere in rete e a sistema tutte le feste dedicate all’olio in Italia. Nel futuro dell’Associazione prosegue l’impegno profuso nella candidatura dei paesaggi olivetati delle Città dell’Olio nel Registro dei Paesaggi Rurali Storici istituito dal Mipaaf. Si confermano anche le progettualità legate alla formazione alla sensibilizzazione dei consumatori a partire dal progetto di educazione alimentare “Olio in cattedra” che con BimbOil Junior avrà un ulteriore sviluppo e sorvolerà anche agli alunni delle scuole medie. Una novità importante è rappresentata dall’istituzione del Premio Miglior Oliveto e dalla progettualità specifica che coinvolgerà i ristoranti dell’olio che verranno inseriti nel circuito Mediet Restaurant. “I nostri 320 soci italiani avranno un ruolo di primo piano nella promozione del turismo dell’olio attraverso la costruzione di percorsi alla scoperta della civiltà olivicola, di pacchetti turistici in grado di attrarre visitatori, ma anche nel promuovere progetti di salvaguardia e tutela dei paesaggi olivicoli – ha dichiarato Enrico Lupi presidente delle Città dell’Olio- Olio, Dieta Mediterranea, Paesaggio Olivicolo e Biodiversità sono i punti di forza sui quali puntare, in quanto autentica ricchezza di ciascuna città dell’olio italiane. In questa direzione è stato fondamentale la firma del Protocollo d’Intesa tra le Città dell’Olio e le Città del Vino un altro tassello importante per mettere in campo azioni sinergiche per le nostre città d’identità”.

Ufficio Stampa Associazione nazionale Città dell’Olio

Natascia Maesi

+ 39 335 1979414

natascia.maesi@gmail.com

Il Badante

45723558_533339477141860_52468789366751232_oIl Badante

Organizzato da Associazione Teatrale Comici & Cosmetici

1 Dicembre 2018

A grande richiesta nuova replica.

Commedia Noir in due atti scritta da Luciano Ceresoli
Regia di Roberto Gaiti e Luciano Ceresoli

Luigi, precario muratore di mezza età e ragazzo padre, travolto dalla crisi economica, perde il posto di lavoro. Aiutato da un’amico verrà assunto come badante nella casa di una vecchia Baronessa. Sarà questo l’inizio della sua disgregazione fisica e morale.
Partendo dall’idea di descrivere in chiave comica la precaria situazione dell’uomo contemporaneo
Comici & Cosmetici mettono in scena la commedia delle solitudini e dell’incomunicabilità del nostro tempo. I personaggi pare che si parlino continuamente addosso e mai i dialoghi costituiscono un punto d’incontro.
E’ la tragedia dei buoni, sconfitti e umiliati in un mondo nel quale domina la legge inesorabile della produttività e dell’egoismo, dei falsi miti, del potere economico.
Luigi è la figura dell’eroe tragico dei nostri tempi, schiavo di un sistema senza più etica e amore.
Gag comiche e divertenti fanno ridere e pensare, in un vortice di parole che trascinano verso l’amaro finale.

pin

Cine Teatro Forzenigo
Via Beato Alberto 113, 24020 Ogna

Statale 66 live a L’Asino che vola

46482111_10158183954004569_5657351731407749120_oStatale 66 live a L’Asino che vola

Sabato 1 dicembre 2018 ore 22:00
Statale 66 live @ L’Asino che vola

Telefono: 06 785 1563

Gli Statale 66 sono un gruppo Beat, Rock’n’Roll e Surf con contaminazioni psichedeliche, attivo dal 1999. 18 anni insieme, tante soddisfazioni, molti riconoscimenti. Dagli esordi, quando la loro musica ispirò la nascita di una casa discografica di cui sono fiore all’occhiello, fino ad oggi, con esperienze in radio e anni di shows e dischi incisi, dal 2014 anche resident band della trasmissione televisiva “Stracult “ su Raidue.

Ma questa è molto più di una band di successo: è passione viscerale, anni di cantina e di palco, sudore e divertimento fino a notte fonda. Ascoltarli ci catapulta nelle scatenate notti fine anni 50/60, anche se sono un gruppo rock di oggi perché in ogni nota c’è sia tutta la passione per un periodo musicale senza eguali che per la musica stessa in tutte le sue evoluzioni.

