Food and Wine in Progress: alla Leopolda l’eccellenza agroalimentare

logo food wine in progressFood and Wine in Progress: alla Leopolda l’eccellenza agroalimentare

A Firenze dal 27 al 28 novembre torna il grande evento dedicato al patrimonio enogastronomico italiano

In arrivo la seconda edizione dell’evento promosso dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana, dall’Unione Regionale Cuochi Italiane e da Cocktail in the world insieme a Confcommercio Toscana e Coldiretti Toscana. Dai migliori vini toscani di Ais con Eccellenza di Toscana, ai cuochi stellati; inoltre seminari e convegni per fare il punto su un settore trainante per l’economia

Dai migliori sommelier ai migliori chef italiani, passando per i barman e per i produttori di eccellenze enogastronomiche. Si presenta così la seconda edizione di Food and Wine in Progress, il grande evento promosso dall’Unione regionale cuochi toscani (Urct), dall’Associazione italiana sommelier Toscana e da Cocktail in the world, che questo anno si svolgerà ancora alla Stazione Leopolda di Firenze domenica 27 e lunedì 28 novembre con tante novità. A partire dagli organizzatori: andranno infatti ad affiancare le tre associazioni appena citate, anche la Confcommercio e la Coldiretti Toscana, due realtà che raccolgono il resto delle eccellenze toscane del settore dell’enogastronomia.

Una immagine della passata edizione di Food&Wine in ProgressGli obiettivi dell’evento. Fortemente voluto da AIS Toscana ed Unione Regionale Cuochi Toscani dopo l’esperienza positiva del 2015 in occasione del congresso Fic, Food & Wine in Progress si candida ad essere nel 2016 un progetto di promozione ed aggregazione delle eccellenze toscane tout court, in cui i produttori attraverso momenti di presentazioni, parlano di produzioni agricole, di vino, di alimenti, di qualità e di innovazioni, come denota l’utilizzo del termine “in progress” nel titolo dell’evento a testimoniare una volontà reciproca di aprirsi all’innovazione e allo sviluppo di nuove idee. In due giorni sono attesi 5 mila visitatori che potranno incontrare oltre centinaia di cuochi, tra i quali anche chef rinomati, oltre 130 aziende vitivinicole in esposizione e altrettante legate ai settori del beverage e del food. Inoltre dibattiti, convegni e approfondimenti per avvicinare il consumatore al mondo dell’agroalimentare italiano con una formula mai sperimentata prima.

Cuochi “in progress”. Ricco il programma promosso dall’Urct che si snoderanno nel grande palco dedicato ai cooking show, che a rotazione durante l’arco di tutta la giornata si alterneranno sul palco centrale, tra cui chef stellati ai quali verrà consegnato il premio di “Ambasciatore della Cucina Italiana”. Ad alternare questi momenti, alcuni interventi di operatori del settore, produttori, ristoratori, che si alterneranno nel corner degli speach parlando per pochi minuti di come con la loro esperienza hanno apportato un miglioramento al settore dell’enogastronomia di questo paese. Nel programma è previsto anche un momento dedicato alla Nazionale italiana cuochi, la squadra della Fic che ogni anno trionfa nei più importanti campionati di cucina a livello internazionale.

Eccellenza di Toscana. L’Associazione Italiana Sommelier Toscana, che ad oggi conta 4 mila soci e centinaia di corsisti di cui circa il 40% donne, promuoverà all’interno di Food&Wine in Progress l’evento più significativo promosso durante l’anno, ”Eccellenza di Toscana” che prevede degustazioni guidate da Sommeliers AIS dei migliori vini delle 150 Aziende Vinicole Toscane facenti parte della Guida 2017 di AIS Toscana, a cui si aggiunge un ricco programma di incontri, come l’Ais Wine School per avvicinarsi al mondo dei sommelier, o i tanti WINE TOUR promossi durante la due giorni e tanti momenti di approfondimento e di degustazione sul futuro del vino toscano.

Il mondo dei bar tender. Lo spazio di Italian Barman Style ospiterà eventi ispirati all’abbinamento tra cocktail e cibo, Barman Show a cura di Cocktail in the World, dimostrazioni di preparazioni classiche e nuove tendenze a cura di Mixology, verrà altresì svolta attività di promozione del bere responsabile.
L’esposizione. Nei due giorni di Leopolda saranno presenti anche molti prodotti di nicchia che rappresentano l’eccellenza della toscanità in Italia e nel mondo nel rispetto della piramide alimentare. Quest’area esclusiva sarà riservata ai consorzi IGP, DOP, ecc. e ad aziende medio/piccole che rappresentano la qualità sia nel prodotto che nell’intera filiera. Inoltre ci sarà un’esposizione di piccoli macchinari ed attrezzature tecnologiche moderne per operatori del settore Food&Wine.
Il programma dettagliato e tutte le informazioni per partecipare sono disponibili sul sito http://www.foodandwineinprogress.it/.

fficio Stampa Food & Wine in Progress:

Arriva a Firenze Ciliegiolo d’Italia

logo-01 (1181 x 886)Arriva a Firenze Ciliegiolo d’Italia
Sabato 26 novembre, Ristorante I Cinque Sensi – via Pier Capponi 3 A/R – Firenze
Degustazione ai banchi dalle ore 16 fino alle ore ore 19
Degustazione ai banchi ed abbinamenti culinari dalle ore 20 fino alle ore 23

Arriva a Firenze Ciliegiolo d’Italia (www.ciliegioloditalia.it), manifestazione ormai consolidata che si svolge ogni anno anno in Umbria nell’antica città di Narni, nata per promuovere le aziende italiane che producono vini ciliegiolo.
L’appuntamento, inserito nel calendario del “Fuori Biennale” della V edizione della Biennale Enogastronomica di Firenze (www.biennaleenogastronomica.it), è in programma per sabato 26 novembre nelle accoglienti sale de I Cinque Sensi, ristorante fiorentino noto sia per la sua cucina, sia per gli eventi legati al vino che qui prendono spesso forma, vedrà in programma dalle ore 16 fino alle ore 19 una degustazione con banchi di assaggio presieduti da oltre una ventina di produttori di Ciliegiolo d’Italia che porteranno in assaggio non soltanto i loro Ciliegiolo, ma anche altre loro etichette.
Dalle ore 20 fino alle ore 23, invece, la manifestazione aprirà le porte anche al food: grazie all’esperienza del ristorante I Cinque Sensi il pubblico potrà non soltanto degustare i vini e conoscere i vignaioli presenti (sempre nella formula pomeridiana dei banchi di assaggio), ma anche sperimentare sfiziosi abbinamenti culinari attraverso una serie di finger food e piatti speciali, proposti a buffet, preparati per l’occasione.
Ciliegiolo d’Italia a Firenze è un evento organizzato da Studio Umami – agenzia con sede a Firenze specializzata, da oltre dieci anni, in comunicazione ed organizzazione di eventi enogastronomici – in collaborazione con il ristorante I Cinque Sensi.

Costo degustazione 10 euro – assaggi illimitati
Per maggiori informazioni ed accrediti stampa per la degustazione dalle 16 alle 19: info@studioumami.com – 329.9293459
Costo degustazione ed abbinamento food 25 euro
Per prenotazioni degustazione ed abbinamenti gastronomici dalle 20 alle 23: 055 5000315
L’ingresso, in questa seconda fase dell’evento, sarà consentito, per chi non ha prenotato, fino ad esaurimento posti
Seguiteci su facebook: https://www.facebook.com/Ciliegiolo-dItalia-204914753200108/?ref=bookmarks
In allegato logo dell’evento

 

Firenze, 10-28 novembre 2016

Ufficio Stampa – Studio Umami

Roberta Perna – pr.enogastronomia@gmail.com

www.studioumami.com

Roberta Perna

giornalista pubblicista
via C. Salutati 54 – 50126 – Firenze

pr.enogastronomia@gmail.com
www.studioumami.com
www.fondazionesommeliertoscana.it

Ecco gli artisti del gusto di Mangiamusica

15a384cb-24bc-4587-815d-2e2579cb733eEcco gli artisti del gusto di Mangiamusica
Caseificio Sociale Coduro, Azienda Agricola Persegona, Osteria di Fornio, Birrificio Toccalmatto
FIDENZA (Parma) – Il miglior Parmigiano Reggiano d’Italia, un grande Parmigiano biologico, la riscoperta del tosone, le birre artigianali di uno dei più importanti microbirrifici del Belpaese. Ecco gli artisti del gusto di Mangiamusica, nuova rassegna ideata e diretta dal giornalista Gianluigi Negri, che unisce le “Note pop” con il “Cibo rock”.
Sul palco del Teatro Magnani di Fidenza verranno raccontate grandi storie della musica e grandi storie del gusto, tra esibizioni musicali e assaggi gratuiti dei migliori prodotti del Made in Borgo: quattro imperdibili serate a ingresso libero (con la sola eccezione della data del 2 dicembre, che prevede un’offerta di 5 euro per Arquata del Tronto).

Iaca83319-0449-4824-a539-6ec3fd6b07c5NAUGURAZIONE SABATO 19 NOVEMBRE
Si comincia sabato 19 novembre con Niccolò Agliardi. Tra il primo ed il secondo tempo della performance delll’autore della colonna sonora di “Braccialetti rossi” (che proporrà alcuni suoi brani, accompagnato da Edwyn Roberts, e presenterà il suo nuovo romanzo “Ti devo un ritorno”, appena uscito per Salani, nella serata condotta dal critico musicale Enzo Gentile), il casaro Fabio Serventi, con i colleghi del Caseificio Sociale Coduro, racconterà come si produce quello che Gambero Rosso ha definito il miglior Parmigiano Reggiano d’Italia.

a5329b5e-1056-4758-8027-ae8621a18f9aGLI ALTRI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE
Venerdì 25 novembre, ad accompagnare l’evento “Ma se ghe pensu” con Piero Cassano e Fabio Perversi dei Matia Bazar, sarà un altro tipo di Parmigiano Reggiano, completamente biologico, sempre di altissimo livello, prodotto dalla famiglia Persegona nell’azienda della frazione fidentina Pieve di Cusignano. In un’altra frazione, a Fornio per l’esattezza, si trova l’Osteria di Cristina Cerbi, chef rinomata, alla guida, con il marito Luca, di uno dei locali più amati e premiati della provincia di Parma: sabato 26 novembre, durante l’intervallo dello spettacolo di Flavio Oreglio e 8b225dba-8a19-4c5d-b573-ea1039560dacAlberto Patrucco, sarà protagonista di uno show cooking originale, nel quale presenterà una sua ricetta con il “Parmigiano di un giorno” (quello che ancora oggi viene chiamato tosone ed è stato recentemente riscoperto nell’alta cucina) preparato “in camicia”.
Infine venerdì 2 dicembre, serata che avrà come mattatore assoluto Neri Marcorè, invece di mangiare si brinderà al Natale imminente (pensando concretamente ai terremotati delle Marche con una raccolta fondi per Arquata del Tronto): in quel contesto il mastro birraio Bruno Carilli presenterà le sue speciali birre artigianali (molto apprezzate anche all’estero), che da anni produce nel Birrificio Toccalmatto, recentemente ampliato e pronto a nuove sfide.