In questa serata, oltre ai classici del beat e del rock’n’roll internazionale, i brani originali ormai fissi dalla loro discografia precedente e alcuni brani “stracult” riarrangiati, gli Statale 66 eseguiranno un estratto l’ultimo album in uscita scritto interamente in inglese “ROCK-A-MY HEAD!”, tra il rock-blues e il gospel, tra ballate e funky.

Un uragano surf’n’roll sta per travolgervi, siete pregati di slacciarvi le cinture e lasciarvi trasportare!

L’Asino che vola
Via Antonio Coppi, 12d – 00179 Roma RM

Trovata una Sega! al Piccolo Teatro Comico Torino

46831116_10156680518262416_8773629767724302336_oTrovata una Sega! al Piccolo Teatro Comico, Torino

Dal 30 novembre

Piccolo Teatro Comico

Via Mombarcaro, 99/B, 10136 Torino

TROVATA UNA SEGA!
Racconto su Livorno, Modigliani e lo “Scherzo del Secolo” dell’estate 1984
di e con ANTONELLO TAURINO

Venerdì 30 novembre 2018: TORINO, Piccolo Teatro Comico
Via Mombarcaro 99/b, ore 21, Info e prenotazione 339 3010381, abbafranco@yahoo.it;
http://www.teatrocostumitorino.it/ https://www.facebook.com/events/2072397669690645/

Quando il caso incatena gli eventi meglio di uno sceneggiatore hollywoodiano.
Più di trent’anni dopo, il racconto per “Attore e proiettore” sulla perfetta sequenza di eventi di quell’estate ’84. La leggenda la conoscevano tutti, a Livorno: nel 1909 Modigliani pare avesse gettato nel Fosso Reale alcune sue sculture, deluso per lo scherno di amici incompetenti che lo avevano deriso per quelle opere. Ma quando nel 1984, per celebrarne i cent’anni dalla nascita, il Comune (a latere di una mostra organizzata in suo onore), ne azzarda tra roventi polemiche il temerario recupero, avviene la pesca miracolosa di tre teste che porta davanti ai Fossi di Livorno le Tv di tutto il mondo! E subito i maggiori critici d’arte non hanno dubbi a sancire: “Sono dei capolavori, sono di Modigliani!”.
Ma dopo un mese venne fuori che… non eran proprio di Modigliani…

L’invasamento collettivo nel cortocircuito vero-falso e il mistero di alcune morti mai chiarite. Tre studenti burloni e un pittore-portuale dalla vita maledetta. Uno spaccato sociologico sull’Italia d’allora e tantissima, memorabile, comicità involontaria: ecco gli ingredienti di quello che fu definito “lo scherzo del secolo”.

Protagonista assoluto di questa storia è il Caso, che infilò in quell’estate una successione di eventi fortuiti talmente meravigliosa che la drammaturgia è già perfetta di suo.
Dal comico al drammatico, dalla farsa alla tragedia, nella galleria di personaggi non manca davvero nessuno. In più, quasi come in “Romeo e Giulietta”, questa storia è anche una specie di guerra tra vecchi e giovani. Clamorosa la sconfitta, ridicola e senza appelli, dei grandi critici: una batosta solenne per un certo tipo di cultura altezzosa. Ma questa farsa ha fornito anche spunti per riflessioni più generali sul senso dell’arte nella società contemporanea: erano i goderecci e rampanti anni ’80, pieni di decisionismo cialtrone e di emergenza arruffona in cui sono chiari i segni – se non già i semi – della nostra attuale deriva.

-SPETTACOLO VINCITORE DEL PREMIO NAZIONALE “CALANDRA” – 2017
insieme al “PREMIO MIGLIOR REGIA” e “PREMIO GIURIA POPOLARE”
https://www.facebook.com/CompagniaTeatraleCalandra/posts/755157018021728

-SELEZIONATO PER IL FESTIVAL “KILOWATT 2014”
http://www.kilowattfestival.it/programma-2014/sabato-26-luglio/antonello-taurino-trovata-una-sega/

-SELEZIONATO PER IL “FESTIVAL TRAMEDAUTORE – 2015”
http://www.outis.it/trovata-una-sega/; http://www.piccoloteatro.org/events/2014-2015/tramedautore-trovata-una-sega