672f75e7-79e7-4f26-a2d3-528f700244dbI PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall’associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Gas Sales, Terme Baistrocchi, Italpast, Gaibazzi Costruzioni.

#cantachesimangia
www.mangiamusica.com
www.mangiamusica.com

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Mercatino Equobiolocale ‘A Fera Bio a Catania

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni seconda domenica del mese.
Mercatino equobiolocale ‘A Fera Bio.

Artigianato tradizionale e prodotti tipici siciliani

Presso l’Istituto per ciechi Ardizzone Gioeni di Catania.

Cena – Evento Tartufo

menu serata.pages

Cena – Evento Tartufo

da Cose Buone potrai degustare:

la Carne di Cavallo della Macelleria Equina Luppi di San Benedetto Po, il Tartufo de I Tartufi del Borgo di Borgofranco sul Po, i Vini di Casale del Giglio di Le Ferriere di Latina e i dolci del Gran Cafè 3Elle di Suzzara:
Pochissimi posti

prenota subito allo 0376525270 oppure rispondi a questa mail. La serata è proposta a 50,00 euro a persona.

Acquolina in bocca? Ti aspettiamo! Daniela e Davide

Borgobello in Fiera a Perugia

Borgobello in Fiera a Perugia

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni terzo sabato del mese

Un mercatino di hobbistica e artigianato e  prodotti enogastronomici.

Mercatale: il mercato di piazza della Repubblica di Firenze

Mercatale: il mercato di piazza della Repubblica di Firenze

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni primo sabato del mese

I produttori della terra si alternano per offrire il meglio.

Mercato Generale di Milano: ogni Sabato Ortofrutta fresca Il più grande mercato di ortofrutta italiano.

Mercato Generale di Milano: ogni Sabato Ortofrutta fresca Il più grande mercato di ortofrutta italiano.

Da gennaio a dicembre 2016

Presso l’ortomercato di via Lombroso 53 a Milano

Ogni sabato mattina
Il più grande mercato di ortofrutta italiano.

Il Campo in Piazza a Torino

Il Campo in Piazza a Torino

Da gennaio a dicembre 2016

Ogni seconda e quarta domenica del mese

In Via Nizza a Torino
Organizzato dal progetto Eataly, Campagna Amica Coldiretti Piemonte e Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta

Mercato del Carcere Femminile della Giudecca a Venezia

Mercato del Carcere Femminile della Giudecca a Venezia

Da gennaio a dicembre 2016

Tutti i giovedì mattina

Mercato di prodotti freschi biologici coltivati direttamente nell’orto del carcere.

Davanti al carcere femminile della Giudecca

Inebriante novembre alla Fattoria del Colle di Trequanda . tra profumo di tartufo bianco delle Crete senesi e degustazioni itineranti di Brunello e Orcia

il-tartufaioInebriante novembre alla Fattoria del Colle di Trequanda . tra profumo di tartufo bianco delle Crete senesi e degustazioni itineranti di Brunello e Orcia

Per tre week end Donatella Cinelli Colombini invita i suoi ospiti a scoprire il prezioso tubero
Profumi di Tartufo Bianco delle Crete Senesi e di vini eccezionali nell’autunno della Fattoria del Colle di Trequanda. Per tre week end – quelli dal 4 al 6, dall’11 al 13 e dal 18 al 20 novembre – Donatella Cinelli Colombini ha studiato per i suoi ospiti un programma di grande impatto sensoriale, dedicato al prezioso tubero che in questa stagione dell’anno si presenta agli appassionati in tutto il suo bouquet aromatico.
Nei due week end centrali del mese di novembre – quello del 12-13 e del 19-20 – la vicina San Giovanni d’Asso celebra questo gioiello della terra con la Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi: una interessante gita fuori porta che Donatella consiglia ai suoi ospiti altresì per visitare la Ragnaia di Sheppard, bosco meditativo di grande bellezza, e il Museo del Tartufo nei sotterranei del castello medievale di San Giovanni. Ma in contemporanea, anche alla Fattoria del Colle, si potranno scoprire le peculiarità del prezioso tubero attraverso l’esperienza unica dalla ricerca del tartufo in una delle 5 riserve tartufigene della fattoria, insieme ai tartufai e ai loro cani per trovare le preziose trifole che crescono nelle radici degli alberi.
Un appuntamento da non perdere per gli estimatori del tubero – che potranno altresì seguire una interessante lezione di cucina tenuta dalla chef dell’Osteria della Fattoria del Colle, Roberta Archetti – così come per gli enoappassionati che potranno comunque vivere una intensa esperienza sensoriale con le degustazioni itineranti di Brunello e di Cenerentola Orcia DOC, rispettivamente nella nuova tinaia del Casato Prime Donne a Montalcino – dove si può altresì ammirare la recente installazione artistica di Roberto Turchi “The Dove’s Flight” – e nella cantina in cui riposa l’Orcia Cenerentola alla Fattoria del Colle.
Il costo del pacchetto per tre giorni, è di 214€ a persona e comprende due pernottamenti con colazione, due cene degustazione a base di tartufo e altre tipicità locali, ricerca del tartufo, lezione di cucina, visite guidate con degustazione di olio nuovo e vino Orcia alla Fattoria del Colle e la degustazione di quattro vini presso la cantina del Casato a Montalcino, accompagnata dalla selezione musicale di Igor Vazzaz.

Info e prenotazioni: +39 0577 66 21 08 – info@cinellicolombini.it – www.cinellicolombini.it

Addetta stampa
Marzia Morganti Tempestini
marzia.morganti@gmail.com

Cioccolandia si sposta a sabato 12 novembre

Cioccolandia2015 (277)Cioccolandia si sposta a sabato 12 novembre
La kermesse del cioccolato di Castel San Giovanni rinviata per il maltempo

Castel San Giovanni (Piacenza) – Si dovrà aspettare una settimana in più per tuffarsi nella festa più dolce di Castel San Giovanni. Le avverse previsioni meterelogiche del fine settimana hanno infatti costretto gli organizzatori della Pro Loco a far slittare preventivamente Cioccolandia da sabato 5 a sabato 12 novembre, quando la tredicesima edizione della attesissima manifestazione si presenterà con lo stesso format e le tante e dolci attrazioni originariamente previste per questo fine settimana.

Dalle 9 del mattino di sabato 12 novembre, quindi, e per tutto il giorno, gli artigiani del Cioccolandia2015 (39)cioccolato e le bancarelle degli hobbisti animeranno il centro storico della città emiliana e accompagneranno golosi e visitatori fino alle inaugurazioni del pomeriggio: il taglio del salame di cioccolato (per un totale di 350 metri), che sarà distribuito in cinque punti della città, alle 15:00 e, a “cascata”, la distribuzione delle altre prelibatezze, dalla tradizionale torta Rita, di quasi 3 mila porzioni, alla piramide costruita con 25 mila pezzi di cremino, dalla montagna di profiteroles realizzata con 6 mila bignè al monte bianco che si regge su oltre 4 mila meringhe.

Oltre alla Pro Loco, tra i tanti volontari che animano la manifestazione, si ricordano l’associazione Fontanese, l’Avis Ganaghello, le associazioni e i collaboratori. Vera anima di Cioccolandia sono anche i 3 Maestri pasticceri del territorio: il Gelatiere di Castel San Giovanni, Mera di Borgonovo e Bardini di Piacenza. Molto importanti sono anche i sostenitori della giornata, come Enel e Cariparma.

Buticchi e Zitello: due maestri a Mangia come scrivi

94952dab-1b4a-4b6e-a05f-6341dbec2c71Buticchi e Zitello: due maestri a Mangia come scrivi
Giovedì 10 novembre, al Ristorante Il Garibaldi di Cantù, la serata “Storie italiane”
CANTÙ (Como) – Mangia come scrivi inaugura la formula “Duets”. Lo fa con due grandi maestri e con una serata (“Storie italiane”) che promette grandi emozioni, tra pubblico e privato, letteratura e musica, racconti intimi e storie di cronaca, imprenditoria e arte che guardano all’Italia degli ultimi cinquant’anni. Giovedì 10 novembre, al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), arrivano Marco Buticchi e Vincenzo Zitello.

CASA DI MARE
Nell’ambito della cena (inizio alle 20.30), come sempre organizzata e presentata dal giornalista Gianluigi Negri, il maestro dell’avventura presenterà il suo nuovo libro “Casa di mare” (Longanesi), ritratto commovente e appassionato della vita del padre, l’industriale ligure Albino Buticchi. La storia di Albino Buticchi è quella di un uomo che dal nulla crea un impero per poi dissolverlo sotto la spinta incontrollabile delle sue passioni: un personaggio dell’alta società internazionale dalla vita movimentata, il cui racconto, nelle pagine del romanzo, è caratterizzato dal tono e dal ritmo tipici di Marco Buticchi, con l’aggiunta inevitabile di una forte componente emotiva. “Se è vero che scrivere è dare voce a ciò che si ha dentro – afferma l’autore – ho assolto questo compito, scaricando dalla coscienza un debito che nutrivo verso il mio passato”.

L’ARPA CELTICA
Vicenzo Zitello è l’arpista italiano più famoso al mondo. Amico di Buticchi, il noto compositore e polistrumentista è stato il primo divulgatore e musicista a suonare l’arpa celtica in Italia: dal 1977 il suo nome è legato a questo strumento, del quale è un virtuoso concertista. Le sue composizioni sono di carattere prevalentemente strumentale, inizialmente ispirate alla musica celtica e classica, poi progressivamente ampliate attraverso un articolato percorso artistico che lo ha portato ad approfondire diversi linguaggi e stili musicali fino ad ottenere un risultato espressivo profondamente personale.

IL MENU
Gli chef del Garibaldi proporranno un menu che spazia dai sapori e dai profumi di Parma fino a quelli di Cantù: tra le quattro portate che verranno servite dall’antipasto al dolce, grande apertura con uno spettacolare Crudo di Parma (36 mesi di stagionatura) firmato Ghirardi Onesto, seguito da un primo piatto d’autore, i trucioli di Cantù. I tre vini selezionati, in abbinamento ai vari piatti, sono dell’azienda marchigiana Ciù Ciù. Per informazioni e prenotazioni: 031 704915. Durante la serata Gianluigi Negri presenterà anche Mangiamusica, suo nuovo format di respiro nazionale che nasce dopo il successo di Mangiacinema e Mangia come scrivi: quattro serate che si svolgeranno a ingresso libero, al Teatro Magnani di Fidenza, a partire dal 19 novembre, con imperdibili ospiti.