“Non credo di esagerare nel dire che “Trovata una sega!” è uno spettacolo geniale. Divertentissimo, preciso, ironico: arrivi alla fine e vorresti che Antonello, unico attore/affabulatore in scena, continuasse a parlarci in quel modo così canzonatorio della beffa!”
(D. Daria, “CORRIERE DELLO SPETTACOLO”)

“Taurino rappresenta un autentico caso nel panorama teatrale italiano. Per un’ora e mezza racconta senza respiro, in cui non si smette mai di ridere, interpretando, con il solo ausilio di un tavolino, due sedie, un pulpito e qualche immagine, tutti i personaggi di questa vicenda.” (M. Coralli, “MILANO TEATRI”)

“La celebre storia delle finte teste di Modigliani viene restituita con ironia a dispetto di un pattern di informazioni e accadimenti molto complesso. Il “test” funziona, in platea, e nei passaggi più assurdi, ma reali, sono numerosi i bisbigli, gli scuotimenti di capo, i «non ci posso credere». Taurino in scena si muove con passo deciso tra contraddizioni e paradossi di una bolla mediatica d’altri tempi”
(Andrea Pocosgnic, “TEATRO&CRITICA.net”)

Tutta la tournée di “TROVATA UNA SEGA!”:

– 30 novembre 2018: TORINO, Piccolo Teatro Comico
Via Mombarcaro 99, ore 21, http://www.teatrocostumitorino.it/,

– 25 gennaio 2019: PORDENONE, Sala Bastia
Via Canaro, 10, ore 21, https://spkteatro.com/rassegna/

– 26 gennaio 2019: COTIGNOLA (RA), Teatro Binario
Viale Vassura 20, ore 21, http://www.cambiobinario.it/

– 2 febbraio 2019: MILANO, Spazio Lyra, Fabbrica del Vapore
Via Procaccini 4, ore 21, http://www.lyrateatro.it/i-post-di-lyra-teatro/fabbricanti-di-mondi-2018-2019-compagnie-selezionate/

– 3 febbraio 2019: CASSINETTA DI LUGAGNANO (MI), Spazio Polifunzionale , Piazza Negri 3, ore 21, https://www.halleyweb.com/c015061/po/mostra_news.php?id=142&area=H

– 19 marzo 2019: VENEZIA, Teatro a l’Avogaria
Dorsoduro 1617, ore 21, http://www.teatro-avogaria.it/

Tutta la tournée di “LA SCUOLA NON SERVE A NULLA”:

– 9 marzo 2019: THIENE (VI), Spazio Yourban
Via 51° Stormo 3, ore 21, http://www.yourban.org/

– 10 marzo 2019: PADOVA, Carichi Sospesi
Vicolo Portello 12, ore 19, https://www.carichisospesi.com/

– 29 marzo 2019: PESCARA, Spazio Matta
Via Gran Sasso 53, ore 21, http://artistiperilmatta.org/

– 30 marzo 2019: L’AQUILA, Spazio Rimediato
Via Fontesecco 22, ore 21, https://www.facebook.com/spaziorimediato/

Tutta la tournée di “MILES GLORIOSUS …ovvero: morire d’Uranio impoverito”:

-12/13 gennaio 2019: BRINDISI, Teatro Kopò
Via Sant’Angelo 67/69, ore 21 e ore 18, https://www.brindisi.teatrokopo.it/spettacoli/stagione-2018-2019/53-miles-gloriosus-morire-di-uranio-impoverito

-14/24 febbraio 2019: MILANO, Teatro della Cooperativa
Via Hermada 8, ore 20.30, http://www.teatrodellacooperativa.it/stagione-corrente/spettacoli-prosa-stagione-corrente/miles-gloriosus-2/

Tutta la tournée di “DOTTOR JEKYLL E MISTER ASPIE”:

-7 gennaio 2019: MILANO, Teatro dell’Elfo
Corso Buenos Aires 33, ore 20.30, https://www.elfo.org/eventi/2018/20180624/drjeckyemraspie.html

Birre Vive sotto la Torre Christmas edition festiva delle birre di Natale

45715550_1027486480746388_7412074145040564224_oBirre Vive sotto la Torre Christmas edition  festiva delle birre di Natale

7,8,9 Dicembre 2018
VIGEVANO Cavallerizza del Castello Sforzesco, Via Rocca Vecchia 7
Ingresso gratuito.