IL SUCCESSIVO MANGIA COME SCRIVI A CANTÙ
Il prossimo Mangia come scrivi a Cantù si terrà giovedì 1 dicembre. Gli ospiti della serata “Atlante Rock” saranno Ezio Guaitamacchi e la cantante Brunella Boschetti Venturi: altro appuntamento con la formula “Duets”, con il nuovo libro di Guaitamacchi e i classici rock, suonati dal vivo dai due protagonisti, che animeranno la serata.

Pregusta il menu di “Storie italiane”
Casa di mare – Marco Buticchi
Contatti:
info@mangiacomescrivi.it

Zucca & Bollicine: la storia di un incontro autunnale!

14639713_1279490968776125_812925340267822880_n (1)

Zucca & Bollicine: la storia di un incontro autunnale!

La Cascina Malingamba vi aspetta Mercoledì 9 Novembre, per una serata dedicata alla protagonista assoluta dell’Orto d’autunno!
musica anni 90 con lo chef Massimo Dellavedova, che propone un esclusivo menù a base di zucca dall’antipasto al dolce.

Menù curato dalla chef Massimo Della Vedova, il quale da diversi anni è ideatore, creatore e realizzatore di ricette gustose con la zucca Bertagnina.

A Golosaria, un viaggio alla scoperta dell’extravergine delle Città dell’Olio

IMG_8856 copiaA Golosaria, un viaggio alla scoperta dell’extravergine delle Città dell’Olio

Quattro cooking show a cura delle CCIAA di Pescara, Andria, Oliena e Alghero e Termoli
A Golosaria, un viaggio alla scoperta dell’extravergine delle Città dell’Olio
In vetrina le eccellenze dei territori olivicoli dell’Associazione nazionale che da oltre 20 anni si occupa di promozione della cultura dell’olio. Previsti convegni e cooking show che uniscono tradizione e innovazione

Le ricette delle Città dell’Olio tornano ad essere protagoniste a Golosaria la rassegna di cultura e gusto promossa da Club di Papillon di cui è patron il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, in programma dal 5 al 7 novembre a Milano presso MiCo – Fiera Milano City. Sono, infatti, quattro i cooking show di cui saranno protagoniste le Città dell’Olio di Andria, Oliena e Alghero, Termoli e della CCIAA di Pescara con i propri eccellenti oli extravergine abbinati alle ricette della cucina tipica regionale realizzate da chef giovani e talentuosi. Si comincia sabato 5 novembre alle 19.00 con il cooking show dell’Abruzzo a cura della CCIAA di Pescara, “L’olio evo di Pescara” a cura di Daniele D’Alberto, chef del ristorante Br1 Cultural Space al Borgo di Montesilvano Colle che nell’occasione realizzerà dei buonissimi tortelli al pecorino di Farindola con salsa di pomodoro a pera olive e limone candito. Un piatto colorato, gustoso, di carattere, autentica espressione delle tipicità dell’Abruzzo. Domenica 6 novembre alle 12.30 si terrà il cooking show dedicato all’olio Coratina di Andria con lo chef Saverio Verio Merafina del ristorante Trulli Love di Milano che presenta un menù degustazione con piatti tipici regionali rivisitati da lui. Sarà possibile gustare la Favetta Ritrovata e i Ceci neri con vongole varaci e assaggiare anche due piatti tipici come le fave e cicoria e le cicerchie con i cardoncelli. Sempre domenica ma alle 18.30 ci sarà anche il cooking show del Comune di Oliena a cura degli chef Federico Lai del Ristorante Vecchia Urbino di Urbino (PU) che presenterà il gelato all’azoto liquido di lattuga e miele di corbezzolo granella di “papascinu” e confettura di uva passa “granaccia” di Oliena e Alghero, lo chef Giuseppe Fele del Ristorante Trattoria Cavour di Alghero (SS) presente in fiera con i suoi ravioli ripieni di carciofi e gamberi con gorgonzola sarda e zafferano, lo chef Savatore Ticca del Ristorante Shardana di Parigi che presenta la sua IMG_8821 copiaPecora in cappotto e infine lo chef Pino Pazzola del ristorante il Gobbo di Porto Torres che presenta la sua Spugna di pane affumicata alle erbe e olio evo “Accademia olearia Alghero” con uova morbide al sapore di mare, crema di carciofi e caviale di melanzana. Lunedì 7 novembre alle 14.00 sarà la volta del Molise con il cooking show sull’olio evo di Termoli con lo chef Antonio Terzano del IMG_8692 copiaRistorante Osteria dentro le Mura che preparerà delle gustosissime lasagne in brodo di sogliola.
Non solo cucina ma anche talk sulla civiltà dell’olio a Golosaria. Il presidente delle Città dell’Olio Enrico Lupi, infatti, sarà ospite dell’incontro “Dal cibo, le civiltà: salute, conviviali, riscoperta, benessere” in programma sabato alle 16.00 nello spazio Agorà.

Associazione nazionale Città dell’Olio
C/o Villa Parigini
Strada di Basciano, 22 – 53035 Monteriggioni (Si)
Tel. 0577 329109 – Fax 0577 326042
Per contatti stampa e web
Natascia Maesi natascia.maesi@gmail.com

Il 5 novembre Cioccolandia a Castel San Giovanni

Locandina Cioccolandia 2016Il 5 novembre Cioccolandia a Castel San Giovanni

Davide Comaschi ospite della manifestazione

Castel San Giovanni (Pc), ottobre 2016 – Sono arrivate a tredici le edizioni di Cioccolandia, la manifestazione dedicata al cioccolato e ai dolci ospitata dalla città di Castel San Giovanni in provincia di Piacenza, organizzata dalla Pro Loco di concerto con l’amministrazione comunale e il Comitato Vita nel Centro Storico. La data da segnare sul calendario è sabato 5 novembre, quando le vie del centro della città emiliana si animeranno fin dal mattino e sarà un mix di tradizione e rinnovamento.

Ospite di Cioccolandia e di Amazon, il colosso delle vendite online, sarà Davide Comaschi, il campione del mondo “di cioccolato”. Comaschi si è preso il titolo iridato nel Cioccolandia2015 (277)2013 alle finali di Parigi del World Chocolate Masters, la più importante competizione internazionale del settore, sbaragliando la concorrenza dei grandi pasticceri francesi, giapponesi ed olandesi. Accademico pasticcere in forza alla Pasticceria Martesana di Milano (sotto la guida del maestro Vincenzo Santoro), Davide, è arrivato alla capitale francese dopo aver superato le selezioni di Perugia e Rimini, grazie anche agli allenamenti con il celebre maestro Iginio Massari.

Il campione del Mondo porterà la sua esperienza e terrà una conferenza nel pomeriggio di Cioccolandia, ovviamente andando a toccare temi molto “dolci”, come quelli della pasticceria.

Cioccolandia2015 (39)Nel ricco menù di Castel San Giovanni, non potrà mancare il salame di cioccolato, simbolo della festa, che sarà distribuito – a partire dal primo pomeriggio – in cinque punti della città per raggiungere in totale quasi 350 metri. Ci sarà poi la tradizionale torta Rita, di quasi 3 mila porzioni, senza dimenticare la piramide costruita con 25 mila pezzi di prelibato cremino o la montagna di profiteroles realizzata con 6 mila bignè. La novità del 2016 sarà il monte bianco – in realtà viene riproposto dopo qualche anno di assenza – che si regge su oltre 4 mila meringhe, tutte da scalare. Numeri da far girare la testa.

Lo scorso anno, così come nelle precedenti edizioni, Castel San Giovanni è stata presa d’assalto da migliaia di amanti del cioccolato e nel 2016, grazie ancora una volta all’aiuto dei Maestri pasticceri, si punterà ancora più in alto, per sbalordire e soddisfare i visitatori che affollano Cioccolandia dalla mattina fino sul fare della sera.

Nelle strade del centro della cittadina emiliana, fin dal mattino, si accomoderanno inoltre le bancarelle di artisti dell’ingegno che aiuteranno a rendere ancora più viva e ricca questa dolce festa. Per deliziarsi, occorre acquistare un braccialetto (sarà venduto sul posto dai volontari della Pro Loco) dal costo simbolico di solo 1 euro. I dolci della Pro Loco saranno tagliati nel pomeriggio.

Abbinata alla manifestazione anche la consueta lotteria di Cioccolandia che prevede come primo premio una vacanza in Italia.

 

Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.prolococastello.com

Ufficio stampa

Carpene Malvolti tra le eccellenze alla XXV° Edizione del Merano Wine Festival

Carpene Malvolti tra le eccellenze alla  XXV° Edizione del Merano Wine Festival

Appuntamento con l’eccellenza enologica dal 4 all’8 novembre

Degustazioni esclusive, con la Storica Casa Spumantistica protagonista nella giornata di lunedì 7 Novembre. Rosé Brut e 1868 Superiore di Cartizze premiati con il Merano Wine Award 2016

Ci sarà anche Carpenè Malvolti tra i protagonisti della XXV° Edizione del Merano Wine Festival, l’evento che dal 4 all’8 Novembre prossimi accoglierà nella località altoatesina l’eccellenza dell’enogastronomia italiana ed internazionale in cinque giorni intensi di degustazioni ed eventi.