Anche in caso di maltempo : area birrifici, area food \ relax e area workshop sono al coperto ed in ambiente riscaldato !

Ritorna a Vigevano il grande festival dedicato alla birra artigianale di Natale nella sua sesta edizione invernale, dedicata alle BIRRE e ai SAPORI dell’INVERNO : saranno protagoniste birre artigianali, rappresentate dai migliori produttori italiani, tendenzialmente più forti e corpose, d’ispirazione nordeuropea ,che si accompagneranno ai piatti tradizionali della stagione ed in particolare della nostra terra

Una sfida nuova, che vogliamo vivere insieme a voi: cucinarvi piatti tipici invernali e del territorio che tradizionalmente, e secondo noi erroneamente, sono unicamente abbinati al vino ed associarveli unicamente alla birra. Il pubblico potrà quindi scoprire nuovi orizzonti di gusto e scoprire un lato “nordico” della birra, sconfessandone la classica concezione di birra estiva.
#birrechristmas

BIRRE VIVE SOTTO LA TORRE CHRISTMAS EDITION sarà una tre giorni di degustazioni, incontri e laboratori dedicati al movimento brassicolo artigianale italiano ed estero che in questo momento storico più che mai gode di grande attenzione da parte del pubblico, stampa nazionale e addetti ai lavori internazionali.

Ci saranno laboratori, incontri, DJ set .. e tanto altro da scoprire in nostra compagnia, e che saranno annunciati cammin facendo.

▬▬▬ COSA TROVERETE AL BIRRE VIVE SOTTO LA TORRE CHRISTMAS EDITION ▬▬▬

• 7 BIRRIFICI ARTIGIANALI BIRRA
1 POSTAZIONE ESTERA CURATA DA BEERINBA

STRADAREGINA
IL CONTE GELO
CASTAGNERO
IL BIRRONE
BEERINBA selezione estera Belgio
HOPLAB selezione estera Nord Europa
WHITE PONY

(i birrifici saranno svelati gradualmente )

• 4 postazioni food

TITONE L’ISOLA DEI SAPORI SICILIANI taralli,cannoli siciliani e prodotti tipici siciliani
GIAMILLA cucina Greca
MORDICCHIO ON THE ROAD gnocco fritto, salumi,panzerotti,pizza
OSTERIA PIEMONTESE panino con cotechino,polenta e salsiccia
KITCHEN REBEL’S fritti di pesce e spiedini di calamari

(il menù sarà svelato gradualmente )

• 1 area Bar con bibite analcoliche, caffè e amari, spumanti e vin brulee

• 1 area “relax” dove potersi sedere, mangiare e degustare in pace

• 1 area “workshop”

• Area bimbi con giochi al coperto

Un mercatino di natale, dove sarà possibile acquistare cesti natalizi personalizzati con prodotti del territorio e birre artigianali

E poi… il castello con i suoi musei e la piazza Ducale a pochi passi….

▬▬▬ INGRESSO E INFO ▬▬▬

L’Ingresso all’area sarà gratuito .

Sarà possibile degustare tutte le birre che volete e tutto il food recandovi liberamente ai vari stand e pagando direttamente a loro

L’evento si terrà anche in caso di pioggia: Birrifici, Food e area Relax sono al coperto e al caldo !

I cani sono ammessi.
Cibo anche per Vegetariani e Vegani
Birre anche gluten free

▬▬▬ ORARI ▬▬▬

Venerdì 19.30 – 1.00
Sabato 12.00 – 2.00
Domenica 12.00 – 23.00

▬▬▬ INFOLINE & CREDITS ▬▬▬

infoline: info@beerinba.com

Birre Vive sotto la Torre Christmas Edition è un evento organizzato da Beerinba con il patrocinio di

– Comune di Vigevano

cerchiamo partner commerciali, fino esaurimento spazi.