In siffattoscenario, la storica Casa Spumantistica di Conegliano sarà protagonista nella giornata di lunedì 7 Novembre presso la Czerny Saal della Kurhaus dove, dalle 10 alle 17, sarà allestita la sezione new entries riservata appunto alle novità, intese sia come aziende emergenti sia come prodotti che hanno saputo distinguersi per la loro qualità e peculiarità durante le selezioni.
E proprio in questa sezione, Carpenè Malvolti è stata selezionata come vincitrice del Merano Wine Award 2016 con il Rosé Brut – un blend di uve totalmente coltivate nel Territorio Trevigiano con 85% Pinot Nero e 15% Raboso del Piave, vitigno quest’ultimo mai spumantizzato prima, profumato di fiori con note intense di frutti di bosco e marasca dal gusto sapido e rotondo, il tutto concentrato in un vino di grande e nobile complessità dedicato ai ricercatori di alte quote – ed il 1868 Superiore di Cartizze, decisamente più da dessert le cui uve vengono coltivate e raccolte su pochissimi ettari di terreno tra le frazioni di Santo Stefano, San Pietro di Barbozza e Saccol, su un terreno esposto a lunghe giornate di sole e fresche notti d’estate. La vendemmia in questo caso avviene tardivamente per fare in modo che il residuo zuccherino sia più concentrato e conferisca a questo vino sontuoso, da sposare a piccola pasticceria, una rotondità e una cremosità eccezionali. Complesso, ricco di note floreali che vanno dall’acacia alla rosa e allo stesso tempo, risulta molto suadente nella componente fruttata di mela golden e pompelmo rosa.
Entrambi saranno in degustazione insieme al 1868 Prosecco D.O.C.G. Brut, Vino Spumante aromatico dal bouquet delicato e fruttato, con retrogusto di mela da sposare con aperitivi, cocktail e piatti leggeri della cucina mediterranea, morbido ed asciutto allo stesso tempo grazie alla peculiare acidità, perlage finissimo e persistente che dà una particolare sensazione di vivacità ed eleganza.
Tre selezioni di assoluta eccellenza della produzione del noto Marchio, da sempre leader nella produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore D.O.C.G.
Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com, press-office@carpene-malvolti.com
Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261
Carpenè Malvolti Spa – Via A. Carpenè 1 – 31015 – Conegliano (TV) – P.I. 00174380261
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – Codice in materia di protezione dei dati personali.
La presente comunicazione e gli allegati trasmessi unitamente alla stessa possono contenere informazioni riservate e sono indirizzati esclusivamente ai destinatari qui indicati. Nel caso in cui abbiate ricevuto per errore la presente comunicazione, vogliate cortesemente darcene immediata notizia, rispondendo a questo stesso indirizzo di e-mail, e poi procedere alla cancellazione del messaggio dal Vostro sistema. E’ strettamente proibito e potrebbe essere fonte di violazione di legge qualsiasi uso, comunicazione, copia o diffusione dei contenuti delle comunicazione da parte di chi la abbia ricevuta per errore o in violazione degli scopi della presente.
Legislative Decree no. 196 of 30 June 2001 – Code for the protection of personal data.
This communication and its attachments may contain confidential information and they are intended exclusively for the addressees indicated here. If you have received this communication by mistake, please be so kind as to notify us immediately, replying to this same e-mail address, and then delete the message from your system. All communication, copying or disclosure of the contents of the communication by persons who may have received it by mistake or contrary to aims of this mail are strictly prohibited and may be against the law.

A Golosaria torna ad essere protagonista l’extravergine delle Città dell’Olio

IMG_8856 copiaA Golosaria torna ad essere protagonista l’extravergine delle Città dell’Olio

Abruzzo, Calabria, Liguria, Molise, Basilicata, Puglia, Sardegna, Sicilia e Umbria parteciperanno all’evento in programma dal 5 al 7 novembre a MiCo – Fiera Milano City
A Golosaria torna ad essere protagonista l’extravergine delle Città dell’Olio
In vetrina le eccellenze dei territori olivicoli dell’Associazione nazionale che da oltre 20 anni si occupa di promozione della cultura dell’olio. Previsti anche convegni e cooking show che uniscono tradizione e innovazione

A Golosaria torna ad essere protagonista l’extravergine di oliva delle Città dell’Olio. All’edizione 2016 della rassegna di cultura e gusto promossa da Club di Papillon di cui è patron il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, in programma dal 5 al 7 novembre a Milano presso MiCo – Fiera Milano City, parteciperanno anche i produttori di olio extravergine delle Città dell’Olio di Abruzzo, Calabria, Liguria, Molise, Puglia, Basilicata, Sardegna, Sicilia e Umbria che presenteranno le proprie eccellenze che sarà possibile IMG_8821 copiadegustare negli stand contrassegnati dall’olivetta simbolo delle Città dell’Olio. Si conferma e si rafforza così per il secondo anno consecutivo la collaborazione tra Golosaria e l’Associazione nazionale presieduta da Enrico Lupi che si traduce in occasioni preziose di divulgazione della cultura dell’olio e del cibo attraverso talk a tema e cooking show a cura degli chef delle città coinvolte. Una straordinaria occasione per presentare ricette regionali che uniscono tradizione e innovazione. “Cresce la nostra presenza a Golosaria con un numero sempre maggiore di Regioni e Città dell’Olio coinvolte che partecipando con entusiasmo a questo appuntamento con la cultura del cibo e del gusto, dimostrano di credere nell’importanza di promuovere non solo il prodotto olio ma anche il territorio da cui nasce. Una vetrina internazionale e prestigiosa come questa – ha dichiarato Enrico Lupi – è un’occasione preziosa per diffondere la cultura dell’olio e del rispetto del nostro patrimonio olivicolo che ha bisogno di cure esattamente come il nostro corpo che attraverso il buon cibo e l’olio di qualità vive meglio e più a lungo”.

Il programma. Si comincia sabato 5 novembre alle 19.00 con il cooking show dell’Abruzzo, “L’olio evo di Pescara” a cura di Daniele D’Alberto, chef del ristorante Br1 Cultural Space al Borgo di Montesilvano Colle che nell’occasione realizzerà i “Tortelli al pecorino di IMG_8692 copiaFarindola con salsa di pomodoro a pera olive e limone candito”. Un piatto colorato, gustoso, di carattere, autentica espressione delle tipicità dell’Abruzzo. Domenica 6 novembre alle 12.30 si terrà il cooking show dedicato all’olio di Andria con lo chef Saverio Verio Merafina del ristorante Trulli Love di Milano che presenta un menù degustazione con piatti tipici regionali rivisitati da lui. Sarà possibile gustare la Favetta Ritrovata e i Ceci neri con vongole varaci e assaggiare anche due piatti tipici come le fave e cicoria e le cicerchie con i cardoncelli. Lunedì 7 novembre alle 14.00 sarà la volta del Molise con il cooking show sull’olio evo di Termoli con lo chef Antonio Terzano del Ristorante Osteria dentro le Mura che preparerà delle gustosissime lasagne in brodo di sogliola. Non solo cucina ma anche talk a Golosaria. Il presidente delle Città dell’Olio Enrico Lupi, infatti, sarà ospite dell’incontro “Dal cibo, le civiltà: salute, convivialità, riscoperta, benessere” in programma sabato alle 16.00 nello spazio Agorà.

Gli espositori. La Sardegna è presente a Golosaria con le Città dell’Olio di Oliena e Alghero; la Liguria con la Azienda Speciale Riviera dei Fiori e Azienda Speciale Promimperia, la Calabria con il Consorzio Colline dell’Esero; la Basilicata con la Cooperativa Rapolla Fiorente, il Molise con il Comune di Termoli, l’Abruzzo con la CCIAA di Pescara e l’Azienda Agricola Tenute di Montesecco, la Sicilia con l’Azienda Bonanno Domenico; la Puglia con i Comuni di Andria, Corato, Bitonto e Trinitapoli e l’Umbria con ATI 3 Umbria.

 

Associazione nazionale Città dell’Olio
C/o Villa Parigini
Strada di Basciano, 22 – 53035 Monteriggioni (Si)
Tel. 0577 329109 – Fax 0577 326042
Per contatti stampa e web
Natascia Maesi – 335 1979414 natascia.maesi@gmail.com

“A Mangia come scrivi va in scena l’autoremake

869f3d36-bef9-4b0b-8930-1870209e00f9“A Mangia come scrivi va in scena l’autoremake
Venerdì 4 novembre alla Tenuta Santa Teresa di Parma gli stessi protagonisti di dieci anni fa: gli chef Alda Zambernardi e Marco Negri, gli scrittori Andrea Villani, Matteo Bergamo e Marco Del Freo, il pittore Pol Testi

PARMA – Una grande storia italiana che dura, ininterrottamente, da dieci anni. Mangia come scrivi nasce, per gioco, nel novembre 2006 a Montechiarugolo (Parma) grazie alla lungimiranza degli chef dell’allora trattoria Il Cigno Nero (Alda Zambernardi e Marco Negri) e alla fantasia del loro primogenito, Gianluigi Negri, giornalista e creatore di eventi. Da allora, in 125 serate, la storica rassegna (che dal gennaio 2013 ha anche una sua stagione lombarda, al fianco di quella emiliana) ha messo a tavola oltre 360 scrittori italiani, 120 artisti e 8.000 commensali.

IL DECIMO COMPLEANNO
Per celebrare degnamente il decimo compleanno, venerdì 4 novembre, alle 21, all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma andrà in scena l’autoremake “La prima volta non si scorda mai”, con gli stessi protagonisti di dieci anni fa: il conduttore tv e scrittore Andrea Villani, lo scrittore Matteo Bergamo con il nuovo libro “Farfalle d’inverno” (accompagnato da una sua esposizione di tele per questa occasione), lo scrittore e coltivatore di peperoncini Marco Del Freo, il pittore Pol Testi, passato, nel frattempo, a dipingere mondi “vegetali” al posto dei suoi famosi mondi “animali”.

L’EVENTO NELL’EVENTO E IL MENU

A firmare questa cena-evento saranno proprio gli chef Alda Zambernardi e Marco Negri (titolari del Ristorante Il Garibaldi di Cantù dal 2010 e vincitori del Festival della cazoeula nel 2014) che rientreranno nella loro città d’origine, Parma, per la prima volta dopo sei anni di assenza. In cucina lavoreranno insieme allo chef della Tenuta, Paolo Dall’Asta, e proporranno alcune loro specialità, tra le quali il tortino di cipolle ramate di Montoro e crescenza, un primo a sorpresa (che si affiancherà a quello “ufficiale”), il coniglio reale. Il dolce sarà firmato dall’artista pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini di Parma). E, come sempre, quattro saranno i vini selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci. Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578.
Nel corso della serata, Gianluigi Negri annuncerà anche il programma del suo nuovo format nazionale dopo Mangiacinema, lanciato nel 2014: sabato 19 novembre, al Teatro Magnani di Fidenza, debutterà infatti la rassegna Mangiamusica, quattro serate a ingresso libero con ospiti imperdibili.

IL SUCCESSIVO MANGIA COME SCRIVI
Sei giorni dopo la festa del decimo compleanno, Mangia come scrivi sarà nuovamente in Lombardia. Il protagonista assoluto della serata “Storie italiane”, in programma giovedì 10 novembre al Ristorante Il Garibaldi di Cantù, sarà Marco Buticchi con il nuovo libro “Casa di mare – Una storia italiana” (Longanesi).

Pregusta il menu del decimo compleanno di Mangia come scrivi
Matteo Bergamo, Andrea Villani, Marco Del Freo
Seguici su Facebook
Seguici su Facebook
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacomescrivi.it

Contatti:
info@mangiacomescrivi.it