Un fine settimana di…vino al foos&wine in progress: alla stazione Leopolda di Firenze va in scena l’eccellenza Toscana

8fc173c1-87ae-4960-8659-5b2ddfa574d7Un fine settimana di…vino al foos&wine in progress: alla stazione Leopolda di Firenze va in scena l’eccellenza Toscana

Il programma di AIS Toscana per la manifestazione dedicata al rapporto tra cibo e vino

Oltre 1000 etichette in degustazione ai banchi d’assaggio, minicorsi di introduzione alla degustazione di vino e olio e tour guidati da sommelier AIS al centro degli eventi

Un esclusivo tasting di oltre 1000 vini rappresentativi dell’Eccellenza di Toscana, 150 produttori di vino ai banchi d’assaggio, due Masterclass di alto livello dedicate al Riesling di Palatinato e Mosella, trenta minuti di Wine School per iniziare a scoprire le basi fondamentali della degustazione di vino, tre interpretazioni del cioccolato da abbinare con altrettanti vini e distillati. AIS Toscana snocciola qualche numero sulla sua presenza alla quarta edizione di Food & Wine in Progress, la manifestazione promossa dalla stessa AIS Toscana e dall’Unione Regionale Cuochi Toscani con Cocktail in the World Mixology, in collaborazione con Coldiretti, Confcommercio e Confartigianato Imprese e con il Patrocinio della Regione Toscana, che si terrà questo fine settimana alla Stazione Leopolda di Firenze.

Il fiore all’occhiello dell’enologia toscana torna dunque protagonista di un evento aperto al pubblico dalle 10 alle 19 di sabato 1 e domenica 2 dicembre, presentandosi con una lista di etichette premiate nella Guida AIS Vitae 2019 in rappresentanza delle principali denominazioni della regione.

AIS WINE SCHOOL E AIS OIL SCHOOL – Minicorsi gratuiti della durata di 30 minuti per avvicinarsi alla degustazione sensoriale di vino e olio: sabato 1 dicembre alle ore 12.30 e alle 16.15 nella Saletta Vip toccherà all’Ais Wine School svelare i concetti base di come si degusta un vino, mentre alle 13 e alle 16.45 sarà il turno dell’Ais Oil School per imparare, in collaborazione con il Consorzio Olio Toscano IGP, a degustare l’oro verde. Stesse fasce orarie anche per le sessioni di domenica 2 dicembre, sia di Wine School che di Oil School.

AIS WINE TUTOR E AIS OIL TUTOR – Orientarsi ma soprattutto scegliere cosa degustare tra le numerose proposte ai banchi d’assaggio non è facile: per chi volesse lasciarsi guidare dal racconto di sommelier di AIS Toscana per scoprire denominazioni, profili sensoriali e territori di riferimento, alle ore 10.30, 13.30 e 16.30 partiranno i percorsi degustativi gratuiti di Ais Wine Tutor, mentre saranno dedicati all’olio i tre tour di Ais Oil Tutor in partenza alle 11.30, 14.30 e 17.30. Saranno invece solo due i tour in partenza la domenica: alle 13.30 e alle 16.30 i Wine Tutor e alle 14.30 e 16.30 gli Oil Tutor.

PREMIAZIONI CONTEST – Per tutta la durata dell’evento (sabato intera giornata e domenica fino alle 15) i visitatori potranno cimentarsi nell’Ais Wine Contest, indovinando un vino “alla cieca” e concorrendo così alla vincita di una esclusiva Magnum. La premiazione avverrà sul palco centrale domenica in chiusura di manifestazione, così come per il contest fotografico “Identità Toscane” ed il video contest AIS.

Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 15€; ridotto 10€ (acquisto online in prevendita e lista delle convenzioni per riduzione al sito www.foodandwineinprogress.it).

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800;
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

Food, fashion, gioielli, design e arte per il debutto della Chaine des Rotisseurs Como

Elisa Egger outfit Angela BellomoFood, fashion, gioielli, design e arte  per il debutto della Chaine des Rotisseurs Como

E’ andato in scena a Villa Sormani Misseglia il debutto de “La Chaîne des Rotisseurs Como”, evento che ha abbinato la cucina, la moda, l’artigianato, gioielli, design e spettacolo, per coniugare e unire “the extraordinary Italian style”.

Confrérie de la Chaîne des Rôtisseurs, La Confraternita della Chaine è una società gastronomica internazionale fondata a Parigi nel 1248 e rifondata successivamente nel 1950, una realtà che opera per la diffusione della cultura della gastronomia promuovendo i valori gastronomici e l’essenza stessa della Confrèrie, il piacere della tavola e il valore dell’amicizia.

Cristina Vittoria Egger, che presiede la Chaine Como, ha effettuato un connubio perfetto tra il food, che è la colonna portante della filosofia della Chaine des Rotisseurs, con la moda dando all’evento una moderna prospettiva del fashion combinando l’artigianato di Alessandra Broggiato e l’alta moda couture di Angela Bellomo, interpretando con gusto le evoluzioni più raffinate, dove avanzano la tecnologia e l’arte, in maniera innovativa, scintillante e poliedrica, magnetica e creativa. Una consapevolezza della svolta epocale che sta trasformando tutto, percepita dalla Egger, la moda che viene contaminata dall’arte, vedi il ritrattista Leo Stopfer, da tecniche e progetti nuovi, il design di My Bia dell’Architetto Barbara Antolini, che con le loro esasperazioni sfidano il tempo, nuovi protagonisti in passerella ma dove, a dettare legge, è sempre la moda, l’arte, il design, alessandra broggiatol’artigianato, il “fatto a mano”, con la creatività, creazioni, sempre up to date, moderne con tocchi retrò. La degna cornice agli abiti di sogno l’ha fatta Berg Gioielli, un romanzo d’amore che ogni donna vorrebbe vivere, lo scintillio sensuale di pietre, colori sfavillanti, bagliori inebrianti di luci, colori, suoni languidi, lontani nella notte piena di stelle.
Una villa incantata, una cena sabauda, una nuova Chaine des Rotisseurs per una riflessione, che ci da Cristina Egger, che ci insegna che, nel mondo della moda, il senso del viaggio è nel viaggio stesso e non nella meta, il fascino del viaggio che sta nell’incanto della paradossale nostalgia del futuro.
Press Cristina Vannuzzi

Antico menù sabaudo per la nascita della Chaine des Rotissieurs Como

Lumache con salsa di ceci (1)Antico menù sabaudo  per la nascita della Chaine des Rotissieurs Como

Primo evento ufficiale a Como per la Chaîne des Rôtisseurs, il prestigioso sodalizio internazionale di alta cucina fondato a Parigi nel 1248, per celebrare la nascita del bailliage – l’articolazione territoriale dell’associazione – “Chaîne des Rotisseurs Como”, dove la magnifica Villa Sormani Misseglia ha ospitato un esclusivo gran galà dove il primo attore è stato un antico menu sabaudo ritrovato e “interpretato” dal giovane e talentuoso executive chef, Alessandro Rausa, astro nascente della grande cucina italiana, che ha espresso nei suoi piatti l’unione tra la sua fantasia e le tradizioni della zona.
Storie, profumi, sapori incancellabili, che lo chef Rausa ha riproposto con grande talento, unendo materia prima con la volontà di valorizzare i prodotti del territorio nelle antiche cucine di Villa Sormani Misseglia che lo vedono patron incontrastato, il successo di un talento per niente scontato, il paradigma di una cucina semplice, figlia della memoria, i prodotti al centro del piatto, segnati con eleganza da tocchi d’inventiva, una cucina eccezionale di cui lo chef è padrone, una base di cucina classica con la sorpresa di piccole variabili geniali per sapori inattesi.
Si spengono le luci e si chiudono le sale di Villa Sormani Misseglia con eventi e contenuti di volta in volta diversi, per confermare il grande operato della Chaine Des Rotisseurs in Italia, impegnata a divulgare la diffusione della cultura della tavola, della convivialità, dell’amicizia senza confini e soprattutto del valore assoluto della diffusione e conoscenza dei sapori delle eccellenze dell’eno-gastronomiche nel nostro paese, valori sempre in linea con la filosofia e la missione della Confrèrie de la Chaine Des Rotisseurs, il piacere della tavola, dell’accoglienza ed il valore dell’amicizia.
Chaine des Roitisseurs Como a Villa Sormani Misseglia
Villa Sormani Missaglia
Piazza Sormani 1
Missaglia (Como)
Press: Cristina Vannuzzi

Il gran finale di Mangiamusica – La Stagione evento

b0e84be5-911b-47eb-acb3-e7640b2de843Il gran finale di Mangiamusica – La Stagione evento
Giovedì 6 dicembre la cena più ritmata dell’anno al Garibaldi di Cantù, con Ezio Guaitamacchi & Brunella Boschetti, Leonardo Follieri, Giulio Crotti ed il loro “Rock & Arte”

CANTÙ (Como) – Sono stati tra gli artisti più applauditi della quinta edizione di Mangiacinema, lo scorso settembre a Salsomaggiore Terme, dove hanno portato il loro spettacolo “La ruota del Rock”. Ora, sempre in coppia e con l’aggiunta degIi studiosi Leonardo Follieri e Giulio Crotti, Ezio Guaitamacchi & Brunella Boschetti saranno i protagonisti della grande festa di chiusura di Mangiamusica – La Stagione evento. ll quarto e ultimo appuntamento di questo spin off della storica rassegna Mangia come scrivi, nato dalla creativà del giornalista Gianluigi Negri, segna anche il termine di un ciclo di cene artistiche (uniche in italia e imitate come pochissime altre iniziative) che in Lombardia è approdato nel gennaio 2013 e, da allora, ha proposto oltre 50 appuntamenti di grande successo con nomi come Maurizio Nichetti, Francesco Baccini, Flavio Oreglio. Alberto Patrucco, Marco Ferradini, Ricky Gianco, Niccolò Agliardi, Marco Buticchi, Vincenzo Zitello, Mario Luzzatto Fegiz, Loredana Limone, Giorgio Terruzzi, Enzo Gentile, 25d0a996-4ca7-4334-96cd-eaca98656bb2Massimo Cotto.

ROCK & ARTE
La cena “Rock & Arte” di giovedì 6 dicembre si terrà al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (inizio alle 20.30, info e prenotazioni: 031 704915) con il critico più rock d’Italia, accompagnato dai due giovani e appassionati studiosi Follieri e Crotti per presentare il nuovo libro che hanno scritto insieme per Hoepli. Copertine, poster, film, fotografie, moda e oggetti: il binomio “Rock & Arte” scandagliato con incredibile dovizia di particolari e contagiosa passione. Senza dimenticare la travolgente energia e carica dell’immancabile showcase musicale del Guaitamacchi performer, accompagnato dalla potente voce di Brunella Boschetti.

IL MENU DEGLI CHEF ZAMBERNARDI E NEGRI
Come sempre, quattro saranno le portate d’autore del menu proposto dagli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri durante la cena: tra queste, da segnalare un risotto in cupola di culaccia accompagnato da polpettine di cinta senese all’aroma di tartufo nero, come primo, e, come secondo, un croccante filetto di maiale alla Wellington in crosta di pasta sfoglia. Il tutto annaffiato da tre vini friulani dell’Azienda Ronchi San Giuseppe (www.ronchisangiuseppe.com), selezionati da Alfonso Galvano di Vineggiando di Cantù.

LA SERA SUCCESSIVA A PARMA
Il giorno dopo, venerdì 7 dicembre, alla Trattoria I Du Matt di Parma si terrà la cena di Mangia come scrivi “Il nostro Guareschi” (evento speciale delle celebrazioni del 50° della scomparsa del papà di Don Camillo e Peppone) con Alessandro Gnocchi, Andrea Setti e Ezio Aldoni, Egidio Bandini.

IL FUTURO DELLA RASSEGNA
“Con questo appuntamento di dicembre – afferma il direttore artistico Gianluigi Negri – chiudiamo un meraviglioso ciclo durato sei intensissimi anni, nei quali, senza soluzione di continuità, abbiamo messo in piedi sei stagioni, ciascuna contenente almeno 8-9 appuntamenti. Uno sforzo produttivo e organizzativo enorme, che non saremo in grado di portare avanti con la stessa intensità: abbiamo portato a Cantù eventi di grande spessore, un giovedì al mese, “servendo” al pubblico spettacoli straordinari e mettendo sempre in primo piano la cultura. Con tre fondamentali ingredienti: spirito di volontariato, passione e voglia di condividere l’amore per la bellezza e la poesia che si trovano in ogni forma d’arte. Abbandoneremo il concetto “classico” di stagione, ma non è escluso che si possano riproporre in futuro eventi spot, magari pensando, certo con largo anticipo, al prossimo libro di uno scrittore e critico infaticabile proprio come Ezio Guaitamacchi”.

Pregusta il menu di “Rock & Arte”

www. mangiacomescrivi.